Mattia Signorini: "Severo American Bar"

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano
Download:220
Data:02.04.2008
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
mattia-signorini-severo-american-bar_1.zip (Dimensione: 6.91 Kb)
trucheck.it_mattia-signorini:-severo-american-bar-.doc     32.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Francesco Galletti

Scheda di Lettura Severo american bar

1) Mattia Signorini, Severo american bar, PeQuod
2) I fatti si svolgono alla fine degli anni 90’.
3) L’opera è divisa geograficamente in tre grandi parti: in Italia; il protagonista vive tra Rovigo e dintorni, come Stanghella e Lendinara ,dove è solito andare con gli amici di sera, e Padova, dove frequenta l’università; è descritta anche una gita a Torino. Poi, in seguito ad un viaggio, in Inghilterra a Salisbury, nel Whiltshire, con una piccola gita a Stonehenge. Infine l’Irlanda, dove soggiorna a Kinvara, un piccolo paesino sulla costa ovest dell’Irlanda che si affaccia direttamente sull’oceano atlantico, e una gita a Dublino.
4) Il libro narra la storia di Giulio, un giovane ragazzo di Rovigo che frequenta l’Università a Padova, con molta voglia di cambiare vita, città, amicizie e amori, viaggiando come fa già da un anno il suo amico Luca, che gira l’Europa senza sosta.
Le nuove esperienze incominciano con un viaggio a Torino di due giorni, ma girovagando senza meta per il centro di Torino non riesce a trovare stimoli.
Giulio ritornato dalla gita torna alla sua vita normale, tra lo studio, la lettura e le pedalate lungo l’argine del fiume Adige, dove era solito andare con Luca nelle estati precedenti.
Giulio riceve settimanalmente delle lettere dal suo amico Luca che lo aggiorna sui suoi viaggi (Budapest e Ibiza), sulle sue esperienze di vita e sui suoi nuovi amori, per esempio con Ingrid.
Di sera Giulio ed i suoi amici si recano in pub o locali, come il “Severo american bar” locale storico di Rovigo dove tutte le domeniche sere si incontrano i giovani, e quando ci sono novità in città, Giulio scrive a Luca per aggiornarlo.
La sua vita cambia repentinamente quando fallisce un esame di storia e mentre cammina sotto il sole estivo vede un annuncio; decide di informarsi meglio: l’annuncio riguarda una vacanza a costo zero in Inghilterra, in famiglia come baby sitter.
Sul viaggio lavoro in Inghilterra la famiglia di Giulio discute molto, ma alla fine decidono di mandare comunque il figlio anche se due mesi lontano da casa è un tempo decisamente lungo.
La famiglia che lo ospita è formata da 5 componenti: Peter il padre e capofamiglia, Kathy la madre, Alice la figlia più grande di circa 10 anni e i due picoli, Hugh di due anni e Guy di quattro.
La famiglia, che vive a Salisbury, un piccolo paese a sud di Stonehenge, è molto accogliente e Giulio, che deve preparare la colazione, fare qualche mestiere in casa e portare fuori i bambini mentre la madre non c’è, è soddisfatto.
Durante i pomeriggi liberi Giulio passa il suo tempo nei prati della Basilica di Salisbury a leggere e scrivere lettere a Luca e lì conosce una giovane ragazza francese di nome Claire.
Intanto Luca gli scrive che la sua avventura a Budapest è terminata come anche la sua storia d’amore con Ingrid e che si trasferirà ad Ibiza.
Grazie a Claire, Giulio conosce la vera vita diurna e notturna di Salisbury, visita Wilthon House e Stonehenge e conosce gli amici della ragazza.
Ma un viaggio in Irlanda dai genitori di Kathy, già programmato da tempo, fa saltare questa importante relazione: i due giovani si lasciano senza saluti e senza lasciarsi recapiti.
Il viaggio in Irlanda con Kathy e i suoi figli diventa una totale scoperta e avventura per Giulio che oltre ad attaccarsi molto alla madre dei ragazzi dal punto di vista emotivo, scopre una terra meravigliosa. Giulio è in sintonia con la madre di Kathy, Jaenie, malata di halzaimer e costretta su una sedia a rotelle ma perfettamente lucida, mentre ha difficoltà a relazionarsi con il padre David, un uomo molto introverso appassionato di mare e della sua barca.
In questo periodo aumenta l’affiatamento con Kathy, che lo porta anche a Dublino a vedere il suo college e con la quale passa le serate davanti ad una tazza di the oppure in un tipico Irish pub.
Ritornato in Inghilterra scopre che Claire è partita per Brighton; il suo periodo di vacanza lavoro termina e deve lasciare la famiglia a cui si era molto legato.
Il ritorno a Rovigo è più difficile del previsto soprattutto perché i vecchi amici ora gli sembrano così distanti e così diversi da come li aveva lasciati.
Dopo una piccola relazione puramente sessuale con Valentina, Giulio si innamora di una ragazza di nome Cecilia, che suona l’arpa e frequenta il conservatorio.
Il suo amico Luca, dopo un breve ritorno a Rovigo, decide di partire di nuovo verso Besançion con il suo compagno Haris, un ragazzo conosciuto ad Ibiza che aveva fatto emergere la vera personalità di Luca.
6) Giulio: è il personaggio principale del racconto; è un giovane che non si accontenta della vita monotona della provincia, ma cerca nuove esperienze e nuove avventure nel viaggio. È comunque legato alle piccole cose della sua cittadina ed è alla ricerca di sentimenti veri e profondi di amicizia e amore.
Luca: è il miglior amico di Giulio, viaggia solo per cercare di stare in pace con se stesso e per trovare la serenità e la felicità che in Italia gli manca.
Kathy: è la madre della famiglia inglese che lo ospita; è una donna che appare molto forte, punto di forza di tutta la famiglia, ma che in alcuni momenti, soprattutto davanti alla sofferenza della madre, appare indifesa e debole e sente il bisogno di confidarsi sempre con Giulio.
7) Le tematiche principali affrontate nel libro sono il tema del viaggio: è la tematica fondamentale ed è presente in tutte le fasi dell’estate di Giulio; il tema della serenità e della pace interiore che viene ricercata molto spesso dai giovani; la conoscenza di se stessi, tema che emerge soprattutto dalle continue riflessioni di Giulio sulla propria vita e dalle trasformazioni di Luca; il tema dell’affettività sia negli aspetti positivi che negativi, con le delusioni e le passioni vissute dai due amici in modi differenti; il tema della famiglia, attraverso la descrizione delle tre famiglie prese i considerazione: quella di Giulio, quella di Peter e Kathy e quella irlandese di David e Jeany.
10) Lo stile di Signorini è molto semplice e fluido, la lettura è veloce soprattutto perché non ci sono parti statiche e lente, sia nelle descrizioni sia nelle sue riflessioni personali; il romanzo è scritto in prima persona con focalizzazione zero.

Esempio



  



Come usare