Biagio Pascal

Materie:Appunti
Categoria:Filosofia

Voto:

1 (2)
Download:90
Data:05.03.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
biagio-pascal_1.zip (Dimensione: 6.97 Kb)
trucheck.it_biagio-pascal.doc     31.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

BIAGIO PASCAL

SCOPERTE ED INVENZIONI SCIENTIFICHE
* Nello studio della dinamica dei fluidi, scopre la legge che porta il suo nome: “la pressione esercitata su una parte delle superfici di un fluido si trasmette con uguale intensità in tutta la massa e in tutte le direzioni”.
* Ha inventato la prima calcolatrice, la “pascalina”.
* Ha perfezionato il calcolo degli indivisibili.
* Ha presentato una teoria delle coniche.
* Ha fondato il calcolo delle probabilità.
I LIMITI DELLE SCIENZE NATURALI
* Il primo limite è l’esperienza, che è sempre nuova.
* Restano fuori dalla ragione il mondo umano, morale e religioso.
* Anticipa il “principio di falsificazione”: l’intelletto umano formula delle ipotesi, ma queste vanno verificate, e basta una sola eccezione perché cada l’ipotesi.
* I principi che sono a fondamento del ragionamento scientifico non si possono né dimostrare né confutare.
* I principi si sentono con il cuore, le proposizioni si dimostrano con la ragione.
* Le scienze della natura sono utili, ma non indispensabili all’uomo.
* La scienza ci potrà dire come si vive, ma non perché si vive.
“ESPRIT DE GEOMETRIE…ESPRIT DE FINESSE”
* Lo spirito di geometria è utile e necessario per la formazione delle scienze esatte.
* Lo spirito di finezza serve per intendere e far valere le ragioni del cuore.
* Lo spirito di geometria ragiona.
* Lo spirito di finezza comprende.
“MISERIA” E “NOBILTA’” DELL’UOMO
* L’uomo è la canna più debole della natura, ma è una canna che pensa.
* L’uomo è più nobile di ciò che lo uccide, perché egli sa di morire.
* La grandezza dell’uomo risiede nelle attività dello spirito.
* Riconoscere che si è miserabili è segno di grandezza.
* L’uomo è qualcosa di mezzo fra il tutto e il nulla.
IL MACHIAVELLISMO POLITICO
* E’ meglio una splendida bugia che una squallida verità.
* Per la pace si devono usare tutti i mezzi, anche la forza e l’inganno.
* La verità è in mano a poche persone, che devono saper mantenere il segreto; altrimenti scoppierebbe il caos.
DALLA NOIA AL “DIVERTISSIMENT”
* La noia di Pascal è quella dell’esistenza.
* Per liberarsi della noia ci sono due soluzioni: l’immaginazione, anche se è qualcosa di ingenuo e il divertissiment, inteso come tentativo di eludere la noia.
* L’uomo non potendo liberarsi delle cose negative, cerca di non pensarci, per essere felice.
* Ma il divertimento è destinato a finire.
* La soluzione sarebbe stare seduti e fermi a pensare, ma si sprofonderebbe nella noia.
IL CRISTIANESIMO: OSCURITA’ LUMINOSA!
* Dio è la suprema e unica possibilità di salvezza.
* Il cristianesimo è oscurità, ma è capace di illuminare il pensiero umano.
* L’uomo accettando il Vangelo vede tutto più chiaramente.
* Dio si rivela a quelli che lo cercano e si nasconde a quelli che lo tentano.
* La fede è un dono divino che significa fiducia in Dio.
* La fede non si raggiunge con delle dimostrazioni.
* Le prove valgono solo per chi ha già la fede.
L’ARGOMENTO DELLA SCOMMESSA
* Nella vita siamo obbligati a giocare sull’esistenza di Dio e le possibilità sono due: se non si vince, non si perde nulla; se si vince, si guadagna il paradiso.
* La fede non elimina il rischio ma lo rende accettabile.
* Credere non è razionale, ma è ragionevole.

Esempio