La città greca

Materie:Appunti
Categoria:Storia
Download:48
Data:24.01.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.txt (File di testo)
Download   Anteprima
citta-greca_4.zip (Dimensione: 1.74 Kb)
trucheck.it_la-citt+     3.33 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

La cittа greca
Gli antichi greci indicavano con il temine polis, la cittа stato, cioи il centro abitato; esso aveva inoltre un territorio dipendente. Sull’origine della polis le opinioni degli storici sono discordi: и perт dai piщ ammesso che le prime poleis sorgessero sulle coste dell’Asia minore. La nascita della polis contribuм perт l’indebolimento dei vincoli che legavano fra di loro gli appartenenti ad una stessa stirpe.
Nella Grecia continentale, dove allora si viveva per lo piщ in villaggi sparsi, l’innovazione si diffuse presto nel 6°-5° sec. C., infatti in poco tempo le poleis crebbero moltissimo di numero. In genere la polis era disposta anticamente su una rocca, che poi venne chiamata acropoli per distinguere la polis bassa da quella alta, la piщ antica. Una cittа, che contava territori intorno di 500 kmq, era considerata grande.
Con lo sviluppo della democrazia la cittа greca, in particolare Atene che venne considerata la polis per eccellenza, assunse delle caratteristiche ben definite e originali che la differenziarono dalle cittа del vicino Oriente.
La polis aveva il suo centro politico in uno spazio aperto e pianeggiante, circondato da portici: l’agorа. Qui il popolo si riuniva per il mercato, per discutere e decidere sui problemi della cittа; nell’agorа si trovavano anche gli edifici che ospitavano le piщ importanti istituzioni politiche, come la boulи. Un altro nucleo urbano fondamentale era l‘acropoli, che non era piщ, come all’epoca micenea, la sede del palazzo reale, ma il centro monumentale della vita religiosa. Infatti sull’acropoli sorgevano i principali templi della cittа. Il tempio era la "casa" del dio alla quale solo i sacerdoti potevano accedere. Le cittа marittime avevano un porto, dal quale le navi portavano prodotti da tutto il Mediterraneo.
Altri edifici pubblici di particolare rilevanza erano il teatro, che и una costruzione tipicamente greca e dimostra l’importanza che aveva la partecipazione dei cittadini nella polis alla cita pubblica. I ginnasi invece erano palestre per esercizi fisici, ma anche scuole, poichй nella Grecia l’attivitа fisica era strettamente connessa all’educazione intellettuale.
L’asty era la parte bassa della cittа ed era costituita dai quartieri popolari formati da casupole, addossate l’una all’altra, e da viuzze fangose. Ad Atene in particolare sorgeva il ceramico, ad ovest dell’acropoli, cosм chiamato per le numerose botteghe di ceramisti che qui si trovavano. Gli abitanti delle poleis trascorrevano gran parte della giornata fuori dalle abitazioni, per questo gli edifici pubblici erano ben curati, al contrario delle case private, che erano piccole e modeste. Esse erano principalmente ad un piano, scavate nella roccia o addossate alle colline. Le pareti che le costituivano erano sottili ed ogni casa ere provvista di un cortile interno.
Nel loro complesso le strutture urbanistiche e gli edifici monumentali della cittа costituiscono uno degli esempi piщ significativi di quell’ideale di razionalitа e armonia di quell’arte a "misura d’uomo" caratteristici della civiltа greca classica.
Con la fine della guerra del Peloponneso ( 404 a.C.) comincia il declino delle poleis; primo per il progressivo distaccarsi dei singoli dalla partecipazione attiva della sua vita e poi per l’assoggettamento della Grecia da parte dei Macedoni, che tolsero la libertа alle cittа.

Esempio



  



Come usare