luna

Materie:Riassunto
Categoria:Scienze

Voto:

2.5 (2)
Download:174
Data:25.05.2006
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
luna_15.zip (Dimensione: 171.71 Kb)
trucheck.it_luna.doc     189.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

La Luna
Luna è l'unico satellite naturale della Terra. Ha un diametro poco più grande di un quarto di quello della Terra, e massa pari a un ottantunesimo di quella terrestre. Essa ha una forma quasi sferica; il suo suolo è desertico formato da vaste pianure, detti mari, da enormi crateri e da catene montuose. Essa non possiede atmosfera e sulla sua superficie non vi è traccia di acqua allo stato liquido.
La Luna orbita attorno alla Terra a orbita ellittica e leggermente inclinata rispetto al piano dell'eclittica. Il periodo di rotazione è uguale a quello di rivoluzione; per questo motivo il satellite rivolge verso il nostro pianeta sempre la stessa faccia.

Teorie sulla formazione della luna
Prima dell'era moderna delle esplorazioni spaziali, gli scienziati proposero tre teorie principali riguardo all'origine della Luna:
- Ipotesi del distacco: secondo la quale il satellite si staccò dalla Terra quando questa si era appena formata;
- Ipotesi della cattura: secondo la quale la luna si sia formata lontano dalla Terra e che sia poi stata “catturata” dal campo gravitazionale del nostro pianeta;
- Ipotesi dell’aggregazione: secondo la quale la luna si è formata indipendentemente in orbita terrestre per condensazione a partire dalla nebulosa solare primordiale.
A partire dal 1975, però, lo studio delle rocce lunari e delle fotografie scattate sulla superficie del satellite avvalorarono una nuova ipotesi secondo cui quest'ultimo si sarebbe formato per accumulo di planetoidi. Questa teoria sostiene che all'inizio del processo di formazione, almeno 4 miliardi di anni fa, il nostro pianeta venne colpito da un corpo di dimensioni paragonabili a quelle di Marte, detto planetoide. L'impatto catastrofico distrusse sia il corpo sia una parte del nostro pianeta e i detriti, entrati in orbita, si fusero formando la Luna. L'aspetto più debole della teoria dell'impatto di planetoidi è nel fatto che essa implica che la Terra si sia fusa dopo l'impatto, mentre la geochimica terrestre non sembra indicare un processo così radicale.

Esempio