Disuguaglianze sociali

Materie:Appunti
Categoria:Ricerche

Voto:

1.5 (2)
Download:88
Data:31.07.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
disuguaglianze-sociali_1.zip (Dimensione: 3.67 Kb)
trucheck.it_disuguaglianze-sociali.doc     21 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

Una delle disuguaglianze sociali più presenti nella società odierna è sicuramente quella che colpisce le donne, le quali, anche se negli ultimi anni nel mondo occidentale la loro condizione è migliorata, sono ancora molto penalizzate, rispetto agli uomini. E’ ormai risaputo che esse hanno meno opportunità negli studi, soprattutto nell’università, perché molte volte gli impegni famigliari le costringono a ritirarsi e perché molte volte scelgono corsi di laurea meno prestigiosi, ma tradizionalmente ritenuti adatti alle donne.
Un altro campo dove le donne sono molto penalizzate è quello del lavoro, dove, anche se oggi non fanno più fatica come un tempo a trovare un’occupazione, si ritrovano sempre a svolgere i lavori più umili, pagati peggio, (soprattutto nel campo dell’insegnamento, dove, infatti, solo una persona su quattro è un uomo) e anche con un carico lavorativo maggiore, perché devono anche provvedere alle faccende domestiche senza poter contare sull’aiuto degli altri componenti della famiglia. In Italia, ad esempio, le casalinghe sono quasi nove milioni, circa il 37% delle donne in età lavorativa; anche se il lavoro della casalinga è tra i più duri e importanti, perché permette di mandare avanti sia le famiglie sia l’economia del paese, è misconosciuto e considerato dovuto. C’è da tenere conto del fatto che molte donne aiutano anche i mariti nella loro attività lavorativa, prendendo appuntamenti, rispondendo al telefono e tenendo la contabilità; anche se questa attività le porta a sacrificare le loro aspirazioni non viene riconosciuta e viene definita carriera singola di due persone.
La disuguaglianza sociale è una disparità di trattamento che in seno alla società penalizza alcuni individui rispetto ad altri, ha origini sociali, è vissuta come ingiusta e viene giustificata con discorsi ideologici. E’ importante capire che le origini delle disparità sono sociali. Non c’è alcuna ragione naturale per cui le donne debbano vivere in condizioni d’inferiorità. E’ la società che è organizzata in modo tale da favorire le persone di un sesso a scapito di quelle dell’altro. Le disuguaglianze non hanno basi naturali ma vengono spesso giustificate con ragionamenti privi di fondamento che fanno appello alle differenze naturali. Oggi ragionamenti del genere in occidente non si fanno più.
E’ importante capire che la disuguaglianza sociale è una cosa ingiusta, anche se nella nostra società nessuno osa metterla in discussione. Lo stesso accade oggi nei popoli arabi dove la supremazia maschile ha il sostegno della tradizione: le donne stanno male e, quando non possono esprimere col dissenso il loro malessere, lo manifestano con disturbi psicologici.

Esempio



  



Come usare