tema sulla pace e sulla guerra

Materie:Tema
Categoria:Italiano
Download:4780
Data:13.09.2005
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
tema-pace-guerra_1.zip (Dimensione: 4.52 Kb)
trucheck.it_tema-sulla-pace-e-sulla-guerra.doc     27.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Nella storia dell’umanità, la guerra ha fatto ben presto la sua comparsa, accompagnando le vicende di gran parte delle società e degli stati. La strategia militare (dal modo di armarsi a quello di condurre una battaglia) nel corso dei secoli ha subito un’enorme evoluzione, determinata dagli sviluppi tecnologici e scientifici, nonché da quelli politici, sociali e culturali. L’attività bellica è stata progressivamente regolata, dando vita, a una normativa che oggi costituisce la base di numerosi trattati e di un diritto internazionale.
Il diritto ha lo scopo di assicurare la convivenza pacifica degli individui. Esistono polizia, ufficiali giudiziari per garantire che i diritti d’ogni cittadino siano rispettati. Nel campo delle relazioni internazionali non si è ancora arrivati a questo punto. Si è formato il diritto internazionale, ma non si è ancora creata un’organizzazione internazionale che garantisca il rispetto del diritto: in poche parole il diritto internazionale ammette che gli stati si facciano giustizia da sè e per difendere i propri interessi ricorrano pure alla guerra. Da un punto di vista politico-filosofico, la guerra può essere considerata come il tentativo e la tecnica di soluzione dei conflitti che la politica (e quindi il dialogo, la mediazione, la diplomazia) non è riuscita a comporre.
Infatti per guerra dobbiamo intendere un conflitto armato in cui si scontrano più stati o popoli e spesso alla base della guerra vi possono essere motivazioni diverse, di solito dipendenti da più fattori (economici, politici, religiosi ecc.) spesso intrecciati tra loro. Molti conflitti, anche in epoca contemporanea (come ad esempio nel Ruanda e nella Iugoslavia), si sono sviluppati anche a causa di contrasti etnici e razziali. Il diritto, quindi, non è riuscito ad eliminare la guerra dalla vita dell’umanità, anche se negli ultimi anni si è accentuata l’azione di varie organizzazioni internazionali.
Una di queste organizzazioni è l’ONU, che dagli anni 50 si sforza di mantenere la pace fra gli stati. L’ ONU ha sviluppato una strategia fondata sull’impegno diplomatico e intervento di forze sul campo. Con queste intenzioni l’ONU si è impegnata in operazioni di mantenimento della pace in Medio Oriente a partire dal 1948, a Cipro e in Africa. Dagli anni 90 l’ONU ha messo in atto una politica che mira a fornire aiuti umanitari alle popolazioni coinvolte nel conflitto senza danneggiare gli affari interni dello stato interessato.
Per quanto riguarda l’Italia,essa con la sua costituzione ha rinunciato alla guerra come strumento per risolvere le controversie internazionali, si è assunta l’impegno di contribuire alla pacifica soluzione delle questioni e di favorire le organizzazioni internazionali per migliorare la collaborazione fra i popoli.
Ma nonostante le speranze nell'avvento di un'era di relazioni pacifiche sotto protezione dell'ONU, in molti luoghi la guerra continua a essere un normale “prolungamento” della politica e a condizionare l’esistenza di centinaia di milioni di uomini.
Vari paesi del mondo continuano la corsa agli armamenti, anche se da ogni parte si levano grida di invocazione alla pace. Non possiamo dimenticare uomini che hanno fatto della loro stessa vita un’invocazione alla pace. Il mahatma gandhi con il metodo dell’amore universale e della non violenza ha lanciato una sfida al mondo dimostrando che si può vincere anche la più dura battaglia politica senza ricorrere alle armi. È sua la frase: “Che pace può avere una nazione vittoriosa, se la vittoria vera sarà una morte vivente per la nazione?” prendiamola in considerazione!!!!!!!!

Esempio



  


  1. francesca

    cerco frasi di tecnologia, aiutatemi se potete


Come usare