Società e letteratura cortese

Materie:Appunti
Categoria:Italiano

Voto:

1.7 (3)
Download:694
Data:19.02.2009
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
societa-letteratura-cortese_1.zip (Dimensione: 11.62 Kb)
trucheck.it_societ+     69 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

SOCIETA’ E LETTERATURA CORTESE

IMMAGINARIO DELLA SOCIETA’ CORTESE

⇒ Nuova concezione della donna e dell’amore
⇒ Nasce la figura del cavaliere:
- Non più cadetti o ministeriales (al servizio dei signori feudali)
- Esaltavano le virtù guerresche, la forza, la fedeltà al signore, la lealtà, la difesa della fede, dei deboli, delle donne, la nobiltà d’animo : IDEALE DI PERFEZIONE
- Animato da spirito di avventura (avanture) e di ricerca (queste)
o Ricerca molto spesso di un oggetto (spesso il Sacro Graal)
o Meno distinzione tra piccola e grande nobiltà (codice di vita unitario)
- Nasce anche la figura del cavaliere-poeta ( fenomeno nuovo): il poeta laico prende
il posto del chierico poetante : nasce una poesia lontana dallo spirito ascetico della
Chiesa e incentrata sulla rivalutazione della donna e dell’amore
⇒ Rivalutazione della figura femminile
- Prima la era demonizzata, ora di nuovo positivamente
- Con l’assenza dei mariti per le crociate loro stesse esercitano il potere
⇒ Nasce l’amore moderno con Marie de Champagne, Eleonora d’Aquitania, Maria di Francia
- Il corteggiamento viene ritualizzato e diventa necessario
- Massimo rispetto per la donna a cui vengono attribuite le virtù più nobili
- L’amore diventa allo stesso tempo un codice sociale e un’esperienza spirituale
⇒ Il rapporto d’amore è visto come un atto di vassallaggio: il beneficio può essere uno sguardo o una promozione sociale e il cavaliere offre in cambio il suo servizio (lodi e devozione)
⇒ Contraddizione: l’amor cortese è antimatrimoniale ma allo stesso tempo rafforza i voncoli della comunità aristocratica
⇒ Professionalizzazione del servizio d’amore : no aspetti più trasgressivi

IL MODELLO FRANCESE
⇒ Quattro momenti dell’evoluzione letteraria in Francia
- Il poemetto agiografico in volgare:
o Influenza latina delle vite dei santi
o Grande controllo della Chiesa
- Dall’agiografia alla narrazione epica:
o Maggiore autonomia del giullare
o Es. Chanson de Roland
- Il giullare di corte e il trovatore
o Trasmissione orale
o Il giullare lo impara a memoria e lo imprime in quella collettiva
o Pubblico selezionato
- Prevalenza della lettura e del romanzo cavalleresco
o Romanzo cavalleresco in versi
o Destinato alla lettura e non più alla recitazione o all’ascolto
o Tecniche di narrazione più complesse
o Gente che legge per diletto (anche donne)

L’EPICA FRANCESE E LA CHANSON DE ROLAND

⇒ Poemi epici francesi detti “canzoni di gesta” (canzoni perché accompagnate da canto e musica); trattano imprese eroiche di personaggi nobili, esaltano i valori feudali
⇒ Necessaria la loro cementazione ideologica a favore del potere feudale bisognoso di consenso( non più mera forza brutale)
⇒ Trasmesse oralmente ad un pubblico anche popolare, vengono adattate al tempo e al luogo; sono quindi opere mobili con varie versioni narrative.
⇒ Mnemotecnica: necessarie formule che venivano imparate a memoria pezzo per pezzo dal giullare):numero imprecisato di strofe assemblate a piacimento
- ritualità del pezzo
- autonomia delle varie lasse (strofe): se ne togli una o la cambi di posto non cambia
⇒ I testi essendo orali non sono stabili e sono soggetti a interpolazioni
⇒ L’autore non esprime se stesso ma la mentalità collettiva
⇒ Composte da strofe di varia lunghezza in versi decasillabi uniti fra loro da un’assonanza (omofonia tonica finale) o una consonanza ( omofonia consonante post-tonica finale) che collega tutti i versi di una strofa
⇒ Chansones de geste sono anche nazionali, l’intero popolo si riconosce
⇒ Non importa l’esito, conta il comportamento onorevole che assume l’eroe (caratterizzati dalla ubris); dismisura tragica, follia eroica
⇒ Dimensione temporale non cronologica ma assiologia (tempo dei valori)
⇒ Stile additivo: si procede per opposizioni (bene vs male, cristiani vs saraceni ecc) in lasse autonome
⇒ LA CHANSON DE ROLAND
- Formata da 4000 decasillabi
- Composta nel 1100 ca in lingua d’oil
- Manoscritto di Oxford (il primo) firmato da Turoldo: autore o copiatore?
- Tratta una guerra santa di Carlo Magno contro i mori (778)
- Attacco a retroguardia con a capo Orlando al passo di Roncisvalle in seguito ad un inganno dei saraceni mentre Carlo Magno si ritirava
- La morte di Orlando è la conseguenza di un tradimento, come quella di Cristo
- La passione di Gesù è spesso richiamata in particolari e segni
- Orlando
o Miles Christi
o Martire cristiano
o Modello di guerriero
o Eroe assoluto senza né tempo né spazio
- Valori: onore, coraggio, difesa Chiesa, lealtà al signore
- L’eroe si guadagna con l’onore un posto più alto in Paradiso: anche lì concezione gerarchica
- La morte è un evento pubblico che accade in mezzo alla società
è un momento grandioso e rituale: Orlando tende il guanto a Dio (era il
momento dell’investitura a vassallo; in segno di fedeltà il vassallo dava
il guanto al proprio signore)
- fa parte del ciclo carolingio

IL CONCETTO DI “CORTESIA” E LIRICA D’AMORE

⇒ “cortese” da corte : indica una raffinatezza di costumi, d’animo
⇒ “cortese” è opposto a “villano” (cioè gretto, ignorante, rozzo, avaro)
⇒ l’amore cortese non è solo un motivo poetico ma un argomento di trattazione scientifica morale e filosofica
⇒ l’amore è ciò che distingue un uomo cortese da un uomo villano (lirica trobadorica è richiesta di integrazione in ceto nobiliare)
⇒ l’amore trobadorico era cantato in assenza delle donne, esprimeva tristezza, tensione, desiderio, (visione narcisistica)
⇒ DE AMORE di Andrea Cappellano:
- Scritto in lingua d’oil tra il 1174 a il 1204
- Contrastato dalla Chiesa perché ritenuto immorale ed eterodosso
- Definizione dei comandamenti d’amore
- Scritto in tre libri: il maestro d’amore Gualtiero intrattiene quattro nobildonne (regole comportamento amoroso e definizione dell’amore perfetto)
- L’amore viene considerato una passione istintiva collegata alla vista (la funzione della vista diventa un topos nella poesia d’amore); visione = qualcosa di mistico
- Il rapporto d’amore viene paragonato a quello feudale (la donna non può respingere l’amante se animato da amor cortese)
- Concezione antimatrimoniale dell’amore (incompatibile con il matrimonio
- Strettissimo rapporto tra gentilezza e amore che dipendono dalla nobiltà d’animo, non di sangue
- Nell’amore dominano l’immaginazione e la malinconia
- Le caratteristiche del fin’amor sono la nobilitas e la probitas morum (la nobilitas è più che altro una conseguenza dell’amore :l’amore rende nobili)
- Nel terzo libro (de reprobatione amoris = la condanna dell’amore) si rivaluta l’amore coniugale e l’amicizia tra i sessi

IL ROMANZO CORTESE

⇒ Romanzo cortese: narrazione in versi (in lingua d’oil)
⇒ Due temi fondamentali: amore e avventura (sono strettamente legati: le imprese si compiono generalmente per amore di una donna)
- amore: tema condiviso anche dalla lirica
- avventura: tema epico e del romanzo
o visione del mondo più individualistica rispetto quella della chanson de geste
o nel romanzo l’avventura è l’elemento chiave
o l’avventura non è più portata dal caso (come nell’epica) ma è una prova individuale cercata dal singolo
o si passa da una dimensione corale ad una soggettiva: essenziale la ricerca interiore (a volte esternata nella ricerca di un oggetto: spesso Graal)
⇒ versi ottosillabici in rima baciata
⇒ lai (stessa struttura metrica) = genere più breve, amore e avventura intrisi di liricità
⇒ tre diversi tipi di romanzo: 1. ispirato a episodi dell’antichità (es.ciclo alessandrino)
2. che narra vicende amorose nell’antica Grecia e Bisanzio
3. che narra episodi tratti dalla leggenda di re Artù. (es .
Lancillotto e Ginevra, Tristano e Isotta
I cicli Troiano, Alessandrino, Tebano e Romano trattano materia antica; il ciclo Arturiano tratta materia moderna.
⇒ Thomas scrive il Tristan nel 1170ca. : conflitto tra amore e senso del dovere ; la forza dell’amore si impone nella società fino alla morte dei due amanti
- l’amore è legato alla morte (tema ripreso poi da Wagner e non solo)
- poema celtico scritto per la prima volta alla corte di Eleonora d’Aquitania dopo la metà del XII sec.
- Ce ne sono giunte varie versioni frammentarie
- C’è il tema del fol amor (amore folle) complicato dagli intrighi familiari
- Nell’avventura l’eroe è sempre nel bosco
- Finale tragico in cui entrambi muoiono
⇒ In Trentino il primo affresco in assoluto di materia laica è al castello di Rodendo in Val Pusteria e rappresenta il romanzo di Ivano (cavaliere del leone)

IL LANCELOT E GLI ALTRI ROMANZI DI CHRETIEN DE TROYES

⇒ Scrive alla corte di Marie de Champagne tra il 1165 e il 1185
⇒ Di lui ci è rimasto: Erec et Enide , Yvain e Cliges che trattano il contrasto tra amore e doveri della cavalleria e rappresentano l’amore coniugale come quello perfetto; Perceval che, incompiuto, tratta gli aspetti mistici e religiosi dell’avventura; e il Lancelot.
⇒ LANCELOT o Le chevalier à la carrette :
- tema della totale servitù d’amore (anche se vietato dal vincolo matrimoniale)
- ogni esitazione all’obbedienza alla donna verrà scontata
- amore che distacca dalla realtà e che conferisce una forza soprannaturale

Esempio



  



Come usare