scheda libro ''la metamorfosi'' di kafka

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano
Download:2139
Data:14.09.2005
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
scheda-libro-metamorfosi-kafka_1.zip (Dimensione: 7.06 Kb)
trucheck.it_scheda-libro--la-metamorfosi--di-kafka.doc     29.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Scheda globale per l’analisi di un testo narrativo
TITOLO: "La Metamorfosi", racconto fantastico
AUTORE: Franz Kafka nato il 3 luglio del 1883 a Praga, scrittore ceco di lingua tedesca, una delle figure di maggiore spicco della letteratura moderna. Nacque nella Praga austroungarica in una famiglia ebrea della media borghesia. Suo padre, commerciante, fu una presenza soffocante: in tal modo Kafka ne parla nelle pagine appassionate, dolenti e accusatorie della Lettera al padre (1919), documento fondamentale per conoscere la sua vicenda umana. Laureatosi in diritto all'università di Praga nel 1906, iniziò a lavorare in una società d’assicurazioni. Nel 1902 conobbe Max Brod, che sarebbe diventato il suo più caro amico, e proprio a casa di Brod, nel 1912, conobbe Felice Bauer, con la quale si fidanzò per due volte e per due volte ruppe il fidanzamento: la tormentata relazione è documentata nelle Lettere a Felice, raccolte nel 1967.
Ci furono altre due donne importanti nella vita di Kafka: Milena Jesenska, con la quale intrattenne una fitta corrispondenza fra il 1920 e il 1922 (Lettere a Milena), e Dora Dymant, con la quale convisse per qualche tempo a Berlino, prima della morte. Nel 1910 iniziò a scrivere i Diari, e al 1911 risale il primo ricovero nel sanatorio d’Erlenbach presso Zurigo, ma la diagnosi definitiva di tubercolosi fu formulata nel 1917. Da quel momento i ricoveri in vari sanatori diventarono sempre più frequenti e lunghi: Kafka morì in uno di questi, in Austria a Kierling nel 1924.
ANNO DI PUBBLICAZIONE:
1916 con il titolo Die Verwandlung.
CONTENUTO:
Un mattino, Gregor Samsa, commesso viaggiatore e unico sostegno economico della famiglia, si sveglia con una strana sensazione addosso e si accorge di essersi trasformato in un enorme scarafaggio. Per sfuggire alla ripugnanza dei suoi familiari – i genitori e la sorella Grete – Gregor si rinchiude nella sua stanza e, per sopravvivere, si nutre degli avanzi di cibo che gli porta la sorella. Con il passare dei mesi si abitua alla sua nuova condizione, sforzandosi di disturbare il meno possibile la vita della famiglia, che intanto si riorganizza senza di lui e, per guadagnare qualcosa, prende in casa dei pensionanti. Presto la coabitazione diventa impossibile. Una sera, attirato dal suono del violino della sorella, Gregor esce dalla sua camera, ma uno dei pensionanti, inorridito, lo vede: succede un inferno; il padre gli scaglia contro una mela e lo ferisce. Poco tempo dopo Gregor viene trovato morto nella sua stanza. La vecchia cameriera getterà nella spazzatura l’ingombrante cadavere.
I PERSONAGGI:
GREGOR SAMSA:
Il protagonista della Metamorfosi è Gregor Samsa un commesso viaggiatore e anche unico sostegno economico della famiglia. Il padre lo obbliga ad andare a lavorare per saldare il debito generato con il fallimento della ditta del padre. Gregor occupava molto spazio in casa e tutti avevano paura di lui e non si fidavano a lasciare la casa libera o uno dei componenti della famiglia in casa solo con l’insetto, la sua morte è per tutti una liberazione losi nota in fondo perché dopo la sua morte tutta la famiglia va a fuori a fare una passeggiata e torna il sole.
IL PADRE:
All’inizio Gregor lo descrive come un fannullone che sta sempre a leggere il giornale seduto sulla sua poltrona ma dopo la metamorfosi di Gregor anche lui porterà a casa dei soldi però alla sera sarà sempre il solito fannullone. Lui tira la mela che ucciderà Gregor,da questo e da come parlava di lui si capisce che all’ interno della famiglia era lui quello che odiava di più Gregor.

LA SORELLA:
Giovane diciassettenne molto brava a suonare il violino, dopo la metamorfosi del fratello è lei quella che verso l’inizio si preoccupa di più di Gregor ma verso la fine del libro anche lei lo “abbandona”. Come tutti i membri della famiglia si trova un lavoro però non riesce a coronare il suo sogno:andare in conservatorio
LA MADRE:
Un po’ troppo emotiva, sviene alla vista del figlio trasformato. Lei trova lavoro come sarta e cuce tutte le sere. Nella famiglia ha un ruolo marginale rispetto agli altri.
LE CAMERIERE:
La prima appena può chiede di essere licenziata mentre l’ultima era l’unica a non provare disgusto nel vedere lo scarafaggio infatti lei lo osserverà tutte le mattine e sarà lei a scoprirlo morto e a gettarlo nella spazzatura.
L’AMBIENTE:
Il racconto si sviluppa tutto all’interno della casa e solo verso la fine si esce di lì ma il racconto si sviluppa soprattutto all’interno della stanza di Gregor che cambia aspetto più volte.
All’ inizio la stanza è descritta da Gregor come una piccola stanza con il letto, un armadio, la sua scrivania e una foto con una bella cornice fatta da lui sopra la scrivania e il divano e una finestra da cui Gregor vedeva un ospedale di Praga. Poco dopo la sua metamorfosi la sorella e la madre tolgono dalla camera tutto tranne il divano sotto il quale si nascondeva Gregor, tutto questo per lasciare che Gregor avesse lo spazio per muoversi e per girare. Verso la fine però la stanza di Gregor diventa un ripostiglio per le cose inutili e Gregor, talmente tanta roba aveva in camera che non riusciva neanche ad uscire da sotto il divano.
La vicenda si svolge nella Praga dei primi anni del 1990
INTENZIONE DELL’AUTORE:
a)I principali argomenti che l’autore pone all’attenzione del lettore sono il conflitto tra Gregor e il padre che rispecchiano molto la sua situazione familiare e il rapporto che aveva con suo padre e l’obbligo, che aveva Gregor, di andare a lavorare per saldare il debito familiare.
b)Secondo l’autore la “la metamorfosi”, per Gregor, è stata una liberazione dalla responsabilità di saldare i debiti della famiglia dopo il fallimento del commercio paterno, allo stesso tempo la metamorfosi del figlio stimola il padre e tutta la famiglia a trovare un lavoro.
c)L’autore esprime il proprio giudizio sul rapporto che c’è tra Gregor e il padre.
d)L’autore disprezza il padre di Gregor come disprezza suo padre e il rapporto che c’è tra Gregor e il padre rispecchia la sua situazione familiare.
e)I valori dell’autore sono poco chiari però si riesce a capire quanto valga per lui la famiglia da come parla della cena quando si è tutti uniti, quando disprezza gli alberghi lontani da casa e lui li sente freddi.
USO DELLA LINGUA:
Il racconto è tutto in terza persona
Il linguaggio non è dei più recenti anche se però è comprensibile(dipende dalla traduzione);
Non c’è un particolare registro perché ci sono tante situazioni diverse e per ognuna di queste l’autore ha scelto il registro più adatto;
L’autore si esprime in modo realistico;
L’autore non usa nessun termine tecnico;
Il brano è un racconto con alcune parti di discorso diretto;
Il brano è privo di metafore;
La presenza di termini dialettali dipende dalla traduzione in ogni caso nella mia copia non è presente alcun termine di impronta regionale.
GIUDIZIO PERSONALE:
A me l’opera non è piaciuta molto perché a me piacciono le storie movimentate racconti d’avventura o gialli invece in questo racconto non esiste un solo vero e proprio colpo di scena comunque il libro,per il suo genere,è scritto molto bene e non è barboso come lo sono quasi tutti nella sua categoria

Esempio



  



Come usare