David copperfield: scheda libro

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano
Download:1018
Data:25.10.2005
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
david-copperfield-scheda-libro_1.zip (Dimensione: 8.03 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_david-copperfield:-scheda-libro.doc     33 Kb



Testo

Scheda libro
TITOLO: David Copperfield
AUTORE: Charles Dickens*
CASA EDITRICE: Mursia
TIPOLOGIA DELL’OPERA: Romanzo autobiografico
NARRATORE: Interno (Prima Persona)
TEMPO: Segue la fabula
TRAMA: I primi capitoli del romanzo sono dedicati all’infanzia di David che, orfano di padre, vive con la madre e con la sua governante Peggotty.
Il clima felice viene interrotto dal matrimonio della madre di David con
Mr. Murdstone, un uomo freddo e crudele che, spalleggiato da sua sorella, instaura in casa un clima di terrore.
David, viene prima mandato nella scuola del signor Creakle e, dopo la morte della madre, per volere del patrigno, è costretto a lavorare a Londra in un deposito di vino. Qui trova conforto solo nell’amicizia del signor Micawber e della sua famiglia presso la quale vive. Ma quando Micawber è arrestato per debiti, David fugge da Londra e si reca da una zia materna, Miss Betsy Trotwood, la quale si prende cura di lui.
Il ragazzo può infatti continuare la sua educazione a Canterbury, nella casa dell’avvocato Wickfield, la cui assennata figlia Agnes è destinata ad influire grandemente sulla sua vita.
Completati gli studi, va a far pratica nello studio legale di Mr. Spenlow. Ritrova anche un suo compagno di collegio, Steerforth e lo presenta alla famiglia della sua amica nutrice Peggotty.
Ma Steerforth seduce la nipote di Peggotty, Emily, e muore in un naufragio.
David sposa la giovane Dora Spenlow che dopo pochi anni muore. Il giovane, dapprima sconsolato, scopre finalmente l’errore che ha fatto nel trascurare Agnes.
Il padre di Agnes intanto è caduto nelle mani di un individuo ipocrita e malvagio, il suo assistente, Uriah Heep, dal viso cadaverico e dalle mani appiccicose, che si sta impadronendo del suo patrimonio e aspira alla mano di Agnes. Le malefatte di Heep vengono però smascherate da David con l’aiuto di Micawber.
Tutto allora finisce bene: Heep è condannato, David, che ha raggiunto la fama come autore di romanzi, sposa Agnes, Micawber, sistemati finalmente i debiti, parte per le colonie.
RITMO: A tratti lento e pacato (descrizioni e riflessioni); in altri scorrevoli (narrazioni).
PERSONAGGI: Nel racconto non viene quasi mai fatta una descrizione dei personaggi, tranne per quelli secondari, o per qualche particolare che attira la sua attenzione.
In ogni caso, dal testo si possono comprendere alcune caratteristiche psicologiche dei personaggi. Per esempio David è un ragazzo intelligente, temprato dalle avversità che la vita e il destino gli hanno riservato; nel momento del bisogno economico, riesce a risparmiare, senza però perdere la felicità che la vita gli può dare.
Una somiglianza molto marcata è che sia la madre di David, sia Dora si sposino ancora molto giovani ed inesperte, e sempre nella giovinezza muoiano.
Il signore e la signorina Murdstone sono persone malvagie e perfezioniste e che David ritrova dopo molti anni fuori di casa.
La governante Peggotty è l’altra persona che persiste per tutto il romanzo, è una persona fidata, molto attaccata a David.
Steerforth è un ragazzo ingannevole e seducente, viziato.
Agnes, l’amica fidata di David, e sua consigliera, saggia e prudente; è la donna che alla fine David sposerà.
La zia Betsy Trootwood, è una persona eccentrica, forte di carattere, anche se oppressa da un ex marito.
Il signor Mickawber, è, come David, un uomo temprato dalle avversità della vita, ma, che in ogni caso, anche se finisce varie volte in galera, non perde il suo buonumore, anzi, per la felicità, si permette il lusso di cose di cui non si potrebbe permettere.
Il signor Peggotty è un personaggio di cui si parla poco nella prima parte del romanzo, ma, che nella seconda è un personaggio di notevole rilevanza, visto che, dopo la fuga di Emily, per amore della ragazza, attraversa l’intera Europa, ma alla fine i suoi sforzi non sono vani.
Uriah Heep è uno dei personaggi cosiddetti cattivi, in quanto con l’astuzia e con la scusa di essere umile riesce, morso per morso, a impadronirsi della società del signor Wickfield.

AMBIENTAZIONE: La casa in cui è nato
La scuola di Salem House
La casa del signor Micawber
La casa del signor Wickfield
Londra
COMMENTO
PERSONALE: Il romanzo anche se scritto con un linguaggio un po’ antiquato è molto comprensibile e non annoia, vista la molteplicità del contenuto e dei colpi di scena soprattutto nella parte finale del racconto.Alcuni di questi colpi di scena però, sono un po’ improbabili nella realtà.
Il libro rispecchia la vita vissuta da Charles Dickens: David Copperfield raffigura appunto Charles Dickens; il signor Micawber, magniloquente e squattrinato, imbroglione ma intimamente buono e onesto, è John Dickens, padre dello scrittore, la signora Micawber è la madre di Dickens; l’esperienza di David nel magazzino Murdstone richiama quella vissuta dal piccolo Charles nella fabbrica di lucido da scarpe e così via.
*Charles Dickens: Romanziere inglese (Portsmouth 1812-Gad's Hill, Kent, 1870).
Ebbe un'adolescenza difficile e a nove anni fu messo a lavorare in una fabbrica di lucido; migliorate tuttavia con un'eredità le condizioni familiari, lavorò dapprima in uno studio d'avvocato, poi divenne cronista parlamentare e il migliore stenografo del regno.
Nel 1836 diede alla stampa alcuni saggi con lo pseudonimo di Timothy Sparks; ma furono gli “schizzi”, firmati con lo pseudonimo di Boz, per le vignette di Cruikshank che apparivano in The Old Monthly Magazine e in altre riviste a dargli quella fama consolidata da Posthumous Papers of the Pickwick Club (1836-37; Documenti del Circolo Pickwick) e The Adventures of Oliver Twist (1838; Le avventure di Oliver Twist), pubblicato a puntate in Miscellany di Bentley, come tutte le altre sue opere. Nel 1839 apparve Nicholas Nickleby, fusione del farsesco e del melodrammatico, che sono i due poli entro cui si muove la sua narrativa.
Tentò in seguito la tecnica della novella nella novella, al modo delle Mille e una notte, con i due romanzi The Old Curiosity Shop (1841; La bottega dell'antiquario) e Barnaby Rudge (1841), a forti tinte romantiche.
Nel 1842 visitò gli Stati Uniti, ricavandone le American Notes (1842) e il romanzo satirico Martin Chuzzlewit (1843-44).
Intanto aveva composto nel 1843 il primo dei racconti del Christmas Book (Libro di Natale): A Christmas Carol (Un canto natalizio); scrisse il secondo, The Chimes (Gli scampanii), nel 1844 a Genova, dove s'era trasferito.
Nel 1845 era già di ritorno a Londra a redigere il foglio liberale Daily News (1846) e scrisse il terzo dei racconti natalizi, The Cricket on the Hearth (1845; Il grillo del focolare); le sue impressioni italiane in Pictures from Italy (1846; Quadri dall'Italia), pubblicati sul Daily News; il romanzo Dombey and Son (1846-48); e l'ultimo dei racconti del Christmas Book: The Haunted Man (1848; L'uomo perseguitato). Seguirono i “romanzi sociali”: David Copperfield (1850), una specie di romanzo “confessione”; Bleak House (1852-53; Casa squallida), satira dei tribunali e della loro giustizia; Hard Times (1854; Tempi difficili), critica dell'individualismo economico; Little Dorrit (1856), quadro desolato dello squallore sociale dell'Inghilterra vittoriana.
Seguì una fase di pubblici trionfi e drammi domestici: nel 1858 si separò dalla moglie Catherine Hogarth sposata nel 1836; tenne recitazioni pubbliche delle sue opere in Inghilterra e in America; e visse nell'agiatezza nella casa di Gad's Hill.
Le opere di questo periodo apparvero a puntate in All the Year Round che redigeva dal 1859, e furono composte con estrema meticolosità: sono A Tale of Two Cities (1859; Un racconto di due città), romanzo storico influenzato da Carlyle; Great Expectations (1861; Grandi attese) di cui molto belli sono i capitoli iniziali; e Our Mutual Friend (1865; Il nostro comune amico).
La morte lo colse all'improvviso e gli impedì di finire il romanzo poliziesco The Mystery of Edwin Drood.
La narrativa di Dickens, pur indulgendo talora al sentimentalismo e all'enfasi, venendo così incontro ai gusti di una vasta massa di lettori, contiene un respiro e una vastità di temi, una dimensione così articolata e ricca, da riuscire unica nel suo genere anche per la straordinaria varietà dello stile e per la singolare forza dinamica, la cosiddetta “commedia dickensiana”.
La sua modernità molto deve all'uso sagace del grottesco, del simbolico che trascende il dato realistico, addirittura dell'assurdo, che rese la sua opera cara a Kafka.
Dal punto di vista ideologico, se pure non supera un umanitarismo populista e un cauto riformismo, l'opera del romanziere, che denuncia ingiustizie e prevaricazioni, contiene una critica spietata.

1

Esempio



  



Come usare