Il melting pot

Materie:Appunti
Categoria:Inglese

Voto:

2.5 (2)
Download:174
Data:18.09.2007
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
melting-pot_1.zip (Dimensione: 4.98 Kb)
trucheck.it_il-melting-pot.doc     24.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

THE MELTING POT
American society has been called a melting pot because it is the result of a combination of varios components which have been melted together. The New World has always been considered a land of opportunity. People have always immigrated to America from all the world. European settlement of north America began with the English at the time of the Pilgrim Fathers in the 17th century. They came for different reasons: for religious freedom, to escape hunger and poverity, or just to improve their lives.But when the white settlers began to populate the New World, it was already inhabited by the native Americans, or Americans Indians. Many whites could not accept the Indians as equals and they considered them inferior. They lived on land that the settlers wanteded.
In 1862, Congress passed an act to help farmers. It offered them one hundred and sixty acres of land free if they remained on it for at least five years.. The settlers began moving westwards. In 1870 there were about 200’000 indians living in the West. The white people moved on their lands without any respect for these tribes. The indians were sent to live on reservations.
The slave trade brought thousands of Africans across the ocean in the 17th and 18th century . The slaves were forced to work in the plantations in the southern states. They working and living conditions were terrible and they were considered unintelligent and inferior for the colour of the skin.
During the 19th century the immigration was mainly of European origin: Scots, Welsh, Irish, French, Germans and Hungarians and Poles arrived from central Europe. Life was difficult for the immigrants, they had to work in factories or on farms. In the cities they often lived in poor conditions and many children worked like their parents. During the mid 19th century thouands of Chinese, and later Japanese settled west. They came as railway workers and to exploit gold in Clifornia.
In the 20th century Italian and others southern Europeans left their countries because unemployment and poverty. Many Jews arrived later because of nazi parsecution. More recently, people from south-est Asia have entered the USA to find work and study. Immigration from Latin America, in particular from Mexico, is a wide-spread phenomenon and is often illegal. Even today to get American citizenship immigrants have to pass special tests to show that they can speak, read and write basic English.
THE MELTING POT
La società americana è stata chiamata melting pot.
Questo è perché è il risultato di una combinazione di vari componenti che si sono mescolati insieme. La sistemazione europea nel nord America cominciò con gli inglesi al tempo dei Padri Pellegrini nel XVII secolo. Da questo momento tante altre persone sono venute dal l’ Europa attraverso ondate di immigrazione. La tratta degli schiavi portò migliaia di africani attraverso l’ oceano nel XVII e XVIII secolo. Gli schiavi erano obbligati a lavorare nelle piantagioni del Sud. Il loro lavoro e le loro condizioni di vita erano terribili, essi erano considerati stupidi e inferiori per il colore della loro pelle. Più di qualcos’altro, i bianchi consideravano essi essere di loro assoluta proprietà. Durante il XIX secolo l’ immigrazione fu principalmente di origine europea: Scozzesi, Irlandesi, Inglesi tutti alla ricerca di migliori condizioni di vita. Poi arrivarono francesi, tedeschi,ungheresi e polonie dal centro Europa. Nella metà del XIX cinesi e giapponesi colonizzarono la costa ovest. Essi vennero come ferrovieri e per cercare oro in California. Durante il XX secolo molti altri giunsero, italiani e altri del Sud europeo lasciarono il loro Paese, perché poveri e disoccupati. Molti ebrei giunsero in seguito a causa delle persecuzioni naziste. Più recentemente molta gente dal sud-est dell’Asia è entrata negli usa per trovare lavoro e studiare. Immigrazioni dal Centro America, in particolare dal Messico, sono attualmante, un fenomeno diffuso e spesso illegale.
Europei: l’80% della popolazione è di origine europea. Tra questi, i WASP (bianchi Anglo-sassoni protestanti), il gruppo più privilegiato e ha un ruolo molto importante in politica e economia. Anche gli ebrei occupano una importante posizione, specialmente nel settore della finanza.
Afro- Americani: sono circa 30 milioni di persone. Solo un terzo di essi è integrato nella società. Molti di essi vivono in quartieri poveri.
Ispanici:sono oltre 8 milioni di persone originarie dell’ America Centrale, soprattutto dal Messico. In alcuni stati la lingua spagnola è molto parlata. Essi ancora fronteggiano discriminazioni nel lavoro e l’ assistenza sociale.
Asiatici: sono circa 7 milioni di persone che incrementano il numero ogni giorno. Essi sono impiegati principalmente nel commercio e nei ristoranti. La nuova generazione è molto studiosa e molti studenti riescono a frequentare le più prestigiose università.
Nativi Americani: essi ancora in parte vivono nelle riserve, altri nelle periferie delle città. Alcuni di essi occupano un basso livello della società.
Per quelli che arrivavano L’ America rappresentava una terra di nuove opportunità. Gli immigrati portarono la loro cultura, religione , lingua e tradizioni. All’ inizio essi tendevano a vivere separati e a formare una comunità, ma, dopo essi divennero Americani. Allo stesso tempo essi conservarono le loro tradizioni e la loro cultura, la ricchezza culturale che risultò da questo “melting” di persone oggi è una società multi etnica. Questo non significa, comunque, che tutti i gruppi multi etnici si sono ugualmente inseriti nella via della vita americana. Larghe differenze rimangono in entrambe le società e nei livelli economici. . Anche oggi per ottenere la cittadinanza Americana, gli immigrati devono passare un test speciale per mostrare che essi sanno parlare, leggere e scrivere un inglese base.

Esempio