Compito di storia

Materie:Tesina
Categoria:Generale

Voto:

2.5 (2)
Download:163
Data:27.02.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
compito-storia_1.zip (Dimensione: 3.56 Kb)
trucheck.it_compito-di-storia.doc     21 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

1. Evidenzia le cause della crisi che investì l’Europa negli anni 1873 – 1896 ed evidenzia il mutamento del rapporto tra politica ed economia.
2. Definire il concetto di imperialismo.
3. Tratteggiare i principali eventi del congresso di Berlino.
4. Analizzare le motivazioni che portarono alla crisi della Destra storica e all’avvento della Sinistra.
5. Tratteggiare i caratteri della politica interna ed estera di Depretis.
6. Identificare gli interessi di cui si fece portavoce Crispi e delineare le scelte di fondo del suo esecutivo e i motivi della sua caduta.
7. La politica coloniale italiana (Crispi).
1)
2) E’ la forma che la conquista coloniale assunse nella seconda metà del XIX secolo, sotto lo stimolo dello sviluppo economico e militare delle potenze europee. Si sviluppa in seguito al Congresso di Berlino ( 1878 ), nel quale le principali potenze pianificarono la spartizione dell’Africa e assunsero l’impegno di una risoluzione diplomatica di ogni futura controversia causata dall’espansione coloniale. Sorsero delle dottrine imperialistiche che volevano affermare la superiorità di determinate razze o nazioni nei confronti di altri popoli. L’Inghilterra e la Francia conquistarono moltissimi territori. Tutte le aree disponibili vennero conquistate.
3) Promosso dal primo ministro tedesco Bismark nel 1878; all’ordine del giorno era la Questione d’Oriente. La Bosnia, l’Erzegovina e la Bulgaria si erano ribellate alla Turchia; la Russia continuava la sua avanzata nei Balcani, contro gli interessi di Austria, Francia e Inghilterra; i contrasti erano così forti che era inevitabile uno scontro. Bismark curò gli interessi della Germania: evitò una guerra, ma tenne accese le rivalità tra Austria e Russia; la prima strinse i rapporti con la Germania (1879 : duplice alleanza ). L’Italia fu l’unica nazione ad uscirne a mani vuote e quando la Francia conquistò la Tunisia, l’Italia rischiava l’isolamento politico. Depretis strinse così nel 1882 la triplice alleanza con Austria e Germania: liberava l’Italia da attacchi austriaci, favoriva il commercio con la Germania, ma era uno scacco al Pontefice.
7) Quando Crispi salì al potere, per quanto riguarda la politica estera, volle rialzare le sorti del conflitto abissino. Rinforzò i confini in Africa Orientale, strinse nel 1889 il trattato di Uccialli con il negus Menelik: venne così riconosciuto il protettorato dell’Italia sull’Etiopia e i confini dell’occupazione italiana si estesero fino alle coste del Mar Rosso. Il governo di Crispi cadde nel 189 quando la Francia iniziò “la guerra delle tariffe”.

Esempio



  



Come usare