La rappresentanza

Materie:Appunti
Categoria:Economia

Voto:

2.5 (2)
Download:67
Data:13.12.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
rappresentanza_2.zip (Dimensione: 3.91 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_la-rappresentanza.doc     22 Kb



Testo

LA RAPPRESENTANZA

Nozioni generali
L a rappresentanza è un insieme di regole, dettate dal codice, che disciplina i casi una persona stipula un contratto in nome altrui, cioè un contratto stipulato da una persona ma destinato ad avere effetti nei confronti di un’altra.
Mediante la rappresentanza:
- una persona, il rappresentante, sostituisce un’altra, il rappresentato, nella conclusione di un contratto e dichiara di agire in nome e in sostituzione di quest’ultima, cioè ne spende il nome.
- Gli effetti di un atto che il rappresentante compiei n nome del rappresentato si producono in capo a quest’ultimo.

La rappresentanza volontaria e la rappresentanza legale
La rappresentanza è VOLONTARIA quando una persona conferisce ad un’altra, mediante un atto unilaterale detto procura, il potere di rappresentarla.
La rappresentanza è LEGALE quando la legge stessa indica che un a persona è chiamata ad agire in nome di un’altra, che si trova in condizioni di incapacità legale. Esempi più importanti sono la potestà dei genitori e la tutela dell’interdetto.
Le persone che agiscono per conto di organizzazioni collettive vengono chiamate legali rappresentanti.

La procura
La procura è un atto unilaterale recettizio; attraverso questa viene conferita la rappresentanza volontaria e la procura contiene l’indicazione dei poteri conferiti al rappresentante.
La procura generale:quando concerne qualsiasi affare del rappresentato
La procura speciale: quando concerne determinati affari del rappresentato; può contenere dei limiti.
Il rappresentante non si può compiere gli atti strettamente personali del rappresentato, come il testamento.
La procura può essere conferita in qualsiasi forma, a un incapace legale, purché abbia la capacità di intendere e di volere; chi conferisce la procura deve essere capace di agire.

La procura e il rapporto di base
La procura conferisce i poteri ma non obbliga il rappresentante ad esercitarli. L’obbligo per il rappresentate di agire per conto del rappresentato è una conseguenza del rapporto di base esistente tra i due interessati, che sottostà alla procura e costituisce la ragione giustificatrice del conferimento dei poteri. I rapporti di base che più frequentemente sottostanno alla procura sono: quelli di mandato, di agenzia e di lavoro subordinato.
La procura è molto diversa dal contratto, in quanto quest’ultimo è fonte del rapporto do base, e la prima attribuisce il potere al rappresentato.
L’estinzione della rappresentanza
La rappresentanza si estingue quando:
- si estingue il rapporto di base;
- è svolto il compito per il quale è stata attribuita;
- è scaduto il termine;
- il rappresentante muore o diventa incapace;
- il rappresentante rinuncia;
- il rappresentato la revoca;

Gli effetto della rappresentanza
I poteri del rappresentante
La procura conferisce al rappresentante il potere di agire in nome del rappresentato nei confronti di terzi. Il terzo ha l’onere di accertarsi che il rappresentante abbia effettivamente i poteri. (art. 1393).
Il rappresentato può far sì che il contratto sia efficace nei suoi confronti, come se il rappresentante avesse avuto i poteri necessari, con la ratifica; essa è un atto unilaterale con il quale una persona può appropriarsi degli effetti di un contratto concluso in nome e per conto suo da un’altra persona, che non aveva i poteri.

Esempio