Elementi di Economia Politica

Materie:Appunti
Categoria:Economia

Voto:

1 (2)
Download:381
Data:22.03.2005
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
elementi-economia-politica_1.zip (Dimensione: 10.37 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_elementi-di-economia-politica.doc     42 Kb



Testo

ECONOMIA POLITICA

I titoli di credito sono documenti che incorporano il diritto in esso menzionato (diritto circolare), in modo che essere legittimi possessori di tali documenti significa essere creditori della prestazione in essi menzionata.
La legittimazione è la possibilità di esercitare legalmente e validamente il diritto incorporato che è attribuita al possessore sia esso titolare o meno del credito
I titoli al portatore sono i titoli emessi senza il nome del prenditore non essendo intestati a una persona determinata.
I titoli all’ordine sono i titoli intestati al nome del prenditore con clausola all’ordine o altra equivalente, espressa, oppure inerente alla natura del titolo
La girata è un negozio giuridico con cui il possessore trasferisce il titolo a un’altra persona (giratario)
La carta di credito costituisce uno strumento che consente di effettuare acquisti di beni e servizi presso negozi, agenzie, alberghi convenzionati senza immediato esborso di contante e obbligando l’emittente della carta di credito, che ha l’onere del pagamento.
La carta assegni è un documento di riconoscimento che garantisce i prenditori di assegni rilasciati dal titolare del documento stesso, sull’esistenza della copertura entro limiti prefissati. È rilasciata dalla banca al proprio cliente in modo che questi non incontri difficoltà al momento di effettuare pagamenti a mezzo assegni bancari.
La cambiale è un titolo di credito all’ordine, astratto, formale, completo ed esecutivo contenente la promessa incondizionata di pagare o di far pagare al legittimo possessore una determinata somma nel tempo e nel luogo indicati.
Funzione della cambiale
La funzione economica della cambiale è quella di agevolare il ricordo al credito e di favorire la circolazione della ricchezza futura dei consumatori
Nella Cambiale Tratta: il traente (creditore) da ordine al trattario(debitore) di pagare una somma a una terza persona (prenditore)
Essa è un ordine di pagamento che include tre persone:
Traente: colui che da l’ordine di pagare
Trattario:colui che viene designato a pagare. Diventa obbligato se accetta (con la finna) altrimenti non lo è.
Prenditore: è colui che deve farsi pagare o di pagare un altro soggetto per lui.
La cambiale potrà in seguito essere girata verso un altro creditore che costui potrà fare nei confronti di un altro.
Requisiti della Cambiale
I requisiti essenziali di una cambiale sono: (denominazione di cambiale, sottoscrizione dell’emittente o del traente, promessa o ordine di pagamento, nome del trattario o del primo prenditore, data di emissione.) Tutti questi sono i motivi per i quali la cambiale diventa nulla anche per la mancanza di un solo parametro; La cambiale da obbligazione, diventa una semplice promessa di pagamento o di riconoscimento di un debito, e in oltre deve essere in regola con i bolli.
La girata: si esegue semplicemente apponendo la sottoscrizione di solito sul tergo del titolo, e non può essere sottoposta a condizione, ne parziale. Non è necessario che contenga in nome del giratario: se tale indicazione manca, la girata si dice in bianco e avrà valore con la semplice consegna(della persona che la possederà alla scadenza).
L’Accettazione: è un atto tipico della cambiale tratta consistente nella sottoscrizione apposta dal trattario sul titolo con la quale egli assume l’obbligo di pagare la somma indicata nel titolo e diviene obbligato principale.
La mancanza di Accettazione: comporta che per il pagamento nei confronti del prenditore,sarà responsabile il traente e i giranti (di regresso).
Emissione: è quando il traente dopo aver sottoscritto la cambiale, la consegna al prenditore. —Di conseguenza trattario e traente si assumono la responsabilità di pagamento.
Pagamento
La cambiale va pagata al momento della scadenza, se questo giorno cade in uno festivo si avrà tempo entro i prossimi due giorni feriali recandosi nel luogo segnalato nella cambiale stessa.
Ci sono 2 tipi di Obbligati:
-obbligati principali: che sono emittente del pagherò , trattario che ha accettato la tratta.
-obbligati di regresso : che sono i traenti e i giranti
Il pagamento della cambiale da luogo all’estinzione delle obbligazioni.
Mancato Pagamento: Azioni
Nel caso di mancato pagamento il portatore di titolo può rivolgersi all’autorità giudiziaria per ottenere la realizzazione del suo diritto (AZIONE).
L’azione attiva un procedimento giudiziario sotto il controllo del giudice. Una delle azioni che si possono esercitare sono le “cambiarie” che possono essere di regresso o dirette.
• L’azione diretta viene esercitata dal possessore del titolo contro l’obbligato principale. Se la cambiale non è in regola con i bolli perde la sua esecutività, quindi l’azione diretta è possibile passando dal processo di cognizione.
• L’azione di regresso viene esercitata contro gli obbligati di regresso e può attuarsi prima della scadenza quando ad es. si rifiuta o alla scadenza per il mancato pagamento previo il protesto.
Protesto: è un atto pubblico, compiuto da un Notaio o da un ufficiale giudiziario, che attesta l’avvenuta presentazione della cambiale e il rifiuto da accettazione o di pagamento.
Il notaio si presenta al domicilio del trattario del Vaglia e chiede il pagamento. Se l’obbligato si rifiuta vengono scritti i motivi del rifiuto sulla cambiale e formalizza il Protesto.
L’Assegno bancario è un titoli di credito all’ordine o al portatore, formale e completo, contenente l’ordine rivolto a una persone (traente) ad una banca (trattario) di pagare a vista una somma determinata al beneficiario. È un ordine che fa una persona, per esempio acquistando un auto, alla sua banca di pagare una det. somma verso un altro soggetto (ad es. il proprietario dell’autosalone).
Moneta: tutto ciò che viene considerato mezzo generale per il pagamento per l’acquisto di beni o per l’estinzione di debiti.
La moneta cartacea è un simbolo il cui valor è frutto di una convenzione poiché la materia di cui è composta è priva di un valore intrinseco.
Biglietti a corso forzoso cioè non sono convertibili in oro e hanno un potere liberatorio illimitato, perché devono essere accettate da tutti in pagamento per disposizione di legge.
Le banconote hanno un corso legale, cioè devono essere accettate da tutti in pagamento per disposizione de legge. La moneta si divide in tre tipi per il pagamento : moneta legale, moneta commerciale e moneta bancaria.
La Moneta Legale è costituita dalle banconote emesse dalla banca che non hanno un valore per il loro materiale ma per il valore a loro attribuito.
La Moneta Bancaria è costituita dai depositi bancari ovvero moneta legale,cambiali ,crediti, depositati presso una banca
La Moneta Commerciale consiste principalmente nelle cambiali.
L’assegno Circolare è un impegno che ha la banca di pagare a vista a una persona per una det. somma.
Circolazione della moneta: Una grande differenza tra moneta legale e moneta bancaria è che quella legale ha corso forzoso e legale mentre quella bancaria e commerciale hanno corso fiduciario, cioè chi accetta un pagamento con moneta a corso fiduciario significa che mostra fiducia nella solvibilità.
Liquidità: è la capacità della moneta di essere utilizzata per acquistare beni e servizi.
La moneta a corso legale viene emessa dalle autorità monetarie pubbliche ovvero la Banca centrale. Lo stato chiede moneta quando non è in grado di provvedere alle proprie spese ordinarie con i tributi.
In cambio del debito lo stato rilascia dei titoli ad es. i Bot.
L’ inflazione è la tendenza ad un continuo aumento generale dei prezzi dei bene e servizi con conseguente diminuzione del potere di acquisto della moneta. Il fenomeno contradditori è la deflazione.
Le banche sono imprese che raccolgono denaro dei risparmiatori per prestarlo,dietro compenso, a chi ne ha bisogno. Chiedono prestiti alla Banca d’Italia per aumentare la loro disponibilità di moneta da prestare.
Tasso ufficiale di sconto: è l’interesse che si fa pagare la banca centrale per l’emissione del prestito monetario. Questo tasso è il costo attribuito al denaro sia per le banche che per i suoi clienti: le banche adeguerà il saggio (libero di sconto) da fare pagare ai suoi clienti in misura maggiore a quello del tasso di sconto ufficiale,(per trarne del guadagno) altrimenti i costi delle banche sarebbero maggiori a quello dei ricavi. Questo tasso è fissato dalla banca europea con l’accordo di altre banche nazionali.
Se un cliente, in possesso di una cambiale, ha bisogno del denaro prima della scadenza della stessa potrà avere il denaro anticipatamente recandosi in banca e farsi “scontare” la cambiale; però la banca che effettuerà questa operazione detrarrà dalla somma una percentuale pari al saggio libero di sconto(sempre per trarne guadagno). La banca aspetterà la scadenza della cambiale e ritirerà l’intera somma + la percentuale detratta dal cliente, se non può anch’essa aspettare fino alla scadenza potrà riscontarla alla banca d’Italia pagando il tasso Ufficiale di sconto (+basso di quello fatto pagare al cliente).
Rapporti con l’Estero: se le esportazioni superano le importazioni in un paese si avrà un incremento della moneta nazionale. Es. se l’Italia esporta pasta agli USA, gli stessi pagheranno in dollari, allora l’Italia cambierà i dollari in €(stampare nuove banconote) e se la stessa Italia importa dalla Corea materiale elettronico dovrà pagare in dollari e quindi ricambierà gli € in dollari. Quindi la moneta nazionale Italiana avrà + valore. (se IMPORT

Esempio