analisi di bilancio per indici

Materie:Appunti
Categoria:Economia

Voto:

2 (2)
Download:1386
Data:28.03.2006
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
analisi-bilancio-indici_5.zip (Dimensione: 4.3 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_analisi-di-bilancio-per-indici.doc     24.5 Kb



Testo

L’ ANALISI DI BILANCIO PER INDICI

Il bilancio d’esercizio da una visione sintetica della situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell’azienda. Il bilancio d’esercizio è rivolto ai soci, per controllare l’andamento della società, a terzi, creditori o futuri azionisti, allo stato, per le imposte e all’INPS, per la previdenza sociale. Le analisi di bilancio sono particolari tecniche che permettono di conoscere ed interpretare la gestione economico-finanziaria della gestione aziendale. L’analisi di bilancio nn riguarda solamente le analisi ke compie l’azienda sulla propria gestione (analisi interna) ma bisogna considerare anche i punti di forza e di debolezza dei principali clienti e fornitori (analisi esterna). Le analisi di bilancio hanno lo scopo di valutare la situazione economica (redditività), finanziaria (liquidità) e patrimoniale (rapporto fonti/impieghi) della società. Può essere di due forme per indici o per flussi: l’analisi di bilancio per indici si attua mediante la costruzione di una serie di relazioni numeriche tra valori; gli indici di bilancio, dunque, sono numeri che consentono di cogliere e di valutare in maniera sintetica importanti aspetti dei fenomeni d’impresa. Le analisi di bilancio per indici si possono classificare in:
• Puntuali (viene valutato solo il singolo anno).
• Temporale (mette a confronto dati di più anni).
• Settoriali (mette a confronto dati delle aziende nello stesso settore).

L’analisi economico-finanziario della gestione attraversi i bilanci è caratterizzata dalla successione di 4 fasi operative:
• La revisione del bilancio da sottoporre ad analisi: la prima fase è una procedura che mira a dare un giudizio sul grado di creditibilità del bilancio. L’analisi revisionale è quasi sempre un analisi interna in quanto gli organi incaricati della revisione devono poter disporre della contabilità aziendale. L’analista esterno dovrà fidarsi delle attestazioni contenute nelle relazioni delle società di revisione.
• Nella riclassificazione del bilancio si rielaborano i valori dello stato patrimoniale e del conto economico al fine di poter ottenere una struttura funzionale all’analisi:
o Stato patrimoniale riclassificato: gli impieghi sono composti dall’attivo corrente (liquidità immediate, differite e disponibilità di magazzino), dall’attivo immobilizzato (immobilizzazioni materiali, immateriali e finanziarie) e dal capitale investito. Le fonti invece sono costituite dal capitale di terzi (passività correnti, passività consolidate) e dal capitale proprio.
• La scelta e il calcolo degli indici da impiegare nelle analisi: bisogna notare bene che la qualità delle analisi nn sono legate alla quantità di quozienti calcolati, in quanto, una massa eccessiva di dati potrebbe fuorviare la formulazione delle conclusioni.
• Il coordinamento degli indici e la compilazione di una relazione interpretativa.

L’analisi di bilancio per indici di un azienda si svolge mediante l’analisi delle tre situazioni aziendali:
• L’analisi della situazione patrimoniale-finanziaria impiega gli indici di composizione degli impieghi, che indica il grado di rigidità del capitale dell’azienda, il leverage, indica se l’azienda è ben capitalizzata (maggioranza capitale proprio su qll di terzi) o meno, il quoziente di copertura delle immobilizzazioni, indica se l’azienda ha una struttura equilibrata (maggioranza di capitale immobilizzato o no).
• L’analisi della situazione di liquidità impiega gli indici di rotazione, che determina quante volte l’azienda rinnova i propri impieghi con le vendite, il quoziente di disponibilità, che indica se l’azienda è liquida nel breve termine e il quoziente di liquidità che indica se l’azienda e liquida nel brevissimo termine (differenza data dal magazzino).
• L’analisi della situazione economica impiega gli indici di redditività come il ROE, il ROI, il ROD, il ROS e l’IGEC. Affinché l’azienda sia redditizia gli indici devono essere positivi e possiamo notare, in caso di ROD molto inferiore al ROI, la possibile formazione dell’effetto leva ovvero della capacità dell’azienda di tollerare un ulteriore indebitamento che porterebbe poi ad un aumento della redditività.

Esempio



  


  1. arianna

    schema di sintesi per il coordinamento degli indici di bilancio


Come usare