Reticolo endoplasmatico

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

1 (2)
Download:301
Data:06.04.2007
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
reticolo-endoplasmatico_3.zip (Dimensione: 6.2 Kb)
trucheck.it_reticolo-endoplasmatico.doc     32 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

RETICOLO ENDOPLASMATICO RUGOSO
Ha un aspetto granulare dovuto ai ribosomi attaccati alle membrane dell’organulo. E’ costituito da una serie di sacchetti appiattiti e ha due funzioni principali,quella di offrire una maggiore estensione di membrane e di assemblare le proteine secrete(es. anticorpi, i cui polipeptidi vengono sintetizzati dai ribosomi che in seguito si assemblano diventando proteine funzionali). I fosfolipidi sono assemblati dai suoi enzimi ciт permette alle membrane del reticolo di allungarsi entrando alle volte in contatto con altri organuli. La sintesi e l’impacchettamento di una proteina avviene nel seguente modo: il polipeptide a mano a mano sintetizzato passa nel reticolo, poi gli vengono attaccate corte catene di zuccheri formando una glicoproteina, quando la molecola и pronta per essere espulsa dal reticolo viene racchiusa dentro un sacchetto chiamato vescicola di trasporto che si stacca dal reticolo fino ad arrivare all’apparato di Golgi.

RETICOLO ENDOPLASMATICO LISCIO
Questo comunica direttamente con il reticolo endoplasmatico rugoso. E’ una serie di tubuli senza ribosomi, molte delle sue funzioni sono dovute alla presenza di enzimi nella membrana, una di queste и la sintesi dei lipidi, acidi grassi, steroidi e fosfolipidi, un’altra и di immagazzinare ioni di calcio(necessari nel tessuto muscolare x le contrazioni). Nel nostro corpo и soprattutto presente nel fegato dove perт ha funzioni diverse, come quella di regolarizzare l’afflusso di zuccheri nel sangue e di demolire le sostanze nocive che troviamo assumendo anfetamine e antibiotici. Potrebbero esserci degli effetti indesiderati quando le cellule epatiche reagisco ai farmaci,x esempio x ottenere un certo effetto si devono assumere dosi sempre piщ grandi di un certo farmaco oppure spesso gli enzimi del reticolo liscio non riconoscono quali sostanze estranee devono demolire e cosм va a finire che ne demoliscono una grane varietа.

APPARATO DI GOLGI
Golgi era uno dei piщ importanti biologi italiani che inventт una nuova tecnica x colorare le cellule, cioи anneriva certe parte con l’argento che si mettono in evidenza. Questo apparato и costituito da una serie di sacchetti appiattiti formati da membrane. Ed и considerato un po’ come il posto dello stoccaggio delle cellule. Una cellula puт ne contenere anche a centinaia dipende da quanto и attiva la sua produzione di proteine. Svolge diverse funzioni a stretto contatto con il reticolo endoplasmatico. Immagazzina molecole e porta a termine la loro elaborazione (accoglie e modifica le sostanze elaborate dal reticolo endoplasmatico). L“ingresso” si trova dove entrano le vescicole di trasporto le quali trasportano x esempio la glicoproteina che verrа modificata dal punto di vista chimico, con lo scopo di contrassegnarle x poi suddividerle a seconda della loro destinazione. Qst molecole passano da un sacchetto all’altro dell’apparato attraverso le vescicole di trasporto. L“uscita” dell’apparato serve da deposito dove i prodotti finiti possono essere espulsi dalla cellula o diventare parte della membrana stessa.

LISOSOMI
Quarto componente del sistema interno delle membrane и prodotto dal reticolo endoplasmatico e dall’apparato di Golgi. I Lisosomi (struttura in grado di demolire) contengono enzimi digestivi, idrolitici chiusi in un sacchetto circondato da membrane. La membrana lisosomiale racchiude in uno specifico scompartimento gli enzimi idrolitici isolandoli dal resto del citoplasma. Senza i lisosomi la cellula non potrebbe digerire. Essi hanno diversi tipi di funzioni digestive. Molte cellule inglobano le sostanze da digerire in vaculi alimentari (sacchetti citoplasmatici) e i lisosomi si fondono con qst’ultimo mettendo in contatto le sostanze cn gli enzimi idrolitici, in seguito piccole sostanze formatesi con la digestione, cm gli amminoacidi, escono dai lisosomi e vengono poi riutilizzate dalla cellula. Partecipano anche alla distruzione di batteri nocivi(x esempio ingeriti dai globuli bianchi e nei vaculi alimentari distrutti dai lisosomi). I lisosomi possono inoltre inglobare degli organuli danneggiati, senza recare danni alla cellula, per poi mettere a disposizione le sue molecole x la formazione di un nuovo organulo. Essi hanno anche un ruolo importante nello sviluppo dell’embrione distruggendo le membrane delle cellule interdigitali.

VACUOLI
Sono sacchetti che fanno parte del sistema di membrane interne, hanno dimensioni diverse e svolgono molteplici funzioni. Il vacuolo centrale puт funzionare come un lisosoma e se si riempie d’acqua o assorbe sostanze di rifiuto del metabolismo cellulare o sostanze chimiche essenziali, aumenta le dimensioni della cellula. Prendiamo in esame il Paramecium, и un organismo che si nutre di batteri, al suo interno и presente un tipo particolare di vacuolo, il vacuolo contrattile, esso raccoglie dalla cellula l’acqua in eccesso e poi la espellono dall’esterno, qst processo и fondamentale xkи senza l’espulsione dell’acqua il liquido cellulare diventerebbe troppo diluito x consentire i processi vitali. Quindi и importantissimo per mantenere costante l’ambiente cellulare interno.

SINTESI DEI PROCESSI NEL SISTEMA INTERNO DI MEMBRANE
Le connessioni strutturali collegano tra loro la membrana nucleare il reticolo endoplasmatico liscio e quello rugoso. Le connessioni funzionali avvengono via via che le vescicole danno origine a vacuoli e lisosomi. Alcune vescicole di trasporto si fondo con la membrana cellulare e mettono in comune con loro le proprie membrane. Un prodotto del reticolo endoplasmatico infatti puт uscire dalla cellula senza attraversare alcuna membrane in quanto il vacuolo fondendosi con la membrana cellulare libera verso l’esterno le sostanze che trasporta.

CLOROPLASTI
Presenti nelle piante svolgono il processo della fotosintesi, essi sono dunque convertitori di energia in modo che possa essere utilizzata dalle cellule. Nelle loro strutture interne possiamo vedere un sistema di energia solare efficientissimo. E vi sono alcune membrane interne che lo suddividono in tre compartimenti. Uno dei compartimenti, quello racchiuso della membrana interna contiene un liquido denso detto stroma e una rete di tubuli e dischi concavi formati da membrane, i quali si dispongono in pile dette grani(che catturano l’energia solare). Lo spazio interno tra i tubuli e i dischi consiste in un altro compartimento.L’ultimo и quello tra la membrana interna ed esterna.

MITOCONDRI
Sono organuli che convertono l’energia in modo da essere utilizza dalle cellule. Svolgono il processo di respirazione delle cellule , in cui l’energia chimica degli alimenti viene convertita in energia chimica ATP(adenosina trifosfato) con la funzione di combustibile x le cellule. La sua struttura и ben adatta alla sua funzione. E’ racchiuso da due membrane e diviso in due compartimenti. Lo spazio tra le due membrane forma un compartimento pieno di liquido mentre il secondo racchiude dalla membrana interna contiene un liquido detto matrice mitrocondriale nella quale avvengono la maggior parte delle sue funzioni. La membrana intera presenta molte pieghe, dette creste, aumentano l’area superficiale della membrana favorendo la produzione di ATP.

Esempio



  



Come usare