Appunti sulla parete cellulare

Materie:Appunti
Categoria:Biologia
Download:177
Data:16.07.2000
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
appunti-parete-cellulare_1.zip (Dimensione: 4.37 Kb)
trucheck.it_appunti-sulla-parete-cellulare.doc     23 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

L a p a r e t e

• In alcune specie è ricoperta da una capsula.
• E’ costituita da peptidoglicano (mureina): complesso eteropolimero (parte peptidica di 4 amminoacidi più parte glicidica di 2 caroidrati azotati, Nacetilglucosamina e acido Nacetilmuramico, uniti con legame i - glicosidico).
• Sono anche presenti lipidi, proteine e polisaccaridi.
• La diversa struttura parietale condiziona la colorazione di GRAM.
• POROSITA’: conferisce ai componenti della parete la capacità di trattenere o meno il complesso cristal – violetto – iodio.
• Essa è influenzata dalla conc lipidica (elevata nei GRAM (-) rispetto ai GRAM (+).
• Il trattamento con alcol distrugge la componente lipidica alterando la permeabilità.
• Ha funzione protettiva e determina la forma della cellula.

L a m e m b r a n a

• La cellula ha bisogno di scambiare sostanze con l’ambiente circostante.
• La membrana seleziona e controlla i materiali che entrano ed escono dalle cellule.
• E’ formata da un doppio strato di lipidi (fosfolipidi) attraversato da proteine.
• E’ semipermeabile. Le sostanze tendono a distribuirsi uniformemente ai due lati della membrana in modo da raggiungere le condizioni di equilibrio, con gradiente di concentrazione pari a zero.
• La facilità (velocità) di passaggio delle sostanze dipende:
• dalla grandezza delle molecole che costituiscono la sostanza;
• dalla polarità delle molecole che costituiscono la sostanza.
• Le molecole piccole e apolari attraversano facilmente lo strato di grassi (fattore sterico e di solubilità).
• Le molecole piccole si infilano più facilmente tra le altre (es.H2O è polare ma piccola e passa con relativa facilità, lo zucchero è non troppo grasso e passa lentamente, molecole più grandi di una di zucchero non passano).
• Una molecola apolare si scioglie nello strato interno della membrana formato dalle code dei grassi (ad esempio le molecole polari restano legate da legami elettrostatici e legami idrogeno alla matrice acquosa esterna alla cellula; gli ioni sono piccoli ma il guscio di idratazione ne aumenta notevolmente il volume).
• La cellula può modificare le molecole per trattenerle al suo interno (ad esempio la fosforilazione dello zucchero: H3PO4 in H2O porta due cariche (-) ==> lo zucchero si polarizza H2O ==> non è più solubile nel grasso della membrana che non viene attraversata).
• Le modifiche costano energia.
• Ruolo delle proteine della membrana:
- alcune formano dei canali che accelerano il passaggio dei soluti; l’interno polare dei canali consente un trasporto (“passivo”) nella direzione resa possibile dal gradiente.
- altre funzionano come pompe Na – K, scegliendo le molecole da trasportare e la direzione del trasporto (“attivo”) contro gradiente.
• La pompa ha due conformazioni:
• aperta verso l’interno con alta affinità per Na+ e bassa per K+ .
• aperta verso l’esterno con alta affinità per K+ e bassa per Na+.
• Il cambiamento di conformazione richiede consumo di energia. Permette di mantenere un’alta [K+] all’interno e un’alta [Na+] al suo esterno.
• Le molecole grandi entrano ed escono dalla cellula racchiuse in sacchetti formati da membrana.

I f l a g e l l i
• Sono gli strumenti della locomozione dei batteri.
• Sono come minuscole fruste ce vengono agitate da un “ruotare” che si trova alla loro base.
• Se ruotano in senso antiorario, formano ulna specie di elica che spinge in avanti il batterio. Se ruotano in senso orario si separano impartendo ulna andatura casuale, che fa cambiare continuamente direzione al batterio.
• Il “MOTORE ROTANTE”, alla base del flagello, è inserito nella membrana ed è collegato alla parte esterna del flagello da un asse di trasmissione e da un gomito flessibile.
• Il “motore” ruota velocemente sfruttando un gradiente di concentrazione come fonte di energia .
• I cilindri proteici in cui è inserito il flagello servono a chiudere ermeticamente la parte cellulare durante la rotazione.

Esempio



  



Come usare