La genesi delle crociate

Materie:Appunti
Categoria:Storia
Download:100
Data:07.12.2000
Numero di pagine:6
Formato di file:.txt (File di testo)
Download   Anteprima
genesi-crociate_1.zip (Dimensione: 4.06 Kb)
trucheck.it_la-genesi-delle-crociate.txt     9.36 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

--------------------------------------------------------------------------------

La genesi delle crociate

Per crociata si intende qualsiasi intervento militare volto a sconfiggere i musulmani,infatti la prima delle crociate non fu quella in Oriente,ma ce ne furono due anteriori che ne posero le basi:quella delle repubbliche marinare di Genova e Pisa che presero ai musulmani Baleari,Corsica e Sardegna e successivamente,nel XI secolo,la riconquista di parte della penisola Iberica e la formazione di una nuova regione:la Pastiglia;questa vittoria fu dovuta alla disorganizzazione e al frazionamento all’interno del mondo islamico.Queste vittorie permisero al papa UrbanoII,nel 1095 a Clermont,di fare un discorso in cui mostrт la necessitа di un intervento armato in Terra Santa,attribuendo ai musulmani, alcuni maltrattamenti che venivano fatti ai cristiani in Terra Santa.Con la promessa della remissione dei peccati il popolino fu attratto dall’impresa,anche perchй,intorno al mille,pensando che il mondo dovesse finire,tutti pensavano a purificarsi dai propri peccati.Anche i cavalieri parteciparono in massa perchй alla base della loro economia era il feudo,che ormai andava scomparendo a causa del commercio,attivitа piщ dinamica e redditizia,pensarono di poter ricostruire quella economia feudale, propria dei carolingi,in Terra Santa in caso di vittoria.i cavalieri avevano anche un altro motivo per combattere contro i musulmani:la loro violenza,desiderio di fama e bottino era continuamente frenato dalla Chiesa e in Terra Santa,trovarono una valvola di sfogo.

La prima crociata e la conquista di Gerusalemme

L’anno dopo il discorso di Urbano,1096,partм la prima crociata.Coi bizantini fu stipulato un patto nel quale i crociati si impegnavano a restituire i territori appartenuti all’impero che sarebbero stati liberati e l’imperatore di Bisanzio li avrebbe fatti circolare per l’impero.La crociata popolare popolare si risolse in un fallimento:il desiderio di combattere per conquistare la remissione dei peccati venne sfogato contro gli ebrei.I cavalieri furono l’unica arma efficiente della crociata.All’inizio fu dura per i crociati portare avanti l’impresa,ma nel 1098,finalmente,riuscirono a prendere Antiochia,la capitale dei Turchi,la perdita di questa cittа inflisse ai Turchi un duro colpo,ma non bastт,perchй nel 1099 i crociati posero l’assedio a Gerusalemme e dopo un mese fu conquistata.La vittoria,considerata impossibile,galvanizzт la chiesa e tutta la cristianitа,ma questa era dovuta alla disorganizzazione dei musulmani,che poi,nella III crociata,avrebbero attuato una contro-offensiva vittoriosa contro i crociati.Intanto,le conquiste dei crociati vennero organizzate in quattro stati latini,nei quali i cavalieri poterono ricostituire la loro economia feudale e mantenere una forza tale da resistere a eventuali attacchi.I rifornimenti erano garantiti soprattutto dalle repubbliche marinare italiane,che nelle cittа marittime in Terra Santa ottennero quartieri interi.

Gli ordini cavallereschi e in particolare i Templari

Ordine cavalleresco,anche se non lo si puт definire semplicisticamente tale,perchй gli adepti erano anche monaci:dei monaci guerrieri.Il loro ordine fu fondato nel 1118 secondo la leggenda,ma il riconoscimento ufficiale vi fu nel 1128:al consiglio di Troyes.La leggenda narra che due cavalieri siano arrivati da Baldovino,a Gerusalemme quando fu presa durante la I crociata,su uno stesso cavallo e che Baldovino li ospitт nel tempio di Salomone(da cui il nome).E infatti il loro simbolo fu sempre un’icona che raffigura due cavalieri su un destriero.

L’ordine si stabilм a Gerusalemme,fu il piщ agguerrito nella lotta contro i musulmani,ma di contro essi cercarono di fondersi con loro.

Fu forse questo che convinse Filippo il Bello,re cattolico di Francia a sterminarli,avendo visto che la loro utopia si andava realizzando.
Il loro desiderio era di poter avvicinare la cultura cristiana a quella musulmana cercando d’eliminare quelle sanguinose crociate.Pare che vi fossero tanto vicini da essere nominati "eretici" per il fatto che essi,vivendo negli stati latini d’Oriente,comunicassero con i musulmani.Naturalmente i sovrani corsero ai ripari e particolarmente Filippo il Bello,re di Francia,ma puт anche darsi che il sovrano ne ordinт lo sterminio per impadronirsi dell’immenso tesoro che i Templari accumularono di ritorno dalle crociate.Divennero cosм ricchi perchй tutti i capitali europei che si trovavano in Terra Santa,dopo la sconfitta,dovettero essere riportati in Europa;gli incaricati per questo compito furono i Templari,l’armata piщ temibile di quei tempi e quindi la piщ sicura e adatta a questo compito.

I loro servigi avevano un prezzo perт e grazie ad esso riuscirono a fondare una catena di banche e con altri investimenti diventarono presto ricchissimi.Nel 1307 quando Filippo fece arrestare tutti i cavalieri e nel 1314 quando li condusse al rogo non pensт di certo che la loro opera sarebbe rimasta impressa nella storia e che su di loro si creт una leggenda,vera o meno che sia.

I Templari erano sottoposti a rigide regole,dovevano essere pronti alla guerra come gli altri ordini,ma in piщ loro non "dovevano avere una loro volontа",perchй ciт che loro facevano era la volontа di Dio,del quale il Papa era il rappresentante in Terra;inoltre non dovevano avere beni propri e dovevano rimanere sempre in Terra Santa,anche fra una guerra e l’altra.Quando i crociati furono definitivamente sconfitti essi dimenticarono queste regole.La loro leggenda si fonda sul fatto che nel 1314,anno del rogo dei Templari,alcuni di essi riuscirono a salvarsi,chi andт in Inghilterra,chi nelle parti piщ remote della Germania,chi in Italia,ma poi sembra che ritornarono tutti in Francia.Qui rifondarono segretamente l’ordine dei Templari,al quale si pensa che sarebbero appartenuti anche personaggi importanti della storia francese.

Le altre crociate e la disfatta

La II crociata—Le sconfitte subite dai musulmani nella I crociata furono dovute alla scarsa organizzazione,come detto prima,ma riuscirono a superare questo stato e a riprendere parte dei territori conquistati.Nel 1144 ripresero Emessa e quindi il papa Eugenio III fu costretto a bandire la II crociata, ma l’imperatore di Francia e quello Bizantino,che avrebbero dovuto fare un attacco combinato,non si incontrarono,perchй il primo subм un’imboscata e il suo esercito fu decimato e il secondo perse contro i musulmani a causa della mancanza delle forze promesse dal re Franco.

La III crociata—Saladino conquistт l’Egitto,cosм il regno si andava sempre piщ ingrandendo,mentre il regno latino dei crociati si trovava circondato su tre lati dai musulmani e aveva anche perso Gerusalemme e altre cittа,cosм Gregorio VIII bandм la III crociata nel 1187.Nonostante il fatto che parteciparono il sovrano di Inghilterra,Riccardo Cuor Di Leone,quello di Francia e l’imperatore di Germania,Barbarossa gli eserciti dei tre sovrani non ottennero altro che una tregua con Saladino,che intanto era salito al trono.

La IV crociata—Bandita nel 1202,i crociati non tolsero la Terra Santa ai Turchi,perт entrarono a Costantinopoli.Dunque questa crociata aveva annientato l’impero bizantino,anche se nel 1261 i bizantini riuscirono a riprendere la capitale.

La V crociata—1217,i crociati partirono per conquistare il porto di Danietta in Egitto,la crociata fallм perchй non arrivarono mai i rinforzi promessi da FedericoII di Germania,che fu scomunicato.

La VI crociata—1228,Federico II partм per questa crociata,dove riuscм a prendere Gerusalemme,Nazareth e altre cittа senza combattere,ma solo con l’aiuto della diplomazia,la chiesa non accettт le sue conquiste,perchй era stato scomunicato e gli mandт incontro anche un esercito a combatterlo.

La VII crociata—1248,Luigi IX,re di Francia,organizzт e finanziт la crociata.Il re perт subм una grossa sconfitta al Cairo e fu catturato,dovette quindi ridare Damietta,precedentemente conquistata,ai musulmani e pagare un milione di scudi per tornare in libertа.

L’VIII crociata—L’ultima crociata,voluta dal re D’Aragona,Giacomo I fallм perchй una tempesta danneggiт la spedizione prima che arrivasse.

Ci furono altri modesti tentativi di riconquista da parte dei crociati che perт fallirono.

Il bilancio delle crociate

Il bilancio delle crociate и sicuramente negativo:in primo luogo si inasprirono i contatti fra i musulmani e i cristiani,che portarono a una completa scissione fra i due mondi e anche gli stessi rapporti con i bizantini vennero ulteriormente inaspriti,seppure giа resi difficili dallo scisma,con l’entrata dei crociati a Bisanzio.In secondo luogo la perdita di vite umane fu notevolissima,soprattutto fra cavalieri e feudatari,ma annullarono una forza di contrappeso che spianava la strada per la nascita delle monarchie.Per quanto riguarda i guadagni delle repubbliche marinare italiane,vi sono opinioni contrastanti,molti reputano le crociate addirittura un episodio che danneggiт le repubbliche marinare,in quanto giа vi erano rotte commerciali aperte per l’oriente e piщ che altro il loro guadagno nelle crociate stava nel fatto che i cavalieri avevano bisogno di ingenti rifornimenti,ma le popolazioni del luogo avevano giа ciт di cui c’era bisogno.D’altra parte c’и chi giudica le crociate come un fatto positivo per le repubbliche,in particolare Venezia,perchй portarono a un insediamento piщ radicale di queste in Terra Santa e a una conseguente presenza,che per molto tempo sarebbe risulterа irremovibile.

Esempio