I regni romano-barbarici e l'impero bizantino

Materie:Appunti
Categoria:Storia

Voto:

1 (4)
Download:1229
Data:26.02.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
regni-romano-barbarici-impero-bizantino_2.zip (Dimensione: 7.56 Kb)
trucheck.it_i-regni-romano-barbarici-e-l-impero-bizantino.doc     40 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

I REGNI ROMANO-BARBARICI E L’IMPERO BIZANTINO

1. Una nuova fase storica
Medioevo → ( = età di mezzo) gli storici indicano un periodo di circa mille anni compreso tra la fine del mondo antico e l’inizio dell’età moderna.
Per lungo tempo è stato considerata solo un’epoca di decadenza, ma oggi ne vengono rivalutati gli elementi di originalità e il ruolo di determinare nella formazione delle radici della società europea moderna.
2. La fine della centralità del mediterraneo
A partire dai primi secoli del Medioevo si verificarono profondi cambiamenti geopolitica: l’Africa settentrionale e i territori della parte orientale dell’impero, da secoli legati alla storia di Roma, iniziano a seguire vie proprie, mentre territori e popoli situati oltre il confine nord-occidentale entrano a pieno titolo nella storia d’Europa.
3. La crisi economica e il declino della città
Tra il VI e il VII secolo, l’Europa occidentale vive una grave crisi demografica causata da invasioni, carestie, pestilenze. La vita cittadina declina, mentre paludi e foreste sostituiscono parte della campagna ormai abbandonata. I commerci si bloccano e si diffonde un’economia di pura sussistenza.
4. I regni romano barbarici
I regni romano-barbarici sorgono nella parte occidentale dell’impero e vengono chiamati così perché erano dominati da sovrani barbarici ma amministrati da personale romano.
L’ordinamento sociale non cambia: l’aristocrazia mantiene i suoi privilegi, mentre i contadini vedono solo cambiare il proprio padrone.
VANDALI → sulle coste africane, Corsica e Sardegna
FRANCHI → Gallia (Francia settentrionale)
VISIGOTI → Gallia meridionale e Spagna
BURGUNDI → valle del Rodano (Germania)
SVEVI → Portogallo e Spagna nord-occidentale
OSTROGOTI → Italia
BRITANNI → si spostarono dall’Isola della Gran Bretagna al nord della Francia per lasciare il posto ai sassoni, angli e celti.
Romani-barbarici → convivenza pacifica
Gli aristocratici romani continuano a essere proprietari del terreno. La fusione però non è stata indolore a causa della religione.
Romani → religione cattolica
Barbari → convertiti al cristianesimo, però avevano aderito all’arianesimo (Gesù mediatore tra padre e popolo, profeta)
5. Il regno dei Franchi
I Franchi, stanziati in Gallia, erano guidati da Cloedoveo, che si era convertito al cattolicesimo e attuò una politica di integrazione tra barbari e gallo-romani.
6. L’impero romano d’Oriente
Costantinopoli → capitale
L’impero romano d’oriente riuscì a tenere lontano i barbari con l’aiuto dei sauri (Anatolia-Turchia) e riuscì a sopravvivere grazie a:
1. la vita cittadina era molto più attiva grazie ai commerci
COMMERCI → SOLDI → AVERE ESERCITO EFFICIENTE → TENERE LONTANO BARBARI
2. il cuore dell’impero è il palazzo imperiale
l’impero era costruito come una città dentro un'altra città
imperatore = basileus = potere assoluto, difensore dello stato romano, protettore della religione
→ l’impero romano d’oriente tenne saldo quello che l’impero d’occidente perdeva. La lingua ufficiale era il greco.
7. GLI OSTROGOTI IN ITALIA
Gli ostrogoti spedirono in Italia Teodorico, che voleva avere tutto il potere nelle sue mani, per prendersi l’Italia, che era il centro commerciale sul Mediterraneo, quindi aiutò gli aristocratici, i nobili e i senatori romani.
Il suo regno porta un periodo di pace → ripresa economica.
Teodorico cerca di soffocare lo spirito indipendente e arriva a mettere in carcere il papa e i membri dell’aristocrazia perché aiutavano i bizantini.
I goti però si accorgono di quello che voleva fare l’Impero d’Oriente, quindi Teodorico diventa meno tollerante.
Teodorico muore e non porta a termine il suo scopo.
Succede il nipote Alarico (piccolo)
Impero d’oriente ha la meglio perché manca il potere centrale.
8. L’età di Giustiniano
Giustiniano (526-565) → massimo sovrano dell’impero romano
Fece molte riforme (soprattutto nell’ambito civili)
1. Abbellisce Costantinopoli per renderla la più bella del mondo (chiesa S. Sofia → sapere)
→ Diventa protettore del cristianesimo
I→ Fa chiudere scuole filosofiche con professori pagani
Si sentiva imperatore e considerava i barbari usurpatori (=invasori) del territorio che spettava a lui

Conquista altri territori: - Africa (vandali)
- Spagna (visigoti)
- Belisario (comandante esercito mandato in Italia da Giustiniano) va in Italia (ostrogoti)
Romani (aristocratici) e chiesa gli danno aiuti

Vincono dopo battaglie cruentissime
Capitale da Roma passa a Milano
Stato ha bisogno di soldi → aumenta le tasse → contadini già poveri a causa della guerra
2. Riforme su diritto
1. scritto “corpus iuris civilis” (corpo diritto civile) → raccolta leggi divisa in 4 parti:
a. tutte costituzioni precedenti
b. tutte opere giuristi passati
c. destinata a studenti di legge
d. tutte le sue leggi

9. L’Impero d’Oriente dopo Giustiniano
Giustiniano muore (565)

Arrivano nuove popolazioni orientali in Bulgaria → Slavi (zingari) in Jugoslavia
( zone limitrofe all’impero) Formano i balcani
Turchi → in Bulgaria
Guerra contro i Persiani → indebolisce ancora l’impero.
Persiani vincono.

Esempio



  


  1. marco

    l'ascesa del papato e la civiltà araba


Come usare