Appunti di storia

Materie:Appunti
Categoria:Storia
Download:186
Data:03.09.2001
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
appunti-storia_2.zip (Dimensione: 4.48 Kb)
trucheck.it_appunti-di-storia.doc     16 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

STORIA APPUNTI PER INTERROGAZIONE
1)motivi della crisi Italiana del 600.
2)Scienze nuove e tradizionali
3)Guerre di succesione (tutte).
4)Hobbes, Locke, giusnaturalismo, deismo, mercantilismo, protezionismo, gallicaniesimo, seconda rivoluzione inglese, commercio triangolare, imperialismo ecologico, Ancient Regime, Malthus, rivoluzione agricola del 600, rivoluzione americana.
5)L' illuminismo.
******************************************************************************************************************
1) MOTIVI DELLA CRISI ITALIANA DEL 600: Un aspetto importante della crisi del 600 fu la cosмdetta STAGNAZIONE o (in altri casi) DECREMENTO DEMOGRAFICO.
Come spesso accade su tutti i fenomeni economici e demografici gli storici nn trovano reisposte sicure, e quindi si muovono sotto il segno della probabilitа. E' probabile che la crisi sia stata innescata da un processo di POLARIZZAZIONE DELLA RICCHEZZA.
Durante il 500, l'aumento della poplazione aveva facilitato l'accrescimento del livello economico dei grandi proprietari terrieri, ma ciт nn accadde grazie ad un incremento della produzione bensм all'aumento delle rendite e del prelievo signorile, cioи il loro reddito era aumentato parallelamente alla crescita della popolazione, ed al conseguente minor costo di manodopera. Perт l'impoverimento dei lavoratori portт ad una diminuzione di domanda, cioи la gente guadagnava di meno e quindi comprava di meno, e questo portт ad un'altra conseguenza, essendoci una minore domanda, veniva diminuita anche la produzione.E questт portт alla creazione di un circolo vizioso, i matrimoni venivano ritardati a causa del basso reddito procapite ed alle peggiori condizioni, innescando un inevitabile decremento demografico.( la gente faceva meno figli xchи si sposava piщ tardi).
Ad aggravare questa situazione ci fщ anche il FATTORE CLIMATICO, intorno al 1590 iniziт un raffreddamento del clima europeo, durato fino alla metа del secolo scorso.
La dipendenza dei fattori climatici, era accentuata anche dalla CEREALIZZAZIONE, con una differenziazione dell'agircoltura и piщ facile contrastare variazioni climatiche avverse, mentre con la CEREAL. и una stagniazione dell'agricoltura. Da questo si susseguirono ondate di CARESTIE, che portano quasi sempre una conseguente esplosione di EPIDEMIE. Soltanto l'Inghilterra e l'Olanda vennero risparmiate grazie alla loro specializzazione nel campo agricolo e nel commercio.La crisi portт anche ad una nuova RIFEUDALIZZAZIONE, cosм il calo delle rendite signorili fщ ripristinato.

4)GIUSNATURALISMO: Il giusnaturalismo и una nuova concezione sulla creazione dell'istituzione, cioи lo stato nn и nato per volere divino, ma per un tacito patto stipulato tra uomini liberi, quindi rifiuta una qualsiasi teoria che si basi sul potere per diritto divino.
I maggiori teorizzatori di questa nuova dottrina filosofico-giuridica, furono Thomas Hobbes e J.Rosseau., seppur divergendo da questa nuova teoria.
Thomas Hobbes (1588.1679) nelle sue opere(IL LEVIATANO, DE CIVE) [Hobbes assume la figura del leviatano come simbolo dell'onnipotenza dello stato di fronte all'individuo]rifiuta il carattere e l'origine divino dello stato, presentandone una visione assolutamente laica. Hobbes concepм lo stato assoluto come unica garanzia di pace. Lo stato di natura nn и una condizione di pace e serenitа, ma una realtа violenta di odio e di aggressione derivante dal diritto di Tutti contro tutti (Homo homini lupus). Solo con questo patto gli uomini riescono ad uscire da questo stato di guerra delegando il potere ad un sovrano. Solo la legge definisce ciт che и giusto e ciт che и sbagliato.
Locke, altro filosofo inglese, espone la sua teoria dello stato nell'opera DUE TRATTATI SUL GOVERNO CIVILE, dicendo che il potere politico ha la funzione di garantire e assicurare la fruizione dei diritti personali, fra cui Locke inserisce quello alla proprietа privata. Per Locke lo stato si fonda solo sul comune consenso e per questo considerт ogni forma di potere assoluto contronatura e sancм il diritto alla resistenza in caso di arbitrio del sovrano nei confronti del cittadino. Con questa teoria (limitazione e distinzione dei poteri, diritto di rsistenza e ribellione) Locke pone le basi del futuro LIBERALISMO.
GIURISDIZIONALISMO: Politica religiosa seguita dai vari governi illuminati.
DISPOTISMO ILLUMINATO: Collaborazione tra sovrano ed intellettuale per il bene pubblico, cioи mettere in atto una serie di misure per ammodernare lo stato e x togliere il predominio della classe nobile.
TRIPARTIZIONE DEL POTERE: -Potere legislativo \
-Potere esecutivo > SUDDIVISIONE DEL POTERE.
-Potere giudiziario /
DEISMO: pensiero illuminista, che consiste nell'accettare una religione razionale e nel riconoscimento di un'entitа superiore, che nn discenda necessariamente da alcun tipo di religione positiva.
MERCANTILISMO: dottrina e politica economica ke dava preminente importanza all'espansione del commercio con l'estero, mediante compagnie protette dallo stato, e all'aumento della disponibiltа di metalli preziosi grazie al saldo attivo della bilancia commerciale.
Jean-Baptiste Colbert (1619-1683) venne investito da Re Luigi XIV della carica di CONTROLLORE GENERALE DELLE FINANZE
COLBERTISMO: teoria ispirata da Colbert, che consisteva nel far entrare in un paese + moneta di quanto ne potesse uscire, in modo che il saldo fosse attivo. Colbert cercт di ottimizzare il raggiungimento di questo obbiettivo favorendo le esportazioni e penalizzando le importazioni. La protezione dei prodotti nazionali detta anche PROTEZIONISMO servм a favorire questo risultato.
GALLICANESIMO: dottrina e movimento politico che rivendicavano alla chiesa di Francia(chiesa gallicana) autonomia rispetto alla chiesa di Roma e al Re maggiori competenze in materia ecclesiastica.
SECONDA RIVOLUZIONE INGLESE: La 2° rivoluz. Inglese vide l'instaurarsi di una monarchia costituzionale di nomina parlamentare che trovт il BILL OF RIGHTS(legge sui diritti) il suo testo fondamentale.Accettando il B.O.R. Guglielmo D'Orange e Maria Stuart ricooscevano l'importanza del PARLAMENTO e i limiti posti al potere monarchico, ossia i due elementi che definiscono un regime
COMMERCIO TRIANGOLARE: gli Spagnoli ed Portoghesi prendono schiavi in africa e li scambiano con materie prime. si va a formare un triangolo commerciale tra SPAGNA, AFRICA e AMERICA SETTENTRIONALE.

Esempio