L' Islamismo

Materie:Tema
Categoria:Storia

Voto:

2.5 (2)
Download:129
Data:19.01.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
islamismo_2.zip (Dimensione: 4.46 Kb)
trucheck.it_l-islamismo.doc     22.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

L’ISLAMISMO
L’Ebraismo, il Cristianesimo e l’Islamismo sono religioni dette del libro, poiché i seguaci di queste religioni affermano che siano religioni rivelate.
Maometto, il profeta di Allah, ha scritto il Corano sotto dettatura dell’Arcangelo Gabriele, nasce a La Mecca nel 570 d.C. dove sposa poi una ricca vedova dalla quale ha sei figli. Durante la sua vita viaggia per tutto il paese conoscendo nuove culture e soprattutto nuove religioni. Nel 622 si trasferisce a El Medina poiché a La Mecca incontra l’opposizione da parte dei ricchi commercianti alla predicazione della nuova religione. Maometto predica infatti la riconduzione ad una religione monoteista mentre i commercianti ponevano i loro affari sui pellegrinaggi ai templi degli dei.
Nel 630 si trasferisce nuovamente a La Mecca dove muore nel 632.
Il Corano è diviso in 114 sure, le quali sono ripartite in versetti in prosa rimati.
Le sure si dividono in sure antiche, le quali raccontano la predicazione a La Mecca, e sure recenti, le quali raccontano le predicazioni a El Medina.
I cinque pilastri dell’Islam sono: professione di fede, preghiera, digiuno, pellegrinaggio a La Mecca ed elemosina.
La professione di fede consiste nel credere completamente in Allah e nel suo profeta Maometto, con un rapporto di sottomissione.
La preghiera, la quale viene svolta in modo individuale ogni giorno la mattina, a mezzogiorno, il pomeriggio, al tramonto e alla sera; mentre viene svolta in modo collegiale il venerdì, il giorno sacro, alla moschea alle ore 12.
Il digiuno consiste nel non mangiare, non bere, non avere rapporti sessuali e non fumare durante le ore di luce nel mese del Ramadan; queste cose possono essere svolte dopo il tramonto.
Il pellegrinaggio a La Mecca si svolge una volta l’anno in un preciso momento e costituisce una delle massime aspirazioni per ogni fedele disposto a sottoporsi a disagi e sacrifici pur di realizzare il suo sogno.
L’elemosina (legale) è una specie di tassa che i fedeli benestanti versano per aiutare i “fratelli” più poveri. Al santuario della Kaaba a La Mecca è contenuta la pietra nera.
L’Arabia era, come oggi, un’enorme regione desertica con un clima arido e inclemente con un paesaggio desertico interrotto da qualche oasi.
L’Arabia preislamica era fondata su un’economia di raccolta, di caccia e di agricoltura.
Le istituzioni erano:
• Pastori nomadi, i quali tendevano ad aggregarsi in gruppi tribali, all’interno di questi emergeva la figura di capotribù, egli sovrintendeva dunque alla vita comunitaria e guidava gli spostamenti.
• Comunità stanziali si orientavano verso un potere monarchico che porta verso regni retti da sovrani con poteri assoluti.
• Beduini, i quali sono considerati i signori del deserto e lo attraversano a dorso di cavalli o cammelli.
Tra le regole sociali assunsero particolare importanza il profondo rispetto dell’ospitalità, il senso dell’onore, la legittimità della vendetta e la razzia in alcuni casi.
Lo stato islamico era uno stato teocratico (dominio di Dio) in cui il sovrano riuniva nelle sue mani il potere spirituale e governava i suoi sudditi in nome di Dio. Il capo di questo stato teocratico era il califfo ( il successore del profeta), che nelle province era rappresentato dagli emiri. Una caratteristica del mondo islamico fuche gli arabi non imposero alle popolazioni sottomesse la conversione all’Islam. Tuttavia coloro che si convertivano venivano privilegiati acquisendo l’esenzione fisica e si sottrassero alla schiavitù. I califfi elettivi si espandono in Egitto, nell’area siriacopalestinese e persiana.
Il mondo musulmano si divise in:
• Sciiti, i quali ritengono che i primi tre califfi siano degli usurpatori e riconoscono solo il quarto come successore di Maometto.
• Sanniti, i quali seguono la tradizione dei primi tra califfi elettivi; il 90% dei musulmani appartiene a questa fazione.

Esempio



  



Come usare