Relazione sulla droga

Materie:Tema
Categoria:Italiano
Download:1514
Data:16.05.2005
Numero di pagine:3
Formato di file:.txt (File di testo)
Download   Anteprima
relazione-droga_1.zip (Dimensione: 2.19 Kb)
trucheck.it_relazione-sulla-droga.txt     4.54 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

Relazione sulla Droga.

La droga и un problema che affligge l’uomo da sempre, anche se esso ha raggiunto fasi elevatissime proprio nella nostra epoca, espandendosi e diventando una questione di dominio pubblico. Molti ragazzi, infatti, fanno uso di queste sostanze nocive per i piщ svariati motivi che possono essere la curiositа e la voglia di provare o la necessita di dimenticare, anche se solo per poche ore, la realtа poco soddisfacente che li circonda, rifugiandosi in un paradiso irreale e “perfetto”. Poichй questo problema и ormai conosciuto da tutti, e vi sono state fino a questo momento molte campagne di sensibilizzazione, qualsiasi persona и informata abbondantemente sull’argomento e sa quali rischi apporta l’assunzione di qualunque tipo di droga. Difatti gli stupefacenti agiscono al livello del sistema nervoso sostituendosi ai mediatori, causando svariati disturbi nel tossicodipendente. Questi possono essere molteplici: lo sdoppiamento della personalitа, l’incapacitа di reagire prontamente agli stimoli dell’ambiente circostante, la perdita della cognizione spazio-temporale e alterazioni delle funzioni di alcuni organi molto importanti. La tossicodipendenza si divide in due rami distinti tra loro: la dipendenza e l’assuefazione. La prima и quel fenomeno per cui il tossicodipendente non puт piщ fare a meno di introdurre nel proprio corpo queste sostanze nocive. La dipendenza si distingue a sua volta in dipendenza psichica, che si manifesta quando и solo la parte mentale dell’individuo a dipendere dalla droga, e in dipendenza fisica e cioи quando и solo l’organismo, in tutte le sue forme, a vivere in schiavitщ della droga. Quando queste sostanze vengono a mancare si soffre di disturbi che vanno sotto il nome di sindrome di astinenza. Un tossicodipendente in crisi di astinenza и un pericolo non solo per se stesso ma anche per la societа poichй и disposto a tutto pur di ottenere quello di cui il suo organismo ha estremamente bisogno: rubare, aggredire e persino uccidere. Nelle cliniche specializzate, per non fare soffrire il paziente, per prima cosa si diminuiscono gradualmente le dosi della sostanza ingerita sino a quel momento e, solo successivamente si sostituisce la droga abituale con una piщ leggera sino al momento in cui il corpo del paziente non necessita piщ dell’assunzione di queste sostanze. L’assuefazione и quel fenomeno per il quale l’organismo si abitua ad una certa dose di sostanze stupefacenti reagendo di volta in volta in maniera meno efficace. Di conseguenza a ciт, il soggetto и costretto ad aumentare le dosi pere ottenere gli effetti che prima otteneva con dosi minori.
Naturalmente и facilmente comprensibile perchй la droga venga considerata uno dei veleni piщ potenti e mortali.
Esistono molti tipi di droghe e vi sono molti modi per ingerirla. La si puт “sniffare”, ingoiare tramite compresse o iniettarla direttamente nel sangue con l’ausilio di una siringa.
Le droghe piщ conosciute e comuni sono le anfetamine, i barbiturici, la cocaina, l’eroina, la marjuyana, e la polvere d’angelo. Il piщ delle volte alla droga vengono aggiunte altre sostanze poichй la droga pura costerebbe fior di milioni e in pochi potrebbero permettersela .Ognuna di queste diverse sostanze ha degli effetti specifici ma tutte portano incontro a morte quasi certa.
I maggiori produttori di droga del nostro paese sono i clandestini che improvvisano nei loro ridottissimi appartamenti dei laboratori in cui creano queste sostanze spacciandole poi soprattutto nelle discoteche e in posti normalmente frequentati dagli adolescenti che ne sono i maggiori consumatori.
Io non riesco a capacitarmi di come le persone, indipendentemente dall’etа e dal ceto sociale, possano ancora cadere nella trappola della droga tessuta dagli spacciatori.
Molta gente prova pena per chi fa uso di stupefacenti e li giustifica con scuse di diverso genere che secondo me non hanno alcun significato effettivo.
Io, invece sono convinta che non esista alcun motivo valido per usufruire di queste sostanze. Farne uso vuol dire non saper affrontare i problemi che la vita ci riserva, anche se disintossicato, un tossicodipendente sarebbe in ogni caso sempre molto piщ vulnerabile di qualsiasi altra persona e, non avendo mai fatto fronte alle incertezze della vita, potrebbe arrendersi alla prima difficoltа.
Io mi auguro solo che, in un futuro piщ o meno prossimo, sia debellato o perlomeno ridotto questo fenomeno e che le nuove generazioni di cui anch’io faccio parte non siano coinvolte in questo meccanismo, perchй и chiaro che se mancano i consumatori anche gli spacciatori a poco a poco si estingueranno.

Esempio



  



Come usare