Naturalismo e verismo a confronto

Materie:Appunti
Categoria:Italiano

Voto:

2.5 (2)
Download:952
Data:21.06.2005
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
naturalismo-verismo-confronto_1.zip (Dimensione: 5.56 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_naturalismo-e-verismo-a-confronto.doc     35.5 Kb



Testo

NATURALISMO E VERISMO A CONFRONTO
NATURALISMO
VERISMO
Pathos fisico
Aspetto naturalistico patologico
Dimensione animale fisiologica naturalistica
Descrivono situazioni ABNORMI e classi ABIETTE
Dimostrazione di tesi scientifiche
Impegno socio-politico
Incide sulla realtà
Scientificità-sperimentalismo, narrare per dimostrare
Sperimentare
ECLISSARSI= distacco dello scienziato, osservare dall’alto
Voce narrante onnisciente, esterna, interviene spesso, riproduce il modo di vedere e di esprimersi dell’autore crede che la letteratura possa cambiare e incidere sulla realtà.
Identità tra autore e narratore
Focalizzazione zero, narratore onnisciente
UOMO
LETTERATURA
IMPERSONALITA’

Pathos sentimentale
Aspetto socio-economico
Rapporto con gli altri e col progresso
Descrivono società arcaiche escluse dal progresso
NO
NO
NO
Scientificità-impersonalità, forma artistica
E’ un modo di dar forma all’opera, narrare il fatto come è realmente accaduto, non attraverso lo scrittore che lo scompone
ECLISSARSI= Rappresentare il vero, fatto nudo e crudo, immergersi nell’oggetto, nei personaggi. Opera sembra fatta da se
Regressione dell’autore, narratore interno usa linguaggio dei personaggi, si identifica con loro, non interviene
1) Realtà immodificabile
2) Lo scrittore non ha il diritto di giudicare, ma deve riprodurre oggettivamente il dato
3) Lotta per la vita: immodificabile ogni giudizio è inutile
Distinzione tra autore e narratore: il primo colto e borghese, il secondo fiuta, voce narrante analoga al personaggio, uno di loro, impersonale
Focalizzazione interna variabile, il lettore non deve sentire il fatto, non è introdotto negli avvenimenti, non vede attraverso la lente dell’autore, ma assiste e conosce poco a poco
No sentimentalismo e autobiografie, ma disegno limpido, rifiuto del progresso. Conservatrice
Ciclicità degli eventi: legge comune a tutti. Immobilismo, uso del teatro
CRITICA
Poetica fredda ed errata: l’arte è la creazione soggettiva, verrebbe meno il sentimento, anima segreta.
Impersonalità impossibile: lo stile è l’uomo, le opere nascono da fantasia e affetto, non da un’impersonale documentazione
I veristi descrivono i luoghi in cui rivivono le memorie della loro adolescenza, la Sicilia per Verga e Capuana, la Sardegna per Deledda, Napoli per Di Giacomo.
MERITI
- Il romanticismo aveva esaltato i sentimenti
- Il realismo esaltò la realtà, in cui il sentimentalismo deve incorporarsi
- Reagì ad un romanticismo sentimentalistico
- Fece riacquistare alla narrativa capacità di analisi e controllo espressivo
- Allargò i campi dell’osservazione verso gli ambienti più umili e periferici
- Provocò un vivo interesse per i ceti umani più emarginati

Esempio



  



Come usare