La globalizzazione (internet).

Materie:Tema
Categoria:Italiano
Download:651
Data:03.04.2007
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
globalizzazione-internet_1.zip (Dimensione: 4.66 Kb)
trucheck.it_la-globalizzazione-(internet).doc     24 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

GLOBALIZZAZIONE (Internet)
In tutto il mondo sono presenti quaranta milioni di utenti della rete telematica internet. Essa rappresenta la più recente rivoluzione nell’ambito della comunicazione di massa poiché si è estesa su tutto il pianeta avvolgendolo in una virtuale gabbia elettronica. Ciò si è reso possibile grazie alla facilità del suo utilizzo e ai costi ridotti.
Internet nacque negli anni Settanta negli Stati Uniti per consentire un rapido scambio di informazioni tra le università e gli uffici governativi. A trent’anni di distanza, con utenti presenti in tutti i continenti, essa ha portato a profonde innovazioni nella società e nel mondo del lavoro.
Nell’ambito della comunicazione internet ha rivoluzionato il modo di stabilire le relazioni sociali: sono nate infatti le cosiddette “comunità virtuali”. Collegandosi con questi siti è possibile socializzare e scambiare informazioni con abitanti anche dell’altro capo del mondo e tutto ciò accade in tempo reale. In tal modo si ha l’occasione di approfondire i costumi di società lontane e molto diverse dalla propria, contribuendo in tal modo all’ampliamento dei propri spazi mentali. Anche la posta elettronica ( E-mail) favorisce e soprattutto velocizza lo scambio di notizie tra utenti che possono inviare e ricevere informazioni nell’arco di alcuni minuti. Una distanza abissale ci separa da quando il gesuita Matteo Ricci nel Seicento, inviato in Cina alla ricerca di scali commerciali, dovette aspettare sei anni per ricevere una risposta ad una sua missiva.
Negli ultimi anni l’E-mail si è rivelata importante anche nell’ambito di alcuni eventi storici: nel 1991, quando ci fu il tentativo di un colpo di stato a Mosca, la notizia fu fatta trapelare attraverso la posta elettronica degli utenti di glasnet; un episodio analogo si verificò alcuni anni più tardi quando, in Messico, i guerriglieri del Chapas fecero conoscere al governo tramite la rete le azioni di rappresaglia che stavano compiendo nel paese. Attualmente l’utilizzo dell’E-mail viene preferito alla normale corrispondenza anche perchè in questo periodo alcuni atti terroristici di tipo batteriologico utilizzano come veicolo di diffusione il servizio postale tradizionale.
Dunque si è rivoluzionato il modo di diffondere le notizie. Infatti in tutto il mondo quasi tutte le testate giornalistiche più importanti hanno creato i loro siti. Collegandosi con essi è possibile aprire direttamente da casa una finestra sull’universo dell’informazione.
Dal punto di vista culturale con internet possono aprirsi le porte delle più grandi biblioteche, degli archivi in cui verificare la presenza di documenti interessanti per l’utente. Le nuove frontiere consentono di ottenere via rete l’edizione di un libro anche fuori commercio in formato elettronico (E-book) o di riprodurlo su supporto cartaceo con il sistema del print on demand. E’ inoltre possibile visitare virtualmente i musei e le gallerie d’arte. Il Louvre ad esempio è stato tra i primi ad accogliere i visitatori virtuali, consentendo loro di aggirarsi per le sue stanze e di ammirare le sue collezioni con un clic.
Nonostante i grandi vantaggi del cyberspazio, l’uomo non deve perdere di vista l’importanza dei rapporti interpersonali. E’ fondamentale evitare di isolarsi dalla società e di limitare i rapporti con essa al solo utilizzo di un mouse e di una tastiera perchè rimane sempre fondamentale continuare a stabilire contatti umani; l’uomo è pur sempre un “animale sociale”.
Oltre all’ambito dell’informazione la rete telematica ha esteso i suoi servizi all’organizzazione del lavoro e del commercio. Le aziende possono far conoscere i loro prodotti in tutto il mondo creando dei siti che, come dei cataloghi, possono essere sfogliati. L’utente può scegliere il prodotto ed acquistarlo direttamente in rete optando per le modalità di pagamento che ritiene più opportuno. In tal modo è nato un nuovo sistema di commercio: l’E-commerce.
Internet ha anche creato una nuova frontiera occupazionale: alcune aziende prevedono nel loro organico la figura del telelavoratore. Quest’ultimo opera da casa al personal computer ed invia, tramite la rete, il suo lavoro. In tal modo l’azienda ha meno spese relative alle strutture da offrire al lavoratore, mentre il dipendente, avendo meno disagi, aumenta la produttività anche lavorando da piccoli centri lontani dalle metropoli.
La rete informatica dà opportunità professionali anche a coloro che hanno problemi di handicap. Infatti costoro possono essere inseriti con il telelavoro nel sistema produttivo facendoli sentire meno soli ed emarginati Tuttavia il lavoro a distanza è ancora lontano dai nostri schemi culturali perchè siamo abituati alla cultura della presenza piuttosto che a quella del risultato. Anche dal punto di vista della normativa quella del telelavoratore è ancora poco focalizzata dagli stessi sindacati. Probabilmente con il tempo anche questo settore occupazionale verrà ottimizzato.
Dunque oggi, alla luce di tutto il complesso di novità introdotte dalla comunicazione virtuale, è possibile comprendere la lungimirante espressione di Mashal Mc Luhan che negli anni ’60 paragonò il mondo ad un “villaggio virtuale”, in cui tutte le distanze tra i popoli e le culture si sarebbero ridotte. E’ possibile affermare che negli ultimi anni la rivoluzionaria rete telematica ha contribuito a questo processo di globalizzazione. Ha inoltre inciso sulla società, sul costume, sull’economia nel mondo intero prospettando vasti orizzonti all’alba del nuovo millennio.

Esempio



  



Come usare