Il tema dell'amicizia nel film "L'attimo fuggente"

Materie:Tema
Categoria:Italiano

Voto:

2.5 (2)
Download:1388
Data:16.04.2007
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
tema-amicizia-film-attimo-fuggente_1.zip (Dimensione: 7.34 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_il-tema-dell-amicizia-nel-film-l-attimo-fuggente-.doc     29.5 Kb



Testo

Il tema dell’amicizia nel film “l’attimo fuggente”.

Nel film “L’attimo fuggente”, ambientato in un college americano, viene narrata la storia di un gruppo di studenti che trova nel professor Keating un "capitano" capace di aprire loro nuovi orizzonti, nuovi punti di vista dai quali osservare la vita. Egli, con esempi e paragoni li incita ad uscire dal conformismo soffocante che caratterizza i loro rapporti sociali impedendone la crescita psichica e mentale con un falso perbenismo.
Tra gli allievi e il docente, dopo un momento di diffidenza, si instaura rispetto e “amicizia” e ciò aiuta i ragazzi a trovare, in se stessi, il coraggio di guardarsi attorno e vincere la paura del futuro.
Una delle tematiche più importanti del film è, quindi, l’amicizia.
Questo sentimento si sviluppa in sordina e unisce, a poco a poco, il gruppo aiutandolo a ricercare dapprima la libertà collettiva e, poi, quella individuale.
L’amicizia aiuta i ragazzi ad essere se stessi, al di fuori della rigidità degli schemi mentali familiari
Il senso della vita è dato, infatti, dalla ricerca della propria identità di persona; questo cercare accompagna l’adolescente attraverso un cammino ricco di solitudine, di incertezze, di poesia, di sconfitte, di saggezza e di profonde meditazioni.
I ragazzi,infatti, nello sviluppo delle vicende del film, dimostrano, con fermezza, attraverso il loro comportamento, di avere appreso, dal professor Keating, la capacità di guardare la vita con libertà ed amore e di saper cogliere l'attimo fuggente.
Non avere libertà di pensiero e di giudizio ci fa sentire perennemente inadeguati perché è come vivere senz'anima; la sua conquista assicura, invece, quella qualità della vita che apre le porte alla fiducia in se stessi e nel prossimo; che nutre la vita d’ideali e la rende degna di essere vissuta.
Non è facile, per i ragazzi, darsi il coraggio della libertà, perché troppe sono le sbarre che li imprigionano, e da soli é davvero un’ardua impresa poterle spezzare.
Ci vuole un” capitano” e ci vuole un gruppo a cui unirsi.
E' fondamentale, per intraprendere questo cammino e raggiungere questi obiettivi, scegliersi una guida, un maestro, che (come il professor Keating) ci aiuti a trovare dentro di noi, la voce del nostro Sé; ci dia lo stimolo a cercare un nuovo modo di vedere la realtà diventando un lievito spirituale; ci stia vicino nelle nostre azioni e nelle nostre scelte di vita.
Questo ruolo dovrebbe essere svolto dalla famiglia e, anche, dalla scuola stessa, ma gli adolescenti, spesso, non si sentono a proprio agio con genitori e insegnanti perché sono delle figure istituzionali e ciò non li fa sentire “amici”:

L’amicizia vera dà anche il coraggio di tentare insieme strade nuove della vita, affrontando rischi e pericoli anche a costo di trasgredire, come, appunto, fanno i ragazzi nel film quando vanno alla grotta.
La trasgressione è un passaggio indispensabile per la crescita di ognuno di noi, perché senza trasgredire, almeno una volta, alle regole della famiglia e della società, nessuno può diventare un adulto responsabile di se stesso e della propria vita.
La trasgressione, però, di per sé non è sempre costruttiva: sia perché può essere attuata non per realizzare noi stessi, ma contro gli altri, per vendicarci e far loro del male; sia perché, come dice il professor Keating, "c'è un tempo per il coraggio ed uno per la cautela".
Per questo il professore rimprovera i ragazzi quando, con le loro azioni, danno agli adulti l’opportunità di esercitare violenza morale e materiale contro di loro.
Il rimprovero molto spesso viene vissuto dagli adolescenti come una frustrazione, esso, però, fatto giustamente, insegna a ridimensionare gli atteggiamenti di onnipotenza che molti ragazzi della nostra età assumono.
La frustrazione ha una funzione importante nella nostra crescita come persone.
Ci fa soffrire, certo, ma, se questa sofferenza viene accettata senza reagire con rabbia o odio distruttivo, essa può aiutarci a trovare un rapporto più positivo con la realtà.
Inoltre, il dolore, che è parte indelebile della vita, ci aiuta a crescere sviluppando le parti migliori di noi stessi.
L’amicizia dà ai ragazzi un tipo particolarissimo di coraggio: la sfida ad un avversario che è sempre interno e difficile da riconoscere. Alcuni esempi possono essere: adattamento alla morale corrente, cinismo, paura del giudizio altrui, pretesa d’onnipotenza, ideale di perfezione, avidità e sensi di colpa persecutori.
Sono tutti nemici interni che vanno combattuti dentro di noi prima che fuori.
L'inserimento in un gruppo, che è un passaggio fondamentale per l'adolescente, può sostenerci reciprocamente, facendoci superare le difficoltà e le paure, che la battaglia per la conquista della libertà e per la crescita come persone comporta
In ciò la scuola può avere un ruolo importante. Infatti, nonostante possa essere un luogo di frustrazione e repressione, essa può anche costituire uno strumento d’emancipazione, crescita e formazione di un'identità sociale. Si pensi al giornale di Neil o allo stesso professor Keating che si è appropriato della cultura accademica (ricordiamo che lui stesso ha studiato nel College) per poi trasformarla in uno strumento di battaglia per la libertà contro chi non vuole cambiare, ma vuole continuare a vivere nel perbenismo ipocrita e nel conformismo, e, soprattutto, contro chi detiene il potere.
In questa prospettiva, può essere letto anche il suicidio di Neil: è la storia di un figlio che non ha saputo affermare se stesso di fronte al padre e che ha scelto di uccidersi per vendicarsi.
Il suicidio dimostra la debolezza dello spirito umano, che vede la morte come la via d'uscita migliore, quella più comoda, che risolve, improvvisamente ed indiscutibilmente, tutti i problemi, ma che in realtà ci porta via quell'inestimabile dono che Dio ci ha dato: la vita Il suicidio di Neil, però, accende la fiaccola della rivolta in Todd e nei suoi compagni, dando loro la capacità di alzarsi in piedi sul banco, riducendo all'impotenza totale il preside Nolan. Quindi, anche ciò che è oggettivamente un male può, alcune volte, essere trasformato in un bene; anche nei momenti più dolorosi e difficili della propria esistenza la tragedia può diventare poesia se serve a dare il coraggio di difendere le proprie idee
Questi ragazzi hanno capito, attraverso un nuovo insegnante di lettere che con le sue idee infrange le rigide regole della scuola, che la poesia, la bellezza, l’amicizia non si trovano soltanto nei musei, nella natura o sui libri, ma abitano dentro la vita stessa e bisogna saper cogliere al volo questi valori.
Imparare a cogliere l'attimo fuggente significa imparare a cogliere il momento giusto per rendere straordinaria la vita senza esserne schiavi e diventando non necessariamente artisti, ma "liberi pensatori" e "fabbri" della propria esistenza.
Di fronte agli avvenimenti della vita, alle prove cui essa ci sottopone, si può avere paura e fuggire ma poi, smettere di fuggire, affrontare la paura e decidere per la libertà: anche questo è cogliere l'attimo fuggente.
Essere ”fabbri” della propria vita significa cogliere il segreto dell'esperienza artistica, sperimentarla e trasportarla nel quotidiano per migliorarlo giorno dopo giorno sino a farne un’opera d'arte.
Si può fare ciò utilizzando creativamente i "materiali" (avvenimenti, esperienze, vittorie, sconfitte, dolori, gioie) che la vita ci mette a disposizione, affinché di noi stessi resti, in ogni caso, sempre il meglio.
Vivere pienamente un’amicizia significa accettarsi con tutti i difetti e le limitazioni; significa aiutare l’altro ad essere libero di potersi esprimere senza soffocarlo; capire anche quando è il momento di allontanarsi per farlo respirare rendendolo responsabile della sua libertà.
E' un atto d’amicizia la recita di Neil che rivela il suo talento di attore.
E' amicizia la dichiarazione di Overstreet a Chris e la sintonia che lega gli studenti al proprio “capitano”.
E' dimostrare” amicizia” il rifugiarsi nella profondità di un bosco, di una grotta o di qualunque altro luogo appartato per cercare dentro di noi risposte e saggezza, per non giungere alla fine della vita scoprendo di aver vissuto invano o di non aver vissuto per niente.
Sentirsi parte integrante di un gruppo d’amici aiuta i ragazzi, (non solo nel film), a non sentirsi abbandonati quando si deve affrontare il disagio di cambiare, di cercare nuove strade per la propria vita e di non affogare nella pigrizia mentale o in una quieta disperazione.
Nella gran ruota della vita, nello spettacolo possente che essa ci offre, l’amicizia vera, però, è un sogno da realizzare, un sogno quasi impossibile, ma che noi ragazzi sentiamo dentro.
Infatti, nonostante delusioni e tragedie che colpiscono continuamente il mondo giovanile, noi continuiamo a tendere la mano a chi sa andare al di là della nostra molto debole diffidenza.
Tuttavia, l’amicizia, se male interpretata e intesa, può tendere numerose insidie.
L’amicizia, infatti, può essere anche dettata da interesse e molti adulti, ma anche molti ragazzi, pensano che spesso “conviene” essere amico di.. perché conosce il tal dei tali o perché può agevolare il nostro cammino.
Questi atteggiamenti, però, non sviluppano certo in noi giovani un atteggiamento positivo nei confronti dell’amicizia.
Nel mondo contemporaneo poi, con lo sviluppo delle vie telematiche, l’amicizia si sviluppa anche attraverso le chat di Internet, che rendono possibile l’incontro virtuale di individui, anche a migliaia di chilometri di distanza, ma non riescono a sviluppare quelle complicità e quelle intese che solo la vicinanza, il guardarsi negli occhi, il prendersi in giro,il bisticciare urlando o il darsi una pacca sulle spalle creano.
Purtroppo, nell’usare Internet, dobbiamo stare attenti perché sulle sue strade si possono fare molti brutti incontri e l’amico tanto interessato e disponibile può diventare un lupo famelico.

Esempio



  


  1. jbkm,jk

    hj,gk.jhvjk-g.l,mhgcj8youiltytiolpuòàpùèàpoiuyteyuiopèùàòplokiuytrwetyuiopèàùòplokijuytreqwertyuopèàòplokijuyhtrewqrtyuioòjpuyykjyfuhg

  2. chiara

    tema molto lungo ma che spiega nel dettaglio tutto ciò che accade nel film


Come usare