Il giro del mondo in 80 giorni: scheda dell'opera di Jules Verne

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano

Voto:

1 (2)
Download:1997
Data:16.05.2005
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
giro-mondo-80-giorni-scheda-opera-jules-verne_1.zip (Dimensione: 6.39 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_il-giro-del-mondo-in-80-giorni:-scheda-dell-opera-di-jules-verne.doc     32 Kb


Testo

Il giro del mondo in 80 giorni

L’autore del Giro del mondo in 80 giorni è Jules Verne la casa editrice è piccoli editori ed è stato pubblicato nel 1989 la traduzione è di Teresa Preve.
Jules Verne, vissuto dal 1828 al 1905, era uno scrittore francese, originario di Nantes, studiò diritto a Parigi, fino a dedicarsi alle attività letterali e teatrali. Il suo massimo successo fu raggiunto nel 1863 con la pubblicazione delle Cinque settimane in pallone, primo di una fiorente serie di romanzi appartenenti al nuovo genere avventuroso-scientifico. Sulla stessa formula via via perfezionata nell’arco di quarant’anni, Verne scrisse più di sessanta volumi tra cui: Viaggio al centro della terra, Dalla terra alla luna, I figli del capitano Grant, Ventimila leghe sotto i mari e L’isola misteriosa, entrambi incentrati sulla mitica figura del capitano Nemo, Il giro del mondo in 80 giorni, Mchele Strogoff.Dopo lunghi viaggi in Inghilterra, in Scandinavia e nell’America del Nord, Verne lasciò Parigi per stabilirsi in provincia, continuando la sua feconda attività di scrittore fino l’anno della morte.

TRAMA

Il flemmatico gentiluomo inglese Phileas Fogg scommette con gli amici del suo circolo londinese che riuscirà a compiere il giro del mondo in 80 giorni. Accompagnato dal fedele ed intraprendente Jean, chiamato Passepartout, Fogg inizia il suo avventuroso viaggio, ostacolato da mille peripezie. Giunto in India, salva Auda, una giovane destinata da un crudele rito religioso ad una morte atroce. Insieme con la bella indiana, prosegue il viaggio, prima attraverso la Cina, poi attraverso l America del Nord .Giunto alla costa atlantica, salpa finalmente alla volta dell’Inghilterra che fortunosamente raggiunge. Appena sbarcato però viene arrestato da un poliziotto che l’ha seguito in incognito durante tutta l’avventura, fin dalla sua partenza da Londra, convinto che il gentiluomo sia l’autore di un grosso furto commesso in passato ai danni di una banca inglese. Allorché, chiarito l’equivoco, Fogg viene rilasciato, egli è convinto di essere in ritardo di un giorno sulla data stabilita e di aver così perduto la scommessa. Ma all’ultimo momento scopre che, avendo compiuto il suo viaggio procedendo sempre verso Est, grazie agli scarti temporali tra i fusi orari, ha in realtà guadagnato un giorno, quanto gli basta per presentarsi in tempo al circolo e risultare vincitore. Il matrimonio con la bella Auda coronerà degnamente il felice esito dell’impresa.
L’inizio di questo racconto è narrativo perché introduce brevemente il luogo in cui si svolgeranno le vicende iniziali ossia nella casa di Phileas Fogg. Il finale è lieto perché il personaggio riesce a raggiungere l’obbiettivo che in questo caso era di riuscire a fare il giro del mondo in 80 giorni.
Le vicende si svolgono in circa più di 80 giorni. Il periodo storico in cui sono ambientate le vicende corrisponde alla prima metà dell'Ottocento: ciò è nominato esplicitamente nel testo, ed è deducibile da molti elementi. In questo racconto fabula e intreccio coincidono perché le vicende si svolgono seguendo un ordine cronologico dall’inizio alla fine. Il narratore è esterno perché si limita a descrivere e raccontare i fatti. Lo spazio è principalmente esterno, infatti, la maggior parte delle vicende si svolgono in giro per il mondo. In questo brano la collocazione dello spazio è molto importante.
I periodi non sono di struttura eccessivamente complessa, e il lessico usato, sebbene talvolta molto specifico, non è eccessivamente complicato. Le parti discorsive sono generalmente rese con il discorso diretto.
PERSONAGGI

Phileas Fogg: è il protagonista di questo racconto ed è un uomo enigmatico, un vero signore che fa parte dei più bei gentlemen dell’alta società inglese. Ha una quarantina d’anni, è piuttosto alto, con capelli biondi, fronte liscia senza rughe; è un uomo che non fa un metro più del necessario, trova sempre la via più breve, non compie mai alcun gesto superfluo, e ci tiene all’essere puntuale. Phileas Fogg è un personaggio dinamico in quanto rispetto alla presentazione iniziale, si trasforma in un’altra persona, non più precisa come al solito, meno attaccata alla sua collocazione nella vita sociale. Oltre ad essere dinamico è un personaggio a tutto tondo in quanto viene delineato nei minimi particolari sin dai primi capitoli del libro. E’ un personaggio presentato direttamente dal narratore. I fasci di caratterizzazione utilizzati per la descrizione di questo personaggio sono: i dati anagrafici e sociali perché più volte il narratore si sofferma a descriverlo dal punto di vista sociale e infatti è molto importante sapere che Fogg fa parte dell’alta società, le caratteristiche fisiche perché il narratore si sofferma a descriverlo fisicamente più volte, le caratteristiche ideologiche e psicologiche che sono le più importanti perché fanno vedere l’intraprendenza e l’impegno che ci mette il personaggio nell’ affrontare problemi o semplici scommesse.
Jean: è un aiutante del protagonista, è il nuovo domestico di Phileas Fogg. Jean ,il cui soprannome è Passepartout, è un bravo ragazzo, dall’aspetto accattivante, le labbra un po’ sporgenti, una persona dolce e servizievole con gli occhi blu, il colorito piuttosto scuro, il volto abbastanza grosso, il petto largo, la figura robusta e vigorosa muscolatura e i capelli scuri un po’ ricci.
Passepartout si presenta come domestico a Fogg perché aveva sentito dire che era una persona matematicamente precisa; e questo lo allietò perché dopo anni di vita vagabonda, ora aspirava alla tranquillità di una casa. Ma con questo nuovo padrone non riposò neppure un attimo perché dopo 8 ore dal momento dell’assunzione, partirono per il giro del mondo. Durante tutti i giorni che seguirono l’assunzione e la partenza, Passepartout si rivelò un ottimo domestico e fece di tutto per riuscire a portare a termine l’impresa del suo padrone.
Questo è un personaggio statico poiché nel corso della narrazione il suo carattere e il suo modo di fare rimangono invariati mentre a tutto tondo perché sappiamo molte cose riguardo la sua vita . Il narratore presenta questo personaggio principalmente con il discorso diretto. I fasci di caratterizzazione utilizzati per la descrizione di questo personaggio sono: i dati anagrafici e sociali perché più volte il narratore si sofferma a descriverlo dal punto di vista sociale, le caratteristiche fisiche perché il narratore si sofferma più volte a descrivere il suo corpo possente e molto muscoloso, le caratteristiche ideologiche e psicologiche che sono le più importanti perché fanno vedere l’ingegno e anche la freddezza che ci mette il personaggio nell’ affrontare problemi.
L’oggetto del desiderio in questo racconto è la vittoria della scommessa fatta da Fogg ,ossia quella di fare il giro del mondo in 80 giorni, obbiettivo che dopo molte avventure verrà raggiunto.
I compagni di gioco: cioè l’ingegnere Andrew Stuart, i banchieri John Sullvan e Samuel Fallentin, Thomas Flancgane e Gauthier Ralph sono personaggi che hanno un ruolo non molto importante anche sé sono loro che danno inizio al giro del mondo di Fogg in seguito alla scommessa fatta. Sono personaggi statici e piatti perché servono solo per far partire la narrazione. Il narratore li descrive indirettamente.
Auda: è la moglie di un rajah deceduto, che dopo esser stata salvata da Fogg e i suoi compagni, diventerà la sua futura sposa. Questo è un personaggio statico e a tutto tondo perché viene descritto abbastanza dal narratore che la descrive in modo principalmente diretto .
Fix: è il poliziotto che ha arrestato Phileas Fogg avendolo giudicato in modo errato senza aver prove a suo sostegno. Questo è un personaggio secondario ed è statico e piatto. Il narratore lo presenta in modo indiretto.
Sir Francis Cromarti: è un compagno di gioco di Fogg che rimarrà con lui per una buona parte del loro viaggio e lo affiancherà in diverse avventure. Questo è un personaggio secondario ed è statico e piatto. Il narratore lo presenta in modo indiretto.

Esempio



  



Come usare