Il giro del mondo in 80 giorni

Materie:Scheda libro
Categoria:Generale
Download:4205
Data:03.12.2001
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
giro-mondo-80-giorni_1.zip (Dimensione: 21.07 Kb)
trucheck.it_il-giro-del-mondo-in-80-giorni.doc     42 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

L’autore Jules Verne

Jules Verne è un romanziere francese che è nato a Nantes, un importante porto sulla Loira, nel 1828 ed è morto di diabete a Amiens nel 1905.
Nel 1848 si trasferì a Parigi per studiare legge dell’Università, al Romanticismo che aveva improntato i moti rivoluzionari dell’epoca cominciava a sostituirsi l’interesse per la scienza; in Europa nascevano fitte reti ferroviarie, ai velieri si sostituivano i piroscafi, il telegrafo annullava le distanze tra nazione e nazione. Ci si sentiva pionieri della scienza, al Romanticismo letterario si sostituiva quello della macchina e del progresso.
Il giovane Verne si lasciò coinvolgere totalmente da quel clima di rinnovamento, aderendo allo spirito progressista del tempo, senza però trascurare i rapporti con gli intellettuali francesi. In questo periodo strinse amicizia con Alessandro Dumas padre, collaborò con lui alla stesura di alcune commedie e, quel che più conta apprese la tecnica dello scrivere. In seguito esordì come scrittore di teatro. Sarà la sua collaborazione con l'editore Hetzel a determinare la svolta decisiva della sua carriera di scrittore, inaugurata con la pubblicazione di "Cinque settimane in pallone".
Nel 1862 trovò definitivamente la propria strada di scrittore di quelli che, inizialmente furono definiti “romanzi scientifici”, che ebbero un successo immediato e duraturo. Romanzi che nel tempo hanno perduto la loro carica avveniristica e precorritrice, ma che si leggono ancor oggi con entusiasmo per quella carica di avventura sempre ben dosata con l’accuratezza con cui sono presentati i personaggi.
Nascono così alcune delle opere più affascinanti della letteratura popolare: "Viaggio al centro della Terra" (1864),"Ventimila leghe sotto i mari" (1870 ), "Il giro del mondo in ottanta giorni" (1873), "L' isola misteriosa” (1874).

Il giro del mondo in 80 giorni

Phileas Fogg è uno dei membri più singolari e più noti del Reform Club di Londra, un uomo molto ricco e nel frattempo molto riservato e vive la sua vita nella massima regolarità e puntualità, infatti il 2 ottobre 1872 aveva licenziato il suo vecchio domestico, il signor James Forster, perché aveva avuto la colpa di portargli l’acqua per farsi la barba a 29° centigradi anziché a 30° centigradi.
Seduto comodamente su una poltrona, con i due piedi vicini come quelli di un soldato alla parata, le mani appoggiate alle ginocchia, il busto eretto e la testa alta, aspettava nella sua casa situata al n°7 di Saville Row, Brulington Gardens, il suo nuovo domestico che arrivò in perfetto orario. Si chiamava Jean Passepartout.
Puntualmente Fogg uscì alle 11.30 per recarsi al Club e così Passepartout rimase da sola nella sua nuova casa e cominciò subito ad ispezionarla. Arrivato al Reform Club, Fogg pranzò e poi si dedicò alla lettura dei quotidiani, verso sera lese sul “Morning-Chronicle” che si poteva effettuare il giro del mondo in solo 80 giorni e comunicò ai suoi compagni di gioco di voler tentare l’impresa. Così Fogg e i suoi compagni: l’ingegnere Andrew Stuart, i banchieri John Sullvan e Samuel Fallentin, il birraio Thomas Flancgane e Gauthier Ralph, scommisero 20.000 sterline che Fogg non sarebbe riuscito a compiere il giro del mondo in soli 80 giorni.
Accompagnato dal suo intraprendente domestico, Fogg inizia il suo viaggio ostacolato da mille peripezie si svolge lungo un itinerario reale con l’utilizzo di ogni mezzo possibile. Fogg e Passepartout conoscono Sir Francis Cromarty che li accompagna per una buona parte del loro viaggi e, giunti in India salvano Auda, una giovane donna dalla carnagione bianca come un’europea, sposa di rajah deceduto destinata ad un sutty, sacrificio umano il cui corpo arde vivo. Insieme alla bellissima indiana, proseguirono il viaggio prima attraverso la Cina, poi attraverso l’America del Nord. Giunti alla costa atlantica perdono il China, l’unico piroscafo che compie l’attraversata diretta tra America ed Europa: esso poteva essere utile a Fogg. Dopo molte insistenze da parte di Fogg verso il capitano della Henrietta, un vapore con lo scafo in ferro e tutte le rifiniture in legno, salpano alla volta dell’Inghilterra che fortunatamente raggiungo.
ppena sbarcano Fogg viene arrestato da un poliziotto, il signor Fix, che l’aveva seguito in incognito durante tutta l’avventura, fin dalla sua partenza da Londra, convinto che il gentiluomo fosse l’autore di un grosso furto avvenuto il 29 settembre che aveva colpito la Banca d’Inghilterra. Quando Fogg viene rilasciato è convinto di essere in ritardo di un giorno sulla data stabilita così di aver perso la scommessa. Ma all’ultimo momento scopre che avendo viaggiato verso Est, grazie agli scarti di tempo ottenuti dai fusi orari, ha in realtà guadagnato un giorno, il tanto che basta per presentarsi in tempo e risultare il vincitore.
Il matrimonio con la bella Auda, che nel frattempo si era innamorata di lui, coronerà il felice esito dell’impresa.

I personaggi principali e secondari

Phileas Fogg è un personaggio presentato direttamente dal narratore attraverso la descrizione di qualità positive e negative e attraverso i commento. Egli era un uomo enigmatico, un vero signore che faceva parte dei più bei gentlemen dell’alta società inglese. Aveva una quarantina d’anni, portava una figura nobile e bella, piuttosto alto di statura, con capelli e favoriti biondi, fronte liscia senza rughe; era un uomo che non faceva un metro più del necessario, trovava sempre la via più breve, non sprecava uno sguardo verso il soffitto e non compiva mai alcun gesto superfluo, egli arrivava e teneva all’essere puntuale. Da questo si può ben capire il suo stato celibe e il suo disinteressamento ad ogni relazione sociale poiché pensava che incontrare nuova gente portava solo a perdite di tempo.
Phileas Fogg è un personaggio dinamico in quanto rispetto alla presentazione iniziale, si trasforma in una persona normale, non più precisa come al solito. Riguardo le relazioni sociali in un primo momento credeva che fosse solo una perdita di tempo, ma dopo aver conosciuto Auda si sposò. Verso la fine del viaggio diventa un uomo pessimista abbandonando la sua fiducia che aveva durante il viaggio perché pensa di essere raggiunto con un giorno di ritardo. Oltre ad essere dinamico è un personaggio a tutto tondo in quanto viene delineato nei minimi particolari durante i primi capitoli del libro.
Il nuovo domestico di Phileas Fogg è un personaggio statico e tutto tondo poiché nel corso della narrazione il suo carattere e il suo modo di fare rimangono invariati e egli, attraverso la autopresentazione con un dialogo tra lui e Phileas Fogg, si delinea al primo approccio col lettore. Jean Passepartout non è il suo vero nome, ma è un soprannome che è nato dalla sua naturale abilità nel sapersela cavare in ogni situazione. Prima di diventare il fedelissimo domestico di Phileas Fogg, era un cantante girovago, un cavallerizzo in un circo, poi insegnante di ginnastica e per ultimo sergente dei pompieri a Parigi.
Passepartout è un bravo ragazzo, dall’aspetto accattivante, le labbra un po’ sporgenti, un essere dolce e servizievole con gli occhi blu, il colorito piuttosto scuro, il volto abbastanza grosso per potersi vedere da solo gli zigomi, il petto largo, la figura robusta e vigorosa muscolatura e i capelli scuri un po’ ribelli.
Passepartout si presenta come domestico a Fogg perché aveva sentito dire che era una persona matematicamente precisa; e questo lo allietò perché dopo anni di vita vagabonda, ora aspirava alla tranquillità di una casa. Ma con questo nuovo padrone non riposò neppure un attimo perché dopo 8 ore dal momento dell’assunzione, partirono per il giro del mondo. Durante tutti i giorni che seguirono l’assunzione e la partenza, Passpartout si rivelò un ottimo domestico e fece di tutto per riuscire a portare a termine l’impresa del suo padrone.
I personaggi secondari principali sono:
• I compagni di gioco cioè l’ingegnere Andrew Stuart, i banchieri John Sullvan e Samuel Fallentin, il birraio Thomas Flancgane e Gauthier Ralph. Con essi Fogg aveva scommesso di compiere il giro del Mondo entro 80 giorni.
• Fix, il poliziotto che ha arrestato Phileas Fogg avendolo giudicato in modo errato senza aver prove a suo sostegno.
• Sir Francis Cromarti, un compagno di gioco di Fogg nella traversata da Suez a Bombay. Egli rimarrà con loro per una buona parte del loro viaggio e li affiancherà in diverse avventure.
• Auda, la moglie di un rajah deceduto, che dopo esser stata salvata da Fogg e i suoi compagni, diventerà la sua futura sposa.

Esempio



  


  1. laura

    Chi è stamp proctor sempre nel libro il giro del mondo in 80 giorni chi è??

  2. frogg bera

    sto cercando la caratterizzazione di philean fogg del libro il giro nel mondo in 80 giorni

  3. aleandra

    i personaggi del libro il giro del mondo in 80 giorni

  4. alessia

    riassunto il giro del mondo in 80 giorni


Come usare