il canada

Materie:Appunti
Categoria:Geografia

Voto:

1 (2)
Download:127
Data:19.04.2006
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
canada_13.zip (Dimensione: 4.59 Kb)
trucheck.it_il-canada.doc     28 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Il Canada è uno stato dell’America settentrionale. Ha una superficie di circa 9.970.000 Km quadrati, compresi circa 750.000 Km quadrati di acque interne, ed una popolazione di circa 27.000.000 di abitanti (inclusi Indiani ed Eschimesi).
A Nord confina con il Mar Glaciale artico, ad Ovest con l’Alaska e l’Oceano Pacifico, a Sud con gli Stati Uniti , ad Est con l’Oceano Atlantico.
E’ una federazione, costituita nel 1867, comprendente 10 provincie e 2 territori. A capo dello stato vi è un Governatore Generale.

TERRITORIO
Il territorio ha il suo elemento fondamentale nel cosiddetto scudo canadese. La superficie dello scudo si presenta come una successione di lievi ondulazioni; al centro origina in un’ampia depressione , la baia di Hudson ad est della quale, nella penisola del Labrador, si eleva sino a raggiungere i 1500 m. Numerosi sono i laghi grandi e piccoli.
Tutte le coste del Canada sono molto frastagliate e quasi sempre rocciose. Le pianure centrali occupano circa 1/5 dell’intera superficie territoriale. Le pianure si trovano alla base della catena delle Montagne Rocciose, che nel Canada raggiungono le altezze maggiori nei massicci granitici della sezione più meridionale (monte Robson m. 3954; monte Columbia m. 3747). Le Montagne Rocciose sovrastano a Ovest vasti altipiani (tra cui lo Yukon Plateau), posti ad altezze superiori ai 1000 m. e chiusi ad Ovest dal sistema delle Catene Costiere.
La parte estrema del territorio canadese è rappresentata dagli arcipelaghi artici. Essi formano una caratteristica regione dove le isole, dette terra, affiorano tra bracci di mare coperti per molti mesi dal pack, in un ambiente spiccatamente polare.
Le maggiori isole sono: l’isola Victoria, l’isola Melville e l’isola Banks. A difesa del patrimonio floristico e faunistico sono stati istituiti numerosi parchi nazionali, per una superficie complessiva di circa 100.000 Km quadrati.

POPOLAZIONE
La distribuzione della popolazione rispecchia il rapporto che si è stabilito tra uomo ed ambiente. Le maggiori concentrazioni (80% circa) si hanno sul lato atlantico, tra il fiume San Lorenzo e i Grandi Laghi, regione climaticamente temperata. Il popolamento si dirada verso l’interno, mentre si ha un’alta concentrazione presso la costa meridionale e nell’antistante isola di Vancouver. Verso il Nord vi sono solo centri isolati .Le città sono strutturate con la city al centro e le aree residenziali all’intorno, e il loro sviluppo è stato determinato dall’impostazione commerciale dell’economia canadese.
La capitale è Ottawa; altre città importanti sono Montreal, Toronto, Vancouver, Quebec , città storica tipicamente francese.

ECONOMIA
Il Canada è un paese ricchissimo, autosufficiente e comunque enormemente favorito in quasi ogni genere di materie prime, sia minerarie che agricole.
Paese oggi ad avanzatissima economia, il Canada fu caratterizzato, sino a buona parte del XIX secolo, dall’utilizzazione delle sue immense risorse naturali: all’inizio la caccia di animali da pelliccia, la pesca, lo sfruttamento forestale, in seguito la valorizzazione agricola delle provincie atlantiche e delle pianure centrali, infine l’estrazione mineraria.
Costruite poi le prime ferrovie, si svilupparono i commerci e le materie prime, come legnami e minerali, iniziarono ad essere trasformate localmente dando origine ad importanti industrie.
Nel secondo dopoguerra il paese divenne una grande potenza economica.
Date le condizioni ambientali, l’agricoltura dispone di aree limitate, ma pur sempre assai estese. Si prestano bene all’ambiente canadese la coltivazione delle patate e delle barbabietole da zucchero. Si coltivano anche il lino, il tabacco e la soia.
L’allevamento è legato all’agricoltura ed è concentrato nelle provincie orientali dove si trovano bovini da latte e da carne, suini, animali da pelliccia ed animali da cortile.
La pesca conserva tutta la sua importanza; si sfruttano le acque pescose della costa atlantica e pacifica (rispettivamente per merluzzi e salmoni).
Una delle maggiori ricchezze del Canada è rappresentata dalle foreste; vengono sfruttate le vie d’acqua interne per il trasporto del legname verso i grandi laghi ed il San Lorenzo, dove sono situate le industrie.
Il paese è molto ricco di minerali metalliferi. Il Canada produce nichel, zinco, uranio, oro, argento, rame, piombo, ferro.
Esiste una potente industria metallurgica e meccanica (veicoli, macchinari agricoli e ferroviari). Anche l’industria elettrotecnica ed elettronica è avanzata. Da citare anche le industrie casearie, conserviere e del legno.
Gli scambi interni sono molto vivaci ed al loro servizio opera una rete di comunicazioni molto estesa sia stradale che ferroviaria.

1

1

Esempio