Canada

Materie:Appunti
Categoria:Geografia
Download:80
Data:24.04.2001
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
canada_6.zip (Dimensione: 7.6 Kb)
trucheck.it_canada.doc     32.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Ricerca

Canada

Stato dell'America settentrionale; occupa la parte N del continente, delimitato a O dall'oceano Pacifico, a N del mar Glaciale Artico, a E dall'Atlantico e confinante a NO (Alaska) e a S (prevalentemente lungo il parallelo 49° N) con gli USA.
Si estende da S a N per ca 5000 Km, da 42° N fino a poche centinaia di chilometri dal polo N e per 6500 Km da E e O, tra 52°e 140° E (5 fusi orari).

Aspetto fisico.
Il territorio può essere morfologicamente suddiviso in tre grandi aree: una centrale pianeggiante, comprendente lo scudo canadese e le Grandi Pianure (Plains), affiancata a O da tre serie parallele di catene montuose e a SE dalle propaggini settentrionali del sistema montuoso degli Appalachi.
Lo scudo canadese è uno zoccolo di rocce cristalline antichissime (archeozoiche), spianato dai ghiacciai e disseminato di colline moreniche e numerosissimi laghi.
Occupa quasi la metà della superficie del paese e si estende attorno alla baia di Hudson, dal f.Mackenzie al San Lorenzo (compresa gran parte dell'arcipelago artico).
E' alto 200-350 m e rialzato oltre i 1500-2000 m lungo il bordo NE (penisola del Labrador, isola di Baffin).
A S (regione dei Grandi Laghi) e a O (zona del Plains), lo scudo si immerge sotto una coltre di rocce sedimentarie che si eleva progressivamente verso O (da 350 a 1000 m) fino alla cordigliera.
La fascia corrugata occidentale, larga ca 700 Km, si allunga in direzione NO-SE per oltre 2500 Km, comprendendo tre allineamenti di catene, di cui le più orientali racchiudono un vasto altopiano (alto ca 1000 m), profondamente inciso e ricco di laghi.
La Catena Costiera (Coast Range), la più occidentale, culmina nel gruppo dei m. St Elias (con il m. Logan, 6050 m, cima più alta del C.) e più a S si fraziona in una serie di isole, in gran parte degli USA; all'interno si ergono le Montagne Rocciose, che nel tratto meridionale superano in più punti i 3000 m (m. Robson, 3954 m; m. Columbia, 3747 m).
Nella parte sud-orientale del C., tra il f. San Lorenzo e l'oceano Atlantico, una serie di isole e penisole poco elevate rappresenta la porzione settentrionale della catena degli Appalachi.
Le coste del paese, modellate dai ghiacciai, sono ovunque frastagliate (sviluppo complessivo di ca 90000 Km), ricche di isole e penisole.
A N, attorno alla vasta baia di Hudson, sono prevalentemente basse; a E sono poco elevate, incise da profonde insenature (golfo di San Lorenzo, baia di Fundy) e riparate da isole (Terranova, Cape Breton, Principe Edoardo, Principe Edoardo, Anticosti).
La costa pacifica è alta e rocciosa, incisa da stretti fiordi e costellata da isole (Vancouve, arcipelago Regina Carlotta).
Il maggior numero di isole del C., spesso saldate tra loro dai ghiacciai per buona parte dell'anno, si conta nel mar Glaciale Artico.
Tra le principale: Baffin, Vittoria, Ellesmere (la più settentrionale), Principe di Galles, Banks, Melvile, Devon.
I principali corsi d'acqua de C. alimentano il mar Glaciale Artico e l'oceano Atlantico.
Il più lungo è l' Athabasca-Mackenzie (4022 Km), gelato otto mesi l'anno; il più importante, economicamente, è il San Lorenzo (1170 Km), che, collegato ai Grandi Laghi laurenziani (Ontario, Erie, Huron, Michigan e Superiore), rappresenta una importante via di comunicazione tra l'Atlantico e le zone interne più produttive del continente.
Oltre al sistema dei Grandi Laghi (240.000 Km (quadri) di superficie totale, dei quali 95.829 Km (quadri) appartenenti al C.), tra gli oltre 250.000 laghi disseminati nel paese i più vasti sono: il Gran Lago degli Orsi, il Gran Lago degli Schiavi, il Winnipeg, l'Athabasca, il Manitoba.
La maggior parte del territorio (compresa la costa atlantica, lambita dalla corrente fredda del Labrador) è interessata da climi di tipo continentale freddo (inverni lunghi e rigidi, con precipitazioni sparse, prevalentemente nevose) e ricoperta dalla taiga (con 31 specie diverse di conifere), che cede il posto, più a S, a estese praterie con radi alberi.
Sulle isole del N, dove i ghiacciai sono quasi perenni, e nelle estreme regioni settentrionali, ricoperte dalla tundra, il clima è artico e sub-artico; lungo la costa pacifica, lambita da correnti calde, il clima è più mite e piovoso e la vegetazione rigogliosa.
Nell'area sud-orientale, estesa tra i Grandi Laghi e la valle del San Lorenzo, al confine con gli USA, il clima è particolarmente favorevole agli insediamenti umani (inverni rigidi ma estati calde e abbondanti precipitazioni), per effetto di correnti atmosferiche che provengono dal tropico nel periodo estivo: caratteristico albero di quest'area è l'acero, la cui foglia è simbolo del C. e campeggia sulla bandiera nazionale.

Stato e popolazione.
Il C. è dal 1867 uno stato federale, membro del Commonwealth e dotato di propria costituzione dal 1982.
Capo dello stato è il sovrano del Regno Unito, rappresentato da un governatore generale.
Il potere esecutivo spetta al primo ministro con il consiglio dei ministri, mentre il potere legislativo spetta a un parlamento bicamerale.
Le 10 province hanno propri organi legislativi (assemblee unicamerali, eccetto l'Ontario, con assemblea bicamerale) ed esecutivi; i 2 territori sono amministrati da commissari nominati dal governo federale.
Nel 1992, in seguito alle rivendicazioni delle comunità eschimesi, è stata approvata la costituzione di una nuova provincia nel settore insulare e orientale del Territori di Nord-Ovest (prov. di Nunavut, ca 1.800.000 Km (quadri), ca 18.000 ab., cap. Iqaluit).
Per la rigidità del clima, la popolazione è disomogeneamente distribuita sul territorio: quasi del tutto assente a N del 60° parallelo, scarsa e per lo più legata allo sfruttamento del sottosuolo nella parte centrale e concentrata per il 90% in una fascia larga ca 300 Km (detta C. utile), lungo il confine con gli USA (le più alte densità nelle province Isola Principe Edoardo, Nuova Scozia, Ontario e Québec).
Il 76% dei canadesi vive in aree urbane: l'agglomerato più popoloso è Toronto (ab. 3.502.000), in seguito da Montreal (ab. 2.921.000), Vancouver (ab. 1.381.000), Ottawa (ab. 819.000), Edmonton, Calgary, Winnipeg, Québec.

Economia.
Il C. è attualmente uno dei paesi al mondo con il più alto reddito pro-capite.
Grazie al suo ingente patrimonio di risorse naturali ha vissuto, specie negli anni 1960-80, un notevole sviluppo industriale che ha permesso alle esportazioni del settore secondario di superare quelle agricole, minerarie e zootecniche tradizionali.
Metà della superficie adibita all'agricoltura (le province centrali, 4,7% del territorio totale) è coltivata a cereali, prevalentemente frumento e avena.
Molto sviluppato l'allevamento di animali da pelliccia, bovini, suini e animali da cortile e le industrie di trasformazione a essi legate.
Particolarmente ingente è il patrimonio forestale (33%del territorio), che permette una produzione di cellulosa, pasta di legno e carta tra le più alte del mondo (1/3 della produzione mondiale di carta da giornale).
Considerevole anche la pesca, oceanica e nelle acque interne.
Il sottosuolo del C. è ricchissimo di minerali che, pur essendo solo in parte sfruttati, rappresentano il 30% (in valore) delle esportazioni.
Il fabbisogno energetico è largamente assicurato da ingenti riserve di petrolio e gas naturale e dalla produzione di energia idroelettrica.
Il C. è al primo posto per l'estrazione di nichel, uranio e zinco; al secondo per il radio; al terzo per oro, tungsteno, piombo e amianto.
Tra i più ricchi anche i giacimenti di argento, rame, platino, ferro, cobalto, molibdeno, stagno, antimonio, bismuto, selenio, titanio, mercurio, zolfo e sali potassici.
Il settore industriale, in rapido sviluppo, si avvale di impianti ad alto livello tecnologico ed è concentrato essenzialmente nell'Ontario, nel Québec e nella Columbia Britannica.
Prevalgono le industrie metallurgiche (terzo produttore mondiale di alluminio), meccaniche, elettromeccaniche, chimiche, tessili, alimentari, della carta.
Nel 1992 il paese ha aderito al mercato unico nordamericano (NAFTA).

Comunicazioni.
La rete ferroviaria si estende per 97.390 Km, quella stradale per 834.152 Km.
L'autostrada Transcanadese (7820 Km) collega Saint John's (Terranova) a Victoria (Columbia Britannica).
Molto sviluppato il traffico aereo.
Il sistema del f. San Lorenzo e dei Grandi Laghi rappresenta un'importante via di comunicazione con le zone interne, anche per navi oceaniche.

Storia.
L'area canadese, abitata in origine solo da gruppi amerindi (eschimesi, aglonchini, athabaska, irochesi settentrionali), dal sec. XVI divenne meta di una lenta colonizzazione europea, preparata dalle esplorazioni di G. Caboto (1497-98) per conto dell'Inghilterra, di G. Cortereal (1501) al servizio del Portogallo e di G. da Verrazzano (1524) e J. Cartier (1535) per conto della Francia.
Inglesi e francesi, stabilitisi rispettivamente nella Nuova Scozia (1604) e nella Nuova Francia (fondazione di Québec, 1608), entrarono più volte in conflitto fino a che la guerra dei Sette anni (1756-63) segnò il passaggio nelle zone francesi sotto la corona britannica.
L'Atto costituzionale (1791) divise il paese in Alto C. (Ontario), anglofono, e Basso C. (Québec), francofono, garantendo a entrambi autonomia legislativa, linguistica e religiosa.
Ingranditosi territorialmente, nel 1867 (British North American Act) divenne una confederazione di stati (Ontario, Québec, Nuova Scozia, Nuovo Brunswick) sottoposta alla condizione di dominion.
Entrato nel Commonweath (1926), nel 1931 divenne stato sovrano e nel 1949 aderì alla NATO.
Dopo il riemergere di contrasti etnici, l'ascesa al potere del liberale P. Trudeau (1968-84) francofono, ma gradito anche agli anglofoni, aprì un periodo di espansione economica e di maggiore autonomia rispetto alla politica USA.
Il Constitution Act del 17.4.1984 ha riconosciuto il pluralismo del C. ma non ha eliminato le croniche tensioni etniche, intensificatesi dalla fine degli anni '80 con le spinte indipendentistiche del Québec.
Nel 1987 è stato sottoscritto un accordo costituzionale che regola i rapporti tra le comunità, mentre resta aperto il contenzioso con le popolazioni mohawk che chiedono forme autonomia.
Il partito conservatore, al governo dal 1984 con B. Milroney e nel 1993 con Kim Campbell, ha subito una netta sconfitta alle elezione dell'ottobre 1993, a favore del partito liberale, il cui leader Jean Chretien ha assunto la guida del governo.

Esempio