Il Canada

Materie:Appunti
Categoria:Geografia

Voto:

1 (2)
Download:141
Data:11.07.2001
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
canada_8.zip (Dimensione: 7.55 Kb)
trucheck.it_il-canada.doc     41.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

CANADA: LO STATO
Nome ufficiale
Canada
(Canada)
Capitale
Ottawa
Bandiera
La foglia d’acero è il simbolo nazionale del Canada. Il rosso vuole ricordare il sangue versato dai canadesi durante la prima guerra mondiale, mentre il bianco rappresenta la neve, sempre abbondante nel paese. La bandiera sventolò per la prima volta nel 1965.
Inno
“O Canada”

IL TERRITORIO
Superficie
9.970.610 kmq
Massima altitudine
Monte Logan
5951 m
Massima depressione
Livello del mare
IL CLIMA
Temperature medie
Ottawa
Gennaio
-11 °C

Luglio
21 °C

Vancouver
Gennaio
3 °C

Luglio
18 °C

Precipitazioni medie annue
Ottawa 870 mm
Vancouver 1460 mm

POPOLAZIONE
Popolazione
27.769.993
(1993)
77% popolazione urbana
23% popolazione rurale
Densità
2,9 abitanti/kmq
(1993)
Città principali
Montréal 1.017.666
Calgary 710.677
Toronto 635.395
(1991)
Agglomerati urbani principali
Toronto 3.893.046
Montréal 3.127.242
Vancouver 1.602.502
(1991)
Gruppi etnici
40% inglesi, scozzesi, irlandesi
27% francesi
20% altri europei
2% nativi americani
11% altro
compresi americani, russi, ucraini, cinesi e giapponesi
Lingua
Lingue ufficiali
Inglese
Francese
Religione
45% cattolicesimo
36% protestantesimo
19% altro
compresi ortodossia, ebraismo, islamismo, induismo, sikh

ECONOMIA
Prodotto interno lordo
US$ 549.200.000.000
(1994)
Risorse economiche
Agricoltura e allevamento
Frumento, orzo, altri cereali, bestiame, pellicce
Pesca
Merluzzi, aringhe, salmoni, molluschi, aragoste
Silvicultura
Abete rosso, abete Douglas, abete canadese, cedro, pino, balsamina
Risorse minerarie
Zinco, oro, argento, petrolio, gas naturale, rame, cobalto, uranio, nichel, potassio
Industria
Mezzi di trasporto, prodotti alimentari, macchinari, carta e derivati della carta, prodotti chimici, metalli e prodotti metallurgici
Occupazione
67% commercio e servizi
22% industria
7% pubblica amministrazione
4% agricoltura, silvicultura,
pesca e caccia
Esportazioni
Automezzi e componenti di automezzi, metalli e minerali, prodotti boschivi (compresi carta e cellulosa), pesce e frutti di mare, pellicce
Importazioni
Componenti di automezzi, veicoli per passeggeri, computer, generi alimentari
Partner commerciali
Stati Uniti, Giappone, Gran Bretagna
Moneta
Dollaro canadese

GOVERNO
Ordinamento dello stato
Democrazia federale parlamentare
Capo di stato
Il sovrano britannico, rappresentato da un governatore generale
Capo del governo
Primo ministro
Nominato dal governatore generale ma eletto dalla Camera dei Comuni
Potere legislativo
Sistema bicamerale
Camera dei Comuni
295 membri
Senato
104 senatori
Diritto al voto
Suffragio universale per tutti i cittadini maggiori di 18 anni
Potere giudiziario
Corte Suprema
Forze armate
Le truppe terrestri, navali e aeree del Canada sono integrate
70.500 soldati; il servizio militare è volontario
Suddivisioni amministrative
10 province e 2 territori
ISTRUZIONE
Università e scuole principali
Università McGill
Montréal, Québec
Università di Montréal
Montréal, Québec
Università di York
York, Ontario
Università di Waterloo
Waterloo, Ontario

CRONOLOGIA ESSENZIALE
1000 ca.
I vichinghi esplorano le coste di Terranova.
1497
Giovanni Caboto scopre Terranova.
1530-40
Jacques Cartier dichiara il Canada possedimento francese.
1604
Coloni francesi stabiliscono i primi insediamenti nell’Acadia e nel Québec, sviluppandovi la pesca e il commercio di pelli.
1670
La Compagnia della baia di Hudson, impresa mercantile inglese, apre in Canada le sue prime postazioni per il commercio delle pelli.
1760
Gli inglesi conquistano Montréal durante la guerra dei Sette anni. La Francia cede formalmente alla Gran Bretagna i suoi territori canadesi nel 1763.
1775
Fallisce un tentativo d’invasione del Canada durante la guerra d’indipendenza americana. Numerosi americani fedeli alla corona britannica si trasferiscono in Canada negli anni seguenti.
1791
La Gran Bretagna divide il Quebéc in Basso Canada francofono e Alto Canada anglofono.
1837-38
Le rivolte contro il governo colonialista falliscono sia nel Basso che nell’Alto Canada.
1867
Viene approvato il British North America Act, che dà vita allo stato del Canada.
1885
Viene completata dalla Canadian Pacific Railway la ferrovia che unisce l’intero paese, da costa a costa.
1931
Il Canada ottiene, con la promulgazione dello statuto di Westminster da parte del parlamento britannico, la completa indipendenza dalla Gran Bretagna.
1939-1945
Circa un milione e mezzo di canadesi combattono nella seconda guerra mondiale. Dopo il conflitto, una nuova ondata di immigrazione europea contribuisce a trasformare il Canada in una potenza industriale.
1949
Il Canada è tra i paesi fondatori della NATO.
1970
Un commando del Front de libération du Québec sequestra un ministro canadese, in seguito ucciso, e un diplomatico britannico.
1976
Il Parti Québecois si afferma nelle elezioni del Québec.
1980
Gli elettori del Québec respingono in un referendum la proposta d’indipendenza della loro provincia dal resto del Canada.
1982
Una nuova costituzione viene approvata da tutte le province eccetto il Québec.
1990
Cresce il movimento autonomista nel Québec.
1992
L’accordo di Charlottetown, un secondo tentativo di revisione costituzionale, viene invalidato da un referendum nazionale. Viene approvato un accordo che stabilisce la costituzione di un territorio autonomo degli inuit (eschimesi) entro il 1999.
1994
Entrata in vigore dell’Accordo di libero scambio nordamericano (NAFTA) tra Canada, Messico e Stati Uniti.
1995
Respinta in un referendum, con una strettissima maggioranza (50,6%), l'indipendenza del Québec.
1997
Una sentenza della Corte suprema riconosce validità di prova ai racconti orali; la sentenza dovrebbe favorire gli eschimesi nell’ottenimento di risarcimenti per le terre loro confiscate in passato.
1998
Il Canada si scusa ufficialmente con tutti i nativi americani per le sofferenze loro inflitte dal razzismo dei bianchi, dalla sottrazione delle terre, dalla politica di assimilazione forzata.

Esempio