Filosofia - Aristotele

Materie:Riassunto
Categoria:Filosofia

Voto:

2 (2)
Download:247
Data:06.10.2005
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
filosofia-aristotele_2.zip (Dimensione: 8.29 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_filosofia--aristotele.doc     50 Kb



Testo

Filosofia – Aristotele
Metafisica o Filosofia Prima
Disciplina generale che studia:
 Cause e principi primi
 Essere in quanto essere
 La sostanza
 Dio e la sostanza immobile
( L’essere non ha una forma unica ma una molteplicità di significati e aspetti, i più importanti modi dell’essere sono:
E. come Accidente
Qualità che una cosa può avere o meno senza smettere di essere quella determinata sostanza
E. come Categorie
Caratteristiche fondamentali e strutturali dell’essere:
 Qualità
 Quantità
 Relazione
 Agire
 Subire
 Dove
 Quando
 Avere
 Giacere
 Sostanza
La più importante, presuppone tutte le altre, punto di riferimento delle altre categorie

L’essere quindi si può identificare con la sostanza stessa.
( La sostanza è l’individuo che funge da soggetto, il  cioè “il questo qui”.
Ogni sostanza è sinolo, unione di:
FORMA
La natura propria di una cosa, la sua struttura caratterizzante
MATERIA
Quid o materiale di cui è composta la cosa
La Forma è attiva e struttura la
Materia che invece è passiva.
( Scienza e conoscenza nascono dalla meraviglia di fronte all’essere e consistono nel chiedersi “perché?”, per Aristotele le cause sono quattro:
 Materiale – La causa è la materia
 Formale – La causa è la forma
 Efficiente – Principio del movimento
 Finale – Scopo verso cui una cosa tende
Queste quattro cause sono la specificazione della sostanza, che è la causa dell’essere.
( Per Aristotele il divenire è il passaggio da un tipo di essere ad un altro tipo. Così formula il concetto di potenza e atto.
POTENZA
Capacità della materia di assumere una certa forma
ATTO
Potenza compiuta, realizzazione di questa capacità
(La conoscenza della potenza presuppone una
conoscenza implicita dell’atto
(La spinta iniziale la deve aver data una cosa già in atto
(
Primato dell’atto sulla potenza
In questo modo però viene fuori un circolo senza inizio né fine, così Aristotele pone due estremi:
all’inizio la Potenza Pura
Concetto limite, non si può riscontrare nella realtà, è solo teorico

alla fine l’Atto Puro
Massima perfezione, è divino (metafisica → teologia)
Tutto ciò che è in movimento deve essere mosso da qualcos’altro che è in movimento, e così via... Ma il principio primo o causa del movimento si identifica col dio.
Il dio è
 Atto puro (atto senza potenza, immobile e non soggetto al divenire)
 Pura forma
 Realtà eterna (causa di movimenti dell’universo)
 Realtà perfetta e compiuta (attrae la materia priva di forma)
 Pensiero del pensiero (se pensa, pensa per forza la perfezione e quindi se stesso)

Fisica
L’oggetto della fisica è l’essere in movimento.
Tipi di movimento:
 Sostanziale( generazione e corruzione)
 Qualitativo (mutamento e alterazione)
 Quantitativo (aumento e diminuzione)
 Locale (cambiamento di luogo – movimento fondamentale)
Il movimento locale può essere di tre specie:
 Circolare (intorno al centro del mondo)
 Dal centro verso l’altro
 Dall’alto verso il centro
Questi ultimi due sono propri dei quattro elementi che compongono la terra:
 Acqua
 Aria
 Terra
 Fuoco
La terra è l’elemento più pesante e si trova al centro del mondo, poi l’acqua, l’aria e il fuoco.
L’universo è perfetto perché possiede tutte e tre (numero perfetto) le dimensioni, non manca di nulla e quindi è finito.
Non esiste il vuoto, il luogo è sempre luogo di qualcosa.
Il movimento nel vuoto non è possibile perché non ci sarebbe alcun motivo di movimento.
Il tempo
 È misura del movimento
 Presuppone una mente che misuri
Psicologia
Scienza che studia l’anima, perché anch’essa è forma incorporata della materia.
L’anima
 È la sostanza che vivifica il corpo
 Fa si che il corpo, vita in potenza, divenga vita in atto
Funzioni dell’anima
 Vegetativa (propria di tutti gli esseri viventi)
 Sensitiva (propria dell’uomo e dell’animale)
 Intellettiva (propria solo dell’uomo, può fare le veci delle funzioni inferiori)
Gnoseologia
Oltre ai cinque sensi c’è un senso comune, la sensibilità, che ha due funzioni
 Coscienza della sensazione (sentire di sentire)
 Coscienza di percepire le determinazioni sensibili comuni con più sensi (movimento, quote, numeri…)
La sensazione in atto coincide con le cose sensibili
Se non ci fossero i sensi non ci sarebbero gli oggetti sensibili in atto, ma solo in potenza (se non ci fosse la vista non vedremmo i colori ma ci sarebbero ugualmente).
L’immaginazione invece è
 La capacità di produrre e combinare immagini in una unica universale, autonoma dagli oggetti a cui si riferiscono
 Una traccia lasciata nell’anima dalla sensazione
Etica

Esempio