La Meiosi

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

2 (2)
Download:90
Data:04.05.2005
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
meiosi_6.zip (Dimensione: 133.2 Kb)
trucheck.it_la-meiosi.doc     155 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

La Meiosi
La Meiosi è un processo che, partendo da una cellula madre che è diploide (formata da due coppie di cromosomi omologhi), riesce a formare quattro cellule figlie aploidi (con un assetto cromosomico singolo).
Essa si divide in varie fasi:
• Interfase: durante la quale avviene la duplicazione dei cromosomi in due cromatidi fratelli, uniti per mezzo del centromero. In questa fase i cromosomi non sono ancora visibili al microscopio, se non come una massa di cromatina. In questa fase si duplicano anche i COMT (Centri di Organizzazione dei MicroTubuli) che, nelle cellule animali, circondano i centrioli;
• Profase 1: in questa fase i filamenti di cromatina si spiralizzano fino a formare i cromosomi. Adesso con un processo detto sinapsi, i cromosomi omologhi, si uniscono in una struttura chiamata tetrade, formata quindi da quattro cromatidi. Durante la sinapsi, avviene un processo chiamato crossing-over, grazie al quale cromatidi di cromosomi omologhi si scambiano tra loro segmenti contenenti i geni in modo da avere una più vasta variabilità genetica: nella fase 1 i cromatidi si duplicano in modo da avere nella fase 2 una tetrade, nella fase 3, dopo essersi spezzati, i cromatidi omologhi si saldano insieme in un punto chiamato chiasma, nella fase 4 i cromosomi omologhi con i cromatidi ricombinati si separano dando origine alla fine della meiosi a quattro cellule geneticamente diverse.
A questo punto i COMT si allontanano l’uno dall’altro e tra essi inizia a formarsi il fuso, che andrà a catturare le tetradi che si sposteranno verso il centro della cellula;
• Metafase 1: durante questa fase le tetradi si allineano lungo il piano equatoriale della cellula, a metà strada tra i due poli del fuso. I microtubuli del fuso sono attaccati ai cinetocori a livello dei centromeri. Si può osservare che, per ogni tetrade, i microtubuli del fuso legati a uno dei cromosomi omologhi provengono da uno dei due poli della cellula, mentre l’altro cromosoma è attaccato alle fibre provenienti dal polo opposto. Grazie a questo i cromosomi omologhi di ciascuna tetrade si spostano ciascuno verso un polo della cellula;
• Anafase 1: questa fase è caratterizzata dalla migrazione dei cromosomi omologhi verso i due poli opposti alla cellula. I cromatidi che costituiscono ciascun cromosoma, restano uniti per il centromero, infatti si dividono solo le tetradi;
• Telofase 1 e Citodieresi: Durante questa fase i cromosomi raggiungono i poli della cellula. Quando i cromosomi hanno ultimato il loro processo, in ciascuno dei due poli si trova un assetto di cromosomi aploide. Normalmente la citodieresi avviene in corrispondenza della telofase 1 e si formano così due cellule figlie aploidi. In alcune specie, dopo la telofase 1, le cellule figlie si preparano subito alla meiosi 2, in altre specie invece i cromosomi si despiralizzano, si ricostruisce la membrana nucleare e la cellula va in contro ad un periodo di pausa prima di iniziare la meiosi 2. In nessun caso però avviene nuovamente la duplicazione dei cromosomi;
• Meiosi 2: Nelle specie in cui la meiosi 1 è seguita da una pausa, i cromosomi si condensano nuovamente e la membrana nucleare si disgrega durante la profase 2. Durante la profase 2 si forma un fuso lungo il quale i cromosomi si spostano verso il centro della cellula. Durante la metafase 2 i cromosomi si allineano sul piano equatoriale, con i cinetocori dei cromatidi di ciascun cromosoma rivolti verso i poli opposti. Nella anafase 2 i centromeri dei cromatidi si separano e questi ultimi diventati così cromosomi indipendenti, migrano ai poli opposti. Nella telofase 2 si formano i nuclei ai poli opposti della cellula e, contemporaneamente avviene la citodieresi. Si sono così formato quattro cellule figlie ciascuna con un assetto singolo, cioè aploide, di cromosomi.

Esempio



  



Come usare