La cellula e le sue funzioni

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

2.5 (2)
Download:462
Data:11.12.2001
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
cellula-sue-funzioni_1.zip (Dimensione: 5.96 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_la-cellula-e-le-sue-funzioni.doc     34 Kb



Testo

LA CELLULA
1) è capace di duplicare sé stessa
2) ha enzimi per le reazioni chimiche (stessi tipi di reazioni)
3) ha una membrana esterna
4) ha il DNA come materiale genetico
processi della cellula:
1) procurarsi ed assimilare le sostanze nutritive
2) eliminare i prodotti di rifiuto
3) sintetizzare nuovo materiale cellulare
4) essere in grado di muoversi e riprodursi
cellule procariote: sono le più semplici, contengono materiale genetico sottoforma di DNA; il
nucleo non si distingue dalla membrana
non hanno all’interno una struttura definitiva, il nucleo non si distingue dal resto
cellule eucariote: il DNA è associato a proteine e racchiuso in una membrana nucleare
il nucleo è ben distinto; i cromosomi sono circondati dalla membrana nucleare
organismi eterotrofi: prendono sostanze organiche dall’esterno (piante e funghi)
organismi autotrofi: in grado di fabbricarsi da soli le sostanze organiche necessarie al proprio
accrescimento
1) fotosintetici: fonte di energia per la sintesi è il sole
2) chemiosintetici: catturano l’energia da reazioni inorganiche
metabolismo cellulare: insieme di tutte le attività chimiche che avvengono nella cellula
funzioni della membrana:
1) proteggere il citoplasma
2) provvedere allo scambio delle sostanze necessarie alla vita della cellula
3) separa il materiale vivente della cellula dall’esterno
4) costituita da un doppio strato fosfolipidico
5) contiene le proteine integrali e quelle periferiche
prerogative della membrana:
1) elasticità
2) si fondono tra loro
3) si richiude su sé stessa
membrana cellulare: doppio strato fosfolipidico (code idrofobe di acidi grassi verso l’interno)

1) in mezzo sospese molecole proteiche (proteine
integrali -vettori di trasporto- proteine periferiche)
2) alle proteine integrali legate catene di carboidrati → formano glicoproteine
3) nucleo circondato dalla membrana nucleare (due membrane formate da doppio strato
fosfolipidico)
nel nucleo i cromosomi sono come una massa di filamenti → cromatina

1) porta le informazioni ereditarie
2) assicura il rifornimento della cellula
citoplasma: la parte fluida è il citosol, nel quale ci sono i ribosomi attaccati al reticolo
endoplasmatico ruvido, che servono alla sintetizzazione delle proteine
metà formato da organuli, tenuti fermi dal citoscheletro (formato da filamenti di actina e
microtubuli)
citoscheletro: mantiene la forma della cellula, fissa gli organuli, dirige il traffico interno, consente
alla cellula di muoversi
ribosomi: gli amminoacidi vengono assemblati in proteine (sintetizzazione delle proteine)
reticolo endoplasmatico: rete di sacchi, tubuli e canali connessi tra loro
1) granulare (con ribosomi)
2) liscio ( senza ribosomi)
vacuoli e vescicole: mezzi di trasporto, di scarico, di immagazzinamento
cavità piene di acqua e soluti vari
apparato di Golgi: centro di elaborazione, di imballaggio e distribuzione
lisosomi: demolizione e riciclaggio
contengono enzimi idrolitici e sono coinvolti in attività di digestione intercellulare
si digeriscono i grassi
cloroplasto: contiene le molecole di clorofilla
qui avviene la fotosintesi
mitocondri: organuli nei quali avviene la respirazione cellulare
luogo di trasformazione del glucosio in energia sottoforma di ATP (adenosin trifosfato)
cellule vegetali: 1) circondate da una parete cellulare
2) quando si dividono si forma una lamella mediana che tiene unite le cellule
3) su ogni lato della lamella ogni cellula costruisce una parete primaria che
contiene molecole di cellulosa
4) maturando la cellula può formare una parete secondaria (più rigida)

COME SI SCAMBIA IL MATERIALE
ACQUA
energia potenziale: energia idrica
nelle soluzioni il potenziale idrico è influenzato dalla concentrazione dei soluti: a mano a mano che aumenta la concentrazione delle particelle dei soluti, diminuisce la concentrazione delle moleccole d’acqua
diffusione (secondo gradiente): le molecole d’acqua presenti si muovono da regioni di minore
concentrazione dei soluti a regione di maggiore concentrazione dei soluti
osmosi: tipo di diffusione dell’acqua attraverso una membrana che separa soluzioni di
concentrazione differente
secondo gradiente: le sostanze si muovono da una regione in cui la concentrazione delle loro
molecole è maggiore a una regione in cui la concentrazione è minore
contro gradiente: direzione opposta, verso regione con maggior concentrazione
equilibrio dinamico: le molecole raggiungono uno stato di distribuzione uguale, non ci sono più
gradienti
acqua, ossigeno, biossido di carbonio diffondono nelle membrane cellulari
membrana selettivamente permeabile → permette il passaggio ad alcune sostanze e ad altre no
osmosi: movimento d’acqua attraverso una membrana
soluzioni isotoniche: hanno egual numero di particelle disciolte per unità di volume→ stesso
potenziale idrico
ipotonica→ meno concentrata ipertonica→ più concentrata
cellule vegetali: ipertoniche → l’acqua tende a diffondere al loro interno
si crea una pressione interna che fa espandere la parete e allarga la
cellula; nella cellula matura la parete cellulare non si espande ulteriormente e la sua
resistenza produce una pressione diretta verso l’esterno (turgore)
trasporto con proteine integrali: diffusione facilitata → movimento azionato da un gradiente di
concentrazione
trasporto attivo → se richiede consumo di energia della cellula
endocitosi o esocitosi (sostanze trasportate da vacuoli o vescicole)
1) fagocitosi → introduce sostanze solide
2) pinocitosi → introduce liquidi
3) endocitosi mediata da ricettori → molecole si legano a recettori specifici della membrana

Esempio



  



Come usare