Aneurisma

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

1.5 (2)
Download:112
Data:01.03.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.txt (File di testo)
Download   Anteprima
aneurisma_1.zip (Dimensione: 1.99 Kb)
trucheck.it_aneurisma.txt     4.11 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

aneurisma
sm. (pl. -i) [sec. XIV; dal gr. anйurysma, dilatazione]. In medicina, dilatazione patologica di forma
variabile e non reversibile di un segmento di arteria. Secondo la forma gli a. si distinguono in
fusiformi, sacciformi e dissecanti; inoltre, possono essere acquisiti o congeniti. La forma
acquisita и determinata da fattori diversi come l'atero sclerosi, la lue, le arteriti infettive, la
panarterite nodosa, i traumi, gli infarti, ecc. Gli a. da aterosclerosi sono dovuti, in genere, a
lesioni della tunica media, le cui fibre muscolari vengono sostituite da tessuto fibroso; le sedi piщ
comuni sono le arterie poplitee e l'aorta addominale. Gli a. luetici sono dovuti a lesioni distruttive
della tunica media, i cui vasi nutritivi, quando diventano sede di processo infiammatorio, si
obliterano: i punti piщ colpiti sono in genere l'arco o la porzione discendente dell'aorta e l'arteria
polmonare. Le arteriti infettive (tubercolosi, actinomicosi, ecc.) provocano di preferenza a.
dell'arteria poplitea e della femorale. La panarterite nodosa и causa di necrosi della tunica
media, con le piщ varie localizzazioni aneurismatiche. I traumi possono provocare a. veri o falsi,
per lesione in toto della parete arteriosa e conseguente ematoma. Conseguenti a infarto del
miocardio sono gli a. ventricolari, dilatazioni di una porzione di ventricolo cardiaco,
prevalentemente il sinistro. L'a. disseccante dell'aorta и una dilatazione del profilo dell'aorta,
conseguente all'infiltrazione di sangue proveniente dal lume del vaso per lesione della mucosa
negli strati della parete, che si scollano via via preludendo alla rottura dell'arteria stessa. Una
delle cause principali и la perdita di elasticitа degli strati interni per deposizione lipidica (v.
ateroma). Gli a. congeniti, dovuti ad assenza della tunica media arteriosa, si possono
manifestare a qualsiasi etа e la loro sede preferita и la parte intracranica della carotide interna.
La sintomatologia dell'a., diversa a seconda della grandezza e della sede, и caratterizzata dalla
formazione di una tumefazione pulsatile, che all'ascolto si manifesta con un rumore soffiante e
alla palpazione con una sensazione di fremito; il dolore и per lo piщ dovuto a compressione di
organi contigui. La terapia chirurgica degli a. dell'aorta e di quelli cerebrali si avvale di nuove
tecniche endoscopiche che riducono l'invasivitа dell'intervento e possono portare benefici,
specie per i pazienti piщ anziani in cui i rischi anestesiologici e generali di un intervento
tradizionale sono piщ elevati. Per l'a. dell'aorta и stata messa a punto una tecnica endoscopica
che consiste nell'inserire un catetere nella arteria femorale, da dove viene fatto risalire fino
all'aorta. Il vaso sanguigno viene poi rivestito internamente da una arteria artificiale, di dacron, in
modo da rinforzare la parte di arteria in cui si и verificato l'aneurisma. Il catetere viene poi
rimosso. Per alcuni a. cerebrali и stata sviluppata una tecnica neuroradiologica che consiste
nell'inserire, sempre dall'arteria femorale, un catetere cavo fino alla carotide. Al suo interno viene
fatto passare un catetere piщ sottile che riesce a seguire l'arteria fino al cervello, raggiungendo il
sito dell'aneurisma. A questo punto vengono seguite diverse tecniche per rinforzare l'arteria
dilatata, come rivestimenti di dacron o una rete di metallo a "memoria di forma" realizzata cioи in
modo che, se anche raddrizzata per essere introdotta nel catetere, torni nella sua forma originale
una volta inserita in loco, per rivestire con le sue volute tutto l'aneurisma. La rete viene poi
staccata dal catetere grazie a un impulso elettrico. § In veterinaria, a. pernicioso, parassitosi
causata dal verme Strongylus vulgaris che allo stadio larvale si localizza nelle arterie del
cavallo, provocando endoarteriti e trombosi con conseguenti aneurismi. Le larve si localizzano
nelle arterie aorta, iliaca e mesenterica provocando coliche ed emorragie talvolta mortali. Anche il
cane puт esserne colpito; in questo caso nell'avventizia dell'aorta si ritrovano forme larvali del
Nematode Spirocerca lupi.

Esempio



  



Come usare