L'arte gotica: la Cattedrale di Winchester

Materie:Tesina
Categoria:Arte

Voto:

1.5 (2)
Download:238
Data:13.11.2006
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
arte-gotica-cattedrale-winchester_1.zip (Dimensione: 601.58 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_l-arte-gotica:-la-cattedrale-di-winchester.doc     644.5 Kb



Testo

------Liceo Ginnasio Statale------
“G.B. Brocchi”
a.s. 2006-2007
Paola M. Regiani – Fabiola Ferronato – Manila Liberti
2^c L
1. Introduzione storica
La Cattedrale di Winchester è una magnifica cattedrale angliccana nel sud-est dell’Inghilterra. Viene chiamata così perché vi si trova il trono (o “la cathedra”) del Vescovo di Winchester, risale al XII secolo, quando una Chiesa cristiana fu precedentemente costruita sul medesimo luogo. Da allora ricopre un ruolo fondamentale nella vita di questa città antica ed un ruolo nella storia dell'Inghilterra.
Cominciata nel 1079 in stile romanico, questa Cattedrale è situata al centro di Alfred's Wessex e di una diocesi che una volta di estendeva dal fiume Tamigi di Londra alle Channel Islands. I suoi vescovi furono uomini di estrema ricchezza, potenza e influenza. Essi svilupparono ed adornarono questa grande Cattedrale: infatti le loro cappelle sono una caratteristica molto nota dell’edificio. Là i pellegrini cercarono rifugio nella preghiera, soprattutto nel sacrario del primo vescovo, il Santo Swithun.
La Cattedrale rivestì sin dal principio, anche il ruolo di sede stessa della comunità di monaci Benedettini. Elemento centrale della loro vita era il cantare quotidianamente inni e preghiere volti alla salvezza dell'intera umanità; tutto questo è regolarmente praticato anche ai giorni nostri, soprattutto nelle prime ore della mattinata.
2. L’edificio
I fondamenti della Cattedrale sono stati posti dal vescovo Walkelin nel 1079 e consistono nella pietra importata dall'isola di Wight e dal legname ricavato dall’abbattimento di querce di una delle foreste del Hampshire. La maggior parte della costruzione è stata ricostruita; soltanto la cripta e i transetti si sono mantenuti. L'estremità orientale si è notevolmente ingrandita per includere la parte retrostante all’altare durante il XIII secolo. Intorno al 1400 la navata principale è stata completamente ritoccata e, da allora, altri ritocchi secondari e l’introduzione delle tombe, delle cappelle e dei monumenti sono stati una caratteristica di ogni secolo.
La navata principale è la più grande della zona ed è qui che il pubblico avrebbe avuto accesso alla cattedrale. Le funzioni, principalmente, sarebbero state praticate sopra l’altare, non normalmente accessibile alla popolazione. Attualmente, invece, non vi è alcuna distinzione e le funzioni sono tenute in differenti postazioni, in modo da poter sfruttare al meglio lo spazio della Cattedrale.
Il coro (la zona retrostante all’altare) è rappresentativo di bellezza e tranquillità. Qui troviamo il più esteso sito di mattonelle medievali ben conservate del paese e risalenti al XIII secolo.
3. La cripta
La più antica parte dell'edificio è la cripta: evocativa e segreta, risale al 1079. L'ingresso è posto nel Transetto Nord e, discendendo alcuni scalini, si ha l'accesso alla cripta stessa. Essa presenta una particolarità: è periodicamente allagata perché contenne due pozzi. Il pavimento è risalente all'XI secolo. La cripta è normanna ma al centro vi è stata posta una scultura moderna che è stata progettata per stare in piedi nell'acqua: "Suono II", figura eretta ed interessante creata da Anthony Gormley, nella cripta dal 1986. La Cripta normanna contiene la tomba di San Swithun, vescovo del IX secolo, originariamente seppellito all'esterno, nel sagrato. Quando i suoi resti furono spostati all'interno della Cattedrale, lui si vendicò e tenne aperti i Cieli per quaranta giorni. Se si visiterà Winchester a luglio, ci si deve ricordare che la leggenda dice che se piove nel giorno di San Swithun (15 luglio), si susseguiranno altre giornate uggiose per quaranta giorni.
4. La Lady Chapel
La Lady Chapel presenta una singolare mescolanza di stili. I muri a nord e a sud nel loro compartimento occidentale presentano la ricca arcata in Early English. Il compartimento orientale su ogni lato, così come il muro di getto, ha una grande finestra, con architrave ed intaglio elaborati con un genere particolare o piuttosto con una differente interpretazione dei modelli.
La volta è un campione complesso e bello dell'insieme del costolone. Sono presenti inoltre capitelli e basi (vedi figure 15 e 16) di una forma insolita, molto ricchi ed elaborati. La metà occidentale della cappella è stata eretta con pannelli finemente intagliati. La parte più bassa dei muri della metà orientale è stata dipinta ed i resti della pittura ancora esistono.
Nella Cappella è presente la sedia (o "faldistorium") raffigurata in questa pagina, che si dice sia stata quella dove la regina Mary si sedette in occasione del suo matrimonio con Filippo di Spagna. Infatti la cerimonia fu celebrata nella Lady Chapel.
Inoltre sono presenti dei meravigliosi affreschi, che rappresentano i miracoli attribuiti alla Vergine Maria.
5. La grande finestra ad ovest
La grande finestra che si affaccia ad ovest, coi portici occidentali, costituisce una parte dello stesso lavoro unitamente ai muri laterali e alle altre finestre. Le cuspidi fiorite sono state impiegate in tutta la grande finestra, a partire dai pannelli sottostanti fino alla cima, ed anche in tutti i portici occidentali: così come in tutta le finestre dei muri dei corridoi di lato ai tre compartimenti occidentali già menzionati, ed anche per le due finestre occidentali di quei corridoi. La piccola base snella prevale in tutte queste parti da sola, e continua lungo tutti i portici occidentali.
La finestra è semplice: infatti riduce gradualmente le sue dimensioni. Essa è divisa in tre grandi compartimenti verticali, ognuno dei quali è diviso a sua volta in tre. Sette architravi dividono lo spazio in otto compartimenti orizzontali. Ma la porta, posta al centro, disturba la regolarità di questa finestra. Il davanzale coincide col secondo architrave. Nel gruppo centrale di pannelli la grata si estende fino alla cima, così come nel mezzo di ogni grande divisione laterale.
6. Cappella commemorativa del vescovo Wykeham
La cappella si sviluppò durante il tardo Medioevo. Costruita dentro la navata centrale della Cattedrale, è una piccola cappella contenente la tomba del suo costruttore e un altare per chi prega per lui. Significativamente le cappelle commemorative rappresentano l'introduzione di forme private di pietà dentro un luogo pubblico di adorazione. Questa cappella per un vescovo di Winchester riempie lo spazio dietro a due contrafforti dell'arcata della navata centrale. Nel ricco stile Perpendicolare, i fragili divisori ad intaglio si estendono lungo le aperture nella parete della navata centrale, racchiudendo anche lo spazio della cappella commemorativa.
1

Esempio



  



Come usare