La guerra dei sette anni

Materie:Appunti
Categoria:Storia

Voto:

1.5 (2)
Download:154
Data:22.05.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
guerra-sette-anni_1.zip (Dimensione: 3.26 Kb)
trucheck.it_la-guerra-dei-sette-anni.doc     21 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

GUERRA DEI SETTE ANNI

La guerra dei sette anni fu causata da vari motivi:
- Federico II di Prussia aveva messo su un grande esercito, preoccupando gli altri Stati;
- Le colonie francesi e quelle inglesi erano in conflitto tra di loro;
- L’imperatrice d’Austria non accettava il fatto che Federico II avesse ottenuto la Slesia, perciò vi era molta tensione tra Austria e Prussia.
Il ministro di Maria Teresa consigliò all’imperatrice un rovesciamento di alleanze, dato che l’Austria era sempre stata nemica della Francia, e il paese si alleò contro l’Inghilterra, per contrastare la Prussia. Inghilterra e Prussia quindi erano contro la Francia e l’Austria.
Scoppiò la cosiddetta guerra dei sette anni (metà 700) e al conflitto partecipò anche la Russia in favore dell’Austria. L’Inghilterra, comunque, non era molto interessata, perciò intervenne poco.
Federico II di Prussia si trovò contro una coalizione femminile: Maria Teresa in Austria, Amantere in Francia e la zarina Elisabetta, figlia di Pietro il Grande, in Russia.
Federico II però fu fortunato: la zarina Elisabetta morì e salì al trono Caterina***, una sua ammiratrice. Il re prussiano, infatti, era un grande illuminista ed un grande musicista, ed ospitava anche Bach nella sua corte. Caterina lo ammirava e per questo si ritirò dalla guerra.
Con la pace Federico II tenne la Slesia ma non la Sassonia, territorio austriaco che aveva occupato, prima del ritiro di Caterina, e tra le colonie americane l’Inghilterra ottenne il Canada francese .

*** secondo il libro salì al trono Pietro II, marito di Caterina e ammiratore di Federico II, che cessò l’avanzata vittoriosa della Russia sul suolo prussiano e morì poco dopo per una congiura. Al trono salì in seguito Caterina, che continuò l’opera del marito. ***

Esempio



  



Come usare