La formazione dell'impero portoghese

Materie:Appunti
Categoria:Storia
Download:147
Data:08.02.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.txt (File di testo)
Download   Anteprima
formazione-impero-portoghese_1.zip (Dimensione: 1.91 Kb)
trucheck.it_la-formazione-dell-impero-portoghese.txt     3.59 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

La formazione dell'impero portoghese
La progredita tecnica navale portoghese, perfezionata dalla scuola di Enrico il Navigatore, favorм il successo dei primi tentativi lungo le coste africane. Nel 1456 vennero stabiliti i primi insediamenti nelle isole del Capo Verde, nel 1471 sul delta del Niger, nel 1487 Bartolomeo Dнaz doppiт il capo di Buona Speranza. Il trattato di Tordesillas del 1494 assicurт alla Corona portoghese da un lato il monopolio delle future conquiste nell'Oceano Indiano, dall'altro la proprietа del Brasile, di cui P. A. Cabral, gettato sulle sue coste da una tempesta, prese possesso nel 1500. Frattanto, con i viaggi di Pйrez de Covilhгo, di Vasco de Gama a Calicut e a Gфa (1498), i Portoghesi si installarono stabilmente, primi fra gli Europei, nelle Indie Orientali. Intorno alla metа del XVI sec., l'Impero portoghese era al suo apogeo. Ai presidi disseminati lungo la costa atlantica del Marocco e del Brasile, limitatamente al litorale dell'Amazzonia e del Rio della Plata, si aggiungevano numerosi insediamenti disseminati lungo la rotta orientale per le Indie: Madera, le Azzorre, le isole del Capo Verde e della Guinea, e infine gli scali lungo le coste africane occidentali, nelle regioni corrispondenti all'attuale Angola. Al di lа del capo di Buona Speranza si susseguivano gli scali di Delagoa, Sofala, Mozambico (Africa Orientale Portoghese), Madagascar e Ormuz, all'entrata del Golfo Persico. Nelle Indie Orientali, infine, gli insediamenti portoghesi andavano da Diu a Cochin (1500), sulla costa del Malabar, e ancora piщ a est comprendevano Ceylon (1505), Pegu, Malacca (1511) e Macao. Nell'Africa nera, la bolla "Inter caetera" del 1493 attribuiva l'esclusiva responsabilitа dell'evangelizzazione ai Portoghesi. A ovest il re del Congo venne battezzato nel 1492 col nome di Giovanni, e la capitale del suo regno, M'Bali, divenne Sгo Salvador; suo figlio Alfonso corrispondeva in latino con Lisbona, ed Enrico, figlio di Alfonso, divenne vescovo di Sгo Salvador. Cacciati da Sгo Salvador da Diego, figlio di Alfonso, i Portoghesi riuscirono a mantenersi soltanto sulla costa, a San Paolo di Loanda (Sгo Paulo de Loanda). A est del capo di Buona Speranza iniziava il dominio dell'"Estado de Нndia" che comprendeva: cittа direttamente dipendenti dalla metropoli, come Diu, Malacca e la stessa capitale Gфa; protettorati controllati da fortezze portoghesi, come Ceylon; e infine semplici scali commerciali come Macao, Bantam, Makasar. Ma gli avversari piщ pericolosi si rivelarono gli Olandesi e gli Inglesi, soprattutto dopo che il Portogallo fu unito alla corona di Spagna sotto Filippo II (1580). Nel 1605 gli Olandesi conquistarono Amboina, nel 1641 Malacca, nel 1656 Colombo, quindi Cochin; gli Inglesi occuparono Ormuz nel 1622 e Mascate nel 1647. L'occupazione spagnola segnт cosм la crisi del potere portoghese in Asia. Dopo la riconquista dell'indipendenza sotto la casa di Braganza, e il matrimonio di Caterina di Braganza con Carlo II d'Inghilterra, al quale la sposa portт in dote Bombay, e l'apertura delle colonie al commercio inglese, al Portogallo non rimasero, del suo "Estado da Нndia", che Gфa, Diu, Damгo e Macao, provando che i Portoghesi non avevano la forza di conservare il monopolio del traffico coloniale e di sbarrare alle altre flotte europee i mari del Sud-Est asiatico. Se a metа del XVII sec. il Portogallo era ancora un'importante potenza coloniale, ciт dipendeva soprattutto dalle profonde radici che era riuscito ad affondare nelle isole atlantiche, Madera, Azzorre, Capo Verde, e particolarmente nel Brasile, dove vasti territori di popolamento erano stati concessi fin dall'inizio ai coloni.

Esempio