L'Italia nel 1848

Materie:Appunti
Categoria:Storia

Voto:

2.5 (2)
Download:213
Data:08.02.2001
Numero di pagine:1
Formato di file:.txt (File di testo)
Download   Anteprima
italia-1848_1.zip (Dimensione: 0.9 Kb)
trucheck.it_l-italia-nel-1848.txt     1.44 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

L'Italia nel 1848
Dopo aver suscitato grandi speranze, la politica di Napoleone, mirante a imporre l'egemonia francese, aveva profondamente deluso gli stessi patrioti italiani, la cui condizione tuttavia peggiorт dopo la Restaurazione. La sconfitta di Napoleone e il congresso di Vienna (1815) portarono al ristabilimento dello status quo, con l'annessione del Veneto e della Lombardia all'Austria; l'insediamento di sovrani asburgici nel Ducato di Modena, Granducato di Toscana e Ducato di Parma; il ritorno nel Regno delle Due Sicilie dei Borbone; la ricostituzione dello Stato della Chiesa; l'attribuzione di Genova al Piemonte. La Restaurazione, seppure in un primo tempo accettata di buon grado, contro gli eccessi della dominazione napoleonica, incontrт presto l'opposizione dei nuovi ceti emergenti che diedero vita a nuclei e sette segrete, espressione di ceti intellettuali ristretti o di ufficiali della nobiltа legata alle idee napoleoniche, senza seguito popolare e senza largo sostegno nella borghesia stessa. Furono questi piccoli gruppi i promotori delle rivolte carbonare di Napoli (1820), del Piemonte (1821) e dell'Italia centrale (1831), mostrando chiaramente le fragili basi della Restaurazione. Anche la letteratura romantica, tipica di quest'epoca, esprime le aspirazioni a un'unitа nazionale, individuando nella storia d'Italia dell'epoca comunale i primi sintomi di uno spirito nazionale e di un popolo unico per tradizioni, lingua e cultura.

Esempio