I trovatori

Materie:Appunti
Categoria:Storia
Download:109
Data:08.01.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.txt (File di testo)
Download   Anteprima
trovatori_1.zip (Dimensione: 1.44 Kb)
trucheck.it_i-trovatori.txt     2.61 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Trovatori

(Dal provenzale trobadours, connesso con trobar, "trovare, comporre poesia"),
poeti lirici, che componevano in lingua d'oc parlata nella parte meridionale della
Francia, usata da circa il 25% della popolazione francese. Il gruppo dei dialetti
provenzali comprende il limosino e l'alverniate nella Francia centromeridionale, la
langue d'oc e il provenzale propriamente detto nell'area che si affaccia sul Mediterraneo,
e il guascone (talvolta considerato una lingua a sй) nella Francia sudoccidentale.
ed erano attivi in Provenza fra l'XI e il XIII secolo. Accanto a Guglielmo IX d'Aquitania,
uno dei primi trovatori, ricordiamo Jaufrй Rudel, Bernart de Ventadorn, Arnaut Daniel,
particolarmente apprezzato da Dante, e Bertran de Born. Si hanno notizie, per quanto
scarse, di oltre 400 poeti; della loro produzione ci sono pervenuti circa 300 melodie
e 2600 componimenti. La musica che accompagnava i testi andт gradualmente scomparendo
nel corso del XIII secolo, cosм come avvenne in generale per la stessa poesia trobadorica,
che risentм fortemente della fine di quelle corti che erano state il suo principale punto
di riferimento, come conseguenza della crociata contro gli albigesi.
I soggetti delle composizioni dei trovatori erano amorosi, cavallereschi, politici e
religiosi. Le forme metriche comprendevano canzoni, tenzoni (contrasti), sirventesi
(di argomento politico o satirico), compianti (generalmente canti funebri), albe
(sulla separazione degli amanti al sorgere del giorno), serenate. Gli strumenti
musicali erano generalmente la viella (viola medievale) e il liuto. La musica trobadorica
и considerata una delle piщ rappresentative nell'ambito della musica medievale profana.
Nel XII secolo la poesia provenzale si diffuse nella Francia settentrionale e in
Inghilterra. La lingua usata fu quella d'oпl e gli autori presero il nome di trouvиres
("trovieri"). In questo ambito spicca la figura di Eleonora d'Aquitania, moglie prima
del re di Francia Luigi VII e poi di Enrico II d'Inghilterra; Eleonora, che fece della
sua corte un centro di raffinata cultura letteraria, fu inoltre l'anello di congiunzione
tra la letteratura francese e quella inglese.
I generi trattati dai trovieri comprendevano romanzi del ciclo bretone e di argomento
classico, ispirati all'epica antica, fabliau (racconti in versi di argomento fortemente
realistico), poemi allegorici come il Roman de la Rose. Fra gli autori dei circa 4000
componimenti pervenutici ricordiamo Thomas, l'autore del romanzo di Tristano e Isotta,
Guillaume de Lorris, Adam de La Halle e Chrйtien de Troyes.

Esempio