guerra fredda

Materie:Appunti
Categoria:Storia

Voto:

2.5 (2)
Download:349
Data:03.06.2005
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
guerra-fredda_4.zip (Dimensione: 6.77 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_guerra-fredda.doc     28 Kb



Testo

Dalla guerra fredda alla coesistenza competitiva
1. Il II dopoguerra: Est/Ovest e Nord/Sud → Nuovo ordine internazionale (stabile) segnato dalla divisione in due blocchi (capitalismo/comunismo); caratteristiche: bipolare; globale; connotato ideologicamente; “a sovranità sospesa” (le decisioni strategiche sono prese dalle superpotenze esautorando gli altri paesi); bloccato (dalla presenza arma nucleare).
Anni successivi : decolonizzazione = sgretolamento degli imperi coloniali europei : nascono nuovi paesi, emerge un’altra contrapposizione, Nord/Sud

2. Le speranze di pace: nascita ONU (giu 1945, 51 paesi) → Lo scopo era di “preservare le nazioni future dalla guerra”, affermare i diritti d. uomo e il progresso socioeconomico;

3. Il processo di Norimberga (1945 – 46): ai criminali nazisti → il processo ebbe anche numerosi critici (si punivano atti di incerta definizione giuridica: non erano previsti dagli ordinamenti giuridici); affermò tuttavia un principio nuovo: anche in guerra esistono comportamenti punibili come criminosi e di fronte ai quali un militare deve ritenersi sciolto dal dovere d. obbedienza.

4. La “guerra fredda”: dalle sfere di influenza ai blocchi : Conferenza di Yalta (Crimea, feb ’45: Roosevelt, Churchill, Stalin): si accettò (non ufficialmente) l’idea di un’Europa divisa in sfere d’influenza, affermando anche però il diritto di ciascun popolo all’autodeterminazione. Dopo la guerra le posizioni si irrigidirono in due blocchi contrapposti: nel ’46 Stalin: tra capitalismo e comunismo vi è conflitto insuperabil; Churchill (Fulton, feb 46) parlò di “cortina di ferro” da Stettino a Trieste: è fallito il grande disegno di cooperazione internazionale di Roosevelt (morto apr ’45)

5. Dottrina Truman (feb 1947). Gli Usa si impegnano a “sostenere i popoli liberi che si oppongano ai tentativi di oppressione da parte di minoranze armate o di pressioni esterne”: gli Usa superano ogni “isolazionismo” e applicano la dottrina del “containment” = arginare ogni tentativo di espansione influenza sovietica in Europa e nel mondo (cfr. invece dottrina Monroe, 1923)

6. Il problema della Germania. Tra alleati anglo – franco Usa e Urss non si trovò accordo sul problema d. assetti territoriali tedeschi: la G. e Berlino erano state divise in 4 settori, poi ridotti a due (Usa+Gb + Fra e Urss)→ Usa: puntavano a una rapida ricostruzione tedesca per una sua integrazione nel sistema economico – politico occidentale; Urss: vuole controllare la Germania, avamposto in Europa occidentale e ottenere riparazioni di guerra (Urss devastata + 25 milioni morti ca.) Quando nel 1948 gli occidentali introducono moneta unica nelle rispettive aree di occupazione, Urss replica con il blocco di Berlino: blocco dei canali di accesso alla città. Reazione Gb e Usa : gigantesco ponte aereo che rifornì la città per quasi un anno. Il ponte aereo ha successo, ma il paese rimarrà diviso (fino al 1989) in due stati: Rep. Federale tedesca (Ovest) e Rep. Democratica tedesca (Est)

7. La rivoluzione comunista in Cina. Dopo due anni di guerra civile contro i nazionalisti di Ciang Kai – Scek, i comunisti di Mao ZeDong nel 1949 prendono il potere e proclamano la Repubblica popolare cinese (mentre Ciang si rifugia a Formosa e fonda la Rep. Nazionalista cinese)

8. Il blocco occidentale: → Gli Usa legarono a sé i principali paesi d. Europa occidentale tramite aiuti economici (Piano Marshall, 1948 – 52) e alleanza politico – militare (Nato, dal 1949). Il piano Marshall (European Recovery Program) fu importante per l’integrazione politica del blocco occidentale e per la sua stabilizzazione economica; la Nato: alleanza politico – militare difensiva in cui Usa hanno ruolo egemone (si è poi allargata, anni ’90, a Ungheria, rep. Ceca, Polonia ecc.) La “guerra fredda” è anche “ideologica” (Usa e Urss sono portatori di due ideologie universalistiche: libertà e uguaglianza), è uno scontro di civiltà. Qs fatto ha ripercussioni interne, facilitando la diffusione di un clima di sospetto e intolleranza: negli Usa c’è la “caccia alle streghe” (caccia alle infiltrazioni comuniste nella burocrazia, nello spettacolo ecc., animata per 4 anni dal sen. J. Mc Carthy; in qs clima matura condanna a morte coniugi Rosenberg, 1953)

9. Il blocco orientale:
→ In Europa orientale si assiste alla progressiva “sovietizzazione” d. paesi sotto l’Urss
→ I fase: (1945 – 47/8): i partiti comunisti appoggiati da Urss sono entro governi di
coalizione: attuano provvedimenti che hanno consenso (es. riforme agrarie, alcune nazionalizzazione);
→ II fase: (1947/8 – 1952): Urss trasforma l’influenza in dominio (brogli elettorali,
intimidazioni, colpi di stato); si formano regimi a partito unico
→ Nascono: Cominform (1947, organismo per la collaborazione tra i partiti comunisti
europei; Patto di Varsavia (1955, patto politico – militare)
→ 1948 – 52: ondata di “purghe” vs oppositori ma anche militanti comunisti (cfr. processo di Praga, 1952, ecc)
→ Stalin rafforza il suo potere (fino al ’53); in Urss si rafforza l’apparato militare e industriale; di nuovo politica delTerrore”

10. Espulsione Tito dal blocco orientale: (1948), in seguito al rifiuto di Tito di integrare Yugo nel blocco del Cominform.

11. Guerra di Corea (truppe del nord – Corea divisa dopo la guerra- attaccano il sud filo-americano. Usa – su mandato Onu – interviene con una forza internazionale; Corea aiutata attivamente da Cina. Moltissime vittime, si risolse con un compromesso tra gen Mac Arthur e Mao, al 38° parallelo.

12. Coesistenza competitiva. 1956: XX Congresso PCUS, Chruscev denuncia i crimini di Stalin e allenta la repressione in Urss (il disgelo); indica la “coesistenza pacifica” come unico modo per evitare la guerra. Alcuni studiosi parlano di “c. competitiva” = trasferimento del bipolarismo sul panorama mondiale con competizione tecnologico – militare (atomica) ed economica. Equilibrio del terrore e distensione: equilibrio del T. (missili intercontinentali in grado di colpire qualunque punto d. Terra) ha reso possibile la distensione

13. Rivoluzione cubana (1959); Kennedy autorizza spedizione “Baia dei porci” ; crisi missilistica, 1963; blocco navale Usa → accordo: via i missili sovietici; in cambio Usa garantiscono indip. dell’isola. (Riprende il dialogo)

14. Volontà di dialogo, ma anche tensioni: anni ’60 il clima è diverso; Linea telefonica permanente tra Casa Bianca e Cremino; primi accordi per bandire test atomici Usa e Urss nell’atmosfera; 1968: trattato di non proliferazione (“congelamento” numero atomiche).Tensioni: Muro di Berlino, intervento Urss in Cecoslovacchia…ecc.

15.

Esempio



  



Come usare