Un mostro in giardino, Alcock

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano
Download:344
Data:21.05.2007
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
mostro-giardino-alcock_1.zip (Dimensione: 6.62 Kb)
trucheck.it_un-mostro-in-giardino,-alcock.doc     28.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

-Analisi del libro“Un mostro in giardino”-

-Autore: Viviene Alcock
-Titolo: Un mostro in giardino
-Casa Editrice: Libri per ragazzi Mondatori
-Genere del libro: Avventura, fantastico.
-Ambiente in cui si svolge il romanzo: il seguente racconto si svolge in tre distinti luoghi:
il primo è la casa dove la protagonista Frances Stain vive con il padre e coi tre fratelli, con i quali ha un rapporto conflittuale: essi non la considerano e la tengono sempre in disparte. Poi, oltre ai suoi familiari, coabitano con Frances nella grande villa: la governante, la signora Drake e il giardiniere, il sig. Alfred,.
Il secondo luogo è il grande giardino curato minuziosamente da Alfred, nel quale, essendo un posto privato e quindi senza estranei, la protagonista e alcuni suoi amici costruiscono l’alloggio per Monnie,.
Monne è un piccolo mostro creato per errore da Frances.
L’ultimo ambiente è costituito dai vivai Didon, dove Frances scappa per un breve periodo con Monnie; entrambe però sì perdono nei boschi durante una fuga e non si ritrovano per alcuni mesi.
-Epoca storica in cui si svolge il romanzo: la storia è contemporanea.
Gli elementi che m’inducono ad affermarlo sono: i laboratori dove lavora il padre della protagonista in cima alla collina, gli argomenti di cui parlano: ingegneria genetica, moda e il maschilismo del padre nei confronti di Frances, argomenti attuali.
-Personaggi principali:
Frances Stain: è la protagonista del racconto. E’ presa in giro dai suoi compagni, eccetto da Hazel sua amica del cuore. Frances frequenta la seconda media, è abbastanza alta, ha i capelli biondissimi e gli occhi azzurri. Il papà di Frances è un famoso scienziato che costantemente la trascura ritenendola troppo immatura; l’ammirazione del padre va ai fratelli della protagonista: David, Ben e Mike, studenti universitari. Nel corso della narrazione Frances riuscirà ad avere la tanto ricercata ammirazione del padre, e a creare una nuova, speciale amicizia, che la metterà in difficoltà.
Hazel Brent: è l’amica del cuore di Frances, ha capelli castani e ricci, occhi neri scintillanti e denti bianchissimi in un viso color cioccolato; ride sempre ed è un po’ “pazzerellona”, ha un carattere estroverso ed alcune volte, secondo l’opinione di Frances, non riesce a mantenere i segreti; si vogliono in ogni caso molto bene e da tutta la classe sono chiamate “le gemelle”.
Julia Hobson: è una compagna di classe di Frances che le racconta il suo segreto. Lei, insieme con David, può essere definita l’antagonista principale.
A Frances piacerebbe diventare amica di Julia, più seria e silenziosa rispetto a lei, anche per essere aiutata dalla compagna nei compiti di scuola, ma nello svolgersi della vicenda Julia si rivela crudele nei confronti di Monnie.
John Hobson: è il fratello di Julia; al contrario della sorella John è un ragazzo semplice e volenteroso, che invece di intralciare Frances nelle sue ricerche l’aiuta nel momento del bisogno, facendola anche scappare.
John è un ragazzone con le lentiggini e folti capelli neri, che porta lisci e lunghi sulla fronte; secondo la protagonista ha un carattere “semplicemente unico”, che lo rende molto affascinante.
David Stain: è il fratello della protagonista, a cui potremmo dare la parte del cattivo, poiché intralcia con la sua curiosità le ricerche di Frances. Dà alla protagonista l’idea di creare un mostro.
Al contrario dei suoi due fratelli David, essendo il penultimo figlio, va ancora al liceo.
Il signor Stain: è il padre di Frances. E’ uno scienziato molto importante e un maschilista della peggior specie. Si potrebbe pensare che dopo aver avuto tre maschi, una femmina avrebbe potuto renderlo felice, ma così non è stato e questo ha influito nei suoi rapporti con la figlia. Alla fine del racconto però Frances e il padre riusciranno a riavvicinarsi e a comprendersi.
-Trama del libro
Frances Stain è una ragazza di 12 anni, che vive in una grande villa con la sua famiglia composta dai tre fratelli David, Ben, Mike, dal padre (il signor Stain) e dalla governante, la signora Drake.
Un giorno Frances nota che David nasconde qualcosa nella tasca e cercando di non farsi scoprire dal padre, prova a sbirciare nella camera del fratello; lo vede così con in mano una sostanza gelatinosa, rubata dal laboratorio paterno. La ragazza se la fa dare, ma la dimentica poco dopo su un davanzale.
Il giorno seguente trova con molto spavento un mostriciattolo accovacciato sotto la scrivania. Collegandolo alla sostanza rubata, Frances pensa che forse possa essere stato un fulmine nella nottata precedente a creare quella strana creatura. Pone così con cura il mostro in una scatola, abbandonandolo per alcuni giorni, finché non decide di mostrarlo ad una sua compagna di classe, Julia Hobson, una ragazza alla quale Frances non ha mai dato troppa confidenza, ma molto brava nelle materie scientifiche. Insieme a Julia anche suo fratello John viene informato della scoperta. Anch’essi sono naturalmente molto stupiti nel vedere quello strano essere; i tre decidono poi di tenerlo e di trovare per prima cosa un posto dove tenerlo, lontano dagli sguardi indiscreti dei vicini.
Grazie all’aiuto di Alfred il giardiniere, messo al corrente del fatto, e ai consigli di Ben, via da casa per un periodo, Frances decide di costruire una casetta per l’animaletto in giardino.
Nei giorni seguenti al trio si aggiunge l’amica del cuore di Frances, Hazel Brent, trattata costantemente in malo modo da Julia, la quale ritiene che raccontare ad altri dell’accaduto sia una grave imprudenza.
Per dimostrare la sua sincera felicità di essere entrata a far parte nel gruppo, Hazel decide di regalare a Frances un piccolo quaderno, dove poter aggiornare i cambiamenti del mostro, chiamato dalla protagonista ‘Monnie’, che cresce velocemente.
Quando Frances riceve una lettera dal fratello Ben, che le comunica di non poter tornare a casa entro il termine concordato, la ragazza, che aveva riposto in lui tutte le speranze di far sopravvivere la creatura, si sente perduta.
Monnie intanto continua a crescere ed incomincia a emettere sibili e altri suoni quando si sente felice, in questo modo Frances riesce a capirla e aggiorna tutti i suoi cambiamenti sul quaderno.
Julia però è molto infastidita dal mancato aiuto di una persona adulta, ora che sa che Ben non verrà, anche perché prova repulsione per la piccola creatura e preferirebbe non doversene occupare, e racconterebbe al padre di Frances tutto l’accaduto, se la protagonista non scappasse improvvisamente da casa trascinata da John e con in braccio Monnie.
Dopo avere lasciato John nell’impresa del padre, Frances lascia Monne nei Vivai Didon, una specie di grande parco, credendolo lì al sicuro, ma entrando nel bosco per cercare qualcosa da mangiare il piccolo mostro si perde.
L’agitazione per Frances è tanta e non sapendo cosa fare inizia a cercare la creatura. Dopo alcune ore di ricerche e sentendosi sempre più stanca, la protagonista si addormenta nei pressi di un ruscello. Al suo risveglio, si trova completamente fradicia sulla riva di un lago poco distante dal ruscello, ma senza alcuna traccia di Monnie; nel frattempo suo padre, che la stava cercando insieme alla polizia, la ritrova e decide di riportarla a casa, non conoscendo nemmeno il motivo di quella fuga.
Nel periodo in cui Frances resta a casa in malattia, ha modo di conoscere a fondo il padre e di farsi una nuova opinione nei suoi confronti; decide però di non farlo partecipe della sua scoperta. Inoltre Hazel, John e Julia vanno a trovarla e, chiedendo di Monnie, vengono a conoscenza della sua sparizione.
Passa un mese dalla brutta vicenda, sembra che ogni traccia di quei ricordi sia stata cancellata e Frances è in vacanza al mare con la sua famiglia.
Una mattina però guardando verso il mare Frances vede Monnie ormai cresciuta e diventata più grande di lei; le due amiche si abbracciano e si scambiano l’ultimo saluto perché Monnie ha deciso di nascondersi nelle profondità marine, unico luogo dove poter vivere indisturbata.
Considerandosi per sempre amiche si lasciano.
Considerazioni personali: questo libro mi ha interessato particolarmente, perché parla di problemi che ancora oggi interessano il nostro paese come ad esempio il maschilismo, caratteristica del padre di Frances, e il razzismo che nasce in Julia nei confronti di Monnie. Questi problemi poi sono eliminati solo grazie all’intelligenza di Frances e dei suoi compagni.
Il racconto è scritto con linguaggio contemporaneo, il carattere della narrazione è di facile comprensione e ho molto apprezzato le descrizioni paesaggistiche, soprattutto quelle dei Vivai Didon.
Le abitudini e i sogni di Frances nel dimostrarsi superiore agli uomini mi hanno inoltre molto interessato e in conclusione vorrei solo consigliare questo libro ai miei compagni di classe perché affascinante e appassionante.

Esempio



  



Come usare