La paura

Materie:Tema
Categoria:Italiano
Download:4268
Data:02.03.2007
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
paura_1.zip (Dimensione: 5.98 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_la-paura.doc     27 Kb



Testo

LA PAURA NEGLI ADOLESCENTI

La paura, sicuramente uno degli aspetti principali e più significativi nella vita di chiunque, poi l’adolescenza è il periodo in cui questa viene più avvertita. Le paure si possono dividere in due grandi insiemi, quelle concrete e le cosiddette preoccupazioni. La paura è definita come un intenso turbamento misto a preoccupazione che avviene per qualcosa che si crede possa minacciare il presente o il futuro. Le paure concrete sono quelle materiali, quelle di qualcosa che c’è, una di queste può essere la semplice paura degli animali, una paura del tutto infantile ma che rimane nel tempo, per esempio io ho paura degli insetti e dei cani, i cani da un po’ di tempo in modo minore, ma degli insetti proprio è una cosa assurda, cimici, ragni, farfalle, tutto ciò che è piccolo e svolazza mi incute terrore, quando li vedo comincio a gridare fin quando qualcuno non viene a toglierli, questa è una cosa che ho per quanto ricordo da sempre, non credo sia una paura nata per qualcosa o qualche fatto in particolare ma è un timore innato che quindi non so se supererò, ma alla fine basta stare ala larga a quegli animali e posso comunque vivere. La paura dei cani invece non è innata, infatti quando avevo 3 o 4 anni adesso non ricordo, ero a casa di una mia amica che aveva un cane, noi gli stavamo dando qualcosa da mangiare attraverso la rete e a un certo punto mi ha preso un dito e non lo lasciava più, non mi ero fatta niente perché il cane alla fine era piuttosto piccolo, e a parte qualche graffio ero illesa ma da quel momento è cominciata la fobia che c’è tuttora anche se pian piano sta diminuendo. Altre paure possono essere quella dell’altezza, le cosiddette vertigini, queste credo siano una cosa psicologica, forse ereditaria o forse condizionata da qualche avvenimento, non so perchè per fortuna non ne soffro, conosco persone che ne soffrono e stanno davvero male quando si trovano a una certa altezza, credo sia peggio convivere con queste che con le mie fobie per gli animali. Altre paure cosiddette materiali possono essere quella del buio, anche questa infantile, presente di solito nei bimbi piccoli, ma che a volte rimane anche crescendo. Ricordo che quando ero piccola, anzi fino a 4 anni fa, quindi all’età di 11 anni circa alla sera non mi addormentavo, anzi non mi mettevo neanche nel letto se non avevo di fianco la lucina, poi a volte di notte mia mamma la spegneva e se per caso mi svegliavo nel cuore della notte iniziavo a piangere come se fosse successo chissà che cosa, adesso ci rido e ridicolizzo questa cosa ma davvero avevo tantissima paura. Con gli anni poi è passata, non ricordo precisamente quando o come, però adesso riesco a dormire senza luce e con la porta chiusa, cosa che fino a 4-5 anni fa era impossibile perchè appunto troppo paurosa. Esistono ancora tantissimi tipi di paure, che al momento non mi vengono neanche da elencare, ma davvero sono tantissimi e da persona a persona alcuni più significanti altri meno, una per finire può essere quella degli estranei, per esempio quando ti trovi in giro alla sera, tutto buio, strade deserte ti senti osservato anche se non c’è nessuno e continui a scrutare in giro per assicurarti di non essere seguito, questo mi è capitato poche volte perchè non mi capita quasi mai di essere in giro alla sera da sola o di dover tornare da sola, piuttosto mi faccio venire a prendere o mi faccio accompagnare da qualcuno, poi sapendo in che tempi siamo mi sembra una paura più che legittima, ancora di più in me essendo comunque una ragazza e non essendo in grado di difendermi da eventuali “attacchi” da parte degli estranei. Passiamo adesso alle preoccupazioni, queste sono per lo più per cose astratte, ovvero cose che non puoi toccare o vedere ma che spaventano ugualmente. Una di queste credo tipica dell’adolescenza è quella delle responsabilità, ovvero sapendo che tutti noi stiamo crescendo sappiamo bene che pian piano le responsabilità di cui ci facciamo carico aumentano, e in alcuni questo spaventa, stranamente, visto che ogni paura tipica è anche la mia, questo non mi spaventa, non so bene il vero motivo, forse perché lo vedo come una cosa lontana, tanto tanto lontana e come tale non mi crea preoccupazioni, ma analizzando il problema da vicino è sicuramente una cosa importante che va tenuta in conto. La preoccupazione collegata a questa che invece sento di più è quella del futuro, a parte che dovrò avere delle responsabilità, il futuro vero e proprio, cioè cosa farò quando sarò grande, come mi manterrò quando i miei genitori finiranno di farlo, so che se avrò bisogno loro ci saranno sempre ma so anche che prima o poi arriverà il momento in cui dovrò farlo da sola, anche questo sembra molto lontano ma già mi preoccupa di più, l’unico modo per evitare questa preoccupazione è cercare di costruire ora bene le basi che poi mi serviranno, impegnandomi a scuola credo sia il modo migliore, forse l’unico. Altre preoccupazioni che però rispetto a queste sono più vicine temporalmente possono essere quella di affrontare una prova, come un compito in classe o una competizione, questa dipende dai momenti, a volte la sento di più, altre di meno, comunque sia, io come credo chiunque altro la provo. Per finire anche se l’elenco sarebbe infinito, un ultima può essere quella di non essere accettato dai coetanei, questa l’ho provata alcune volte, per esempio col cambio di scuola l’anno scorso, oppure in vacanza quando fai nuove amicizie ecc…ogni volta il timore c’è ma è quasi sempre senza motivo e alla fine va tutto per il verso giusto, almeno nel mio caso non mi è mai capitato di non essere accettata ma so che se accadesse sarebbe davvero brutto, una vera e proprio insoddisfazione che molto probabilmente mi creerebbe complessi che da togliere poi sono difficili. Ma tutte queste paure e queste preoccupazioni sono innate?Secondo me la risposta è no, c’è forse alcune possono esserlo ma in percentuale una piccola parte, tutte o quasi hanno una spiegazione o un origine. Ci sono quelle, come nel mio caso quella dei cani, che hanno origine dopo un trauma o qualcosa di simile avvenuto nell’infanzia. Altre si possono dire paure ereditarie, cioè se da piccolo i tuoi genitori avevano paura di una determinata cosa ora ce l’hai anche tu, io personalmente non credo molto in questa cosa ma può comunque darsi; la stragrande maggioranza delle paure secondo me ha origine dall’influenza dei mass media, ovvero sono le informazioni che questi ci danno che contribuiscono a farci aver più paura di determinate cose.
Io come tutti gli altri ho le mie paure, i miei timori e le mie preoccupazioni ma giorno per giorno cerco di affrontarle quando mi è possibile, di far qualcosa per contribuire al fatto che la paura non si dimostri vera nel futuro o, comunque imparo a conviverci quando non mi è possibile fare nulla di questo.

Esempio



  


  1. binda

    sto cercando un tema che c'è scritto di che cosa avete paura

  2. binda

    sto cercando un tema che c'è scritto di che cosa avete paura

  3. jessica

    tema sulla paura in cui ci sia un colpo di scena

  4. alessia berdicchia

    un tema di paura ke si ponga delle domande


Come usare