Il viaggio come metafora della vita

Materie:Tema
Categoria:Italiano

Voto:

1.7 (3)
Download:9296
Data:17.05.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
viaggio-come-metafora-vita_2.zip (Dimensione: 4.7 Kb)
trucheck.it_il-viaggio-come-metafora-della-vita.doc     24 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Il viaggio: esperienza dell’altro, formazione interiore, divertimento e divagazione, in una parola, metafora della vita

Il viaggio come metafora della vita è una delle immagini più frequenti in tutte le letterature, è un concetto trattato molto spesso dagli scrittori di ogni epoca, dai mitici viaggi di Erodoto a quello ultraterreno di Dante .Esiste un'opera nella letteratura di tutti tempi che riassume - forse integralmente - i significati concreti e simbolici legati al tema del viaggio: l'Odissea di Omero.
Analizzando attentamente la vicenda di Ulisse, si nota che il viaggio non può consistere solo nell'approdo al porto finale, ma piuttosto nel superamento di mille pericoli, ostacoli, prove e nella verifica di mille esperienze. Il viaggio diventa prova di conoscenza, nel senso più ampio del termine.
Esso è lo stimolo naturale alla ricerca del nuovo, l'istintiva attrazione o repulsione per ciò che è estraneo, la misura della distanza che ci separa dalle realtà sconosciute, la sfida al confronto, l'abilità di relazionarsi con il diverso da noi, la capacità di adattamento a situazioni imprevedibili.
Narrativamente l'Odissea propone queste articolazioni tematiche attraverso le avventure di Ulisse. Ogni avventura del lunghissimo viaggio rappresenta una prova, una difficoltà da superare che assume al contempo un significato fortemente simbolico.
Il significato del viaggio è soprattutto nel suo percorso: la meta può materializzarsi in modo imprevedibile e talvolta può addirittura sfuggire, può essere perennemente e vanamente inseguita.
Nell'elaborazione del mito di Ulisse che Dante propone nel canto XXVI dell'Inferno di Ulisse emerge una nuova interpretazione del mito di Ulisse, contrassegnato da una sete conoscitiva sfrenata ( e colpevole per Dante ) che lo porta alla morte, legata al suo peccato di superbia nei confronti dei decreti divini.
La violazione dell’ignoto è un' altra delle minacce oscure che attendono chi si inoltra nei territori sconosciuti ma eccitanti della scoperta. La rivelazione di ciò che non appartiene alla nostra cultura spesso è misteriosa e rischiosa.

Sono le motivazioni relative alla ricerca esistenziale che rendono vitale il viaggio e la scoperta. La ricerca avviene essenzialmente nella dimensione interiore ed inconscia .
La ricerca di sé stessi metterà di fronte all’uomo un orizzonte inesplorato e il viaggio rappresenterà lo sfondo di questa avventura.
Il viaggio in mare è del resto metafora della vita. Essa è come una navigazione che si concluderà in un porto assalito dalla tempesta. L'esistenza è destinata a perdere la sua guida ed il poeta che rappresenta il dramma umano, si sente in balia di se stesso.

Il viaggio - come percorso da leggersi soprattutto per le tappe che propone alla riconquista del proprio io - assume dimensioni conturbanti, e esalta la frattura tra stabilità e diversione, tra padronanza certa di valori ed estraniazione dalla storia. Non a caso il tema dell'esilio, come allontanamento dalla patria, è motivo doloroso presente in molta letteratura romantica.
La nostalgia della terra di origine è un sentimento comune a molti viaggiatori, riassume il bisogno dell’uomo di rimanere legato alle radici natali, alla terra che ha contribuito alla crescita e allo sviluppo della cognizione della vita e del mondo. Ma la volontà di viaggiare scoprire. Uscire dal contesto culturale in cui si è nati prevale su queste motivazioni
La conoscenza, intesa come percorso di formazione, è la chiave per comprendere le ragioni della incontenibile passione dell’uomo per la scoperta, la ricerca di nuove culture e nuovi stimoli vitali. Essa è il motore della volontà dell’uomo di guardare avanti, guardare al futuro e all’ignoto come ad una nuova sfida da affrontare per riflettere sulla propria interiorità, ma anche per crescere culturalmente grazie al contributo e all’esperienza delle altre popolazioni, anch’esse in costante ricerca di un’altra visione della realtà e della vita differente dalla propria.

Il viaggio dunque racchiude una sostanziale polarità tra la fedeltà alle radici della terra natale, della patria, dei valori della società in cui si vive e la scommessa della ricerca, della conoscenza piena dell'altro. E' rischio di perdita ma anche promessa di conquista, è speranza di ritorno ma anche abbandono angoscioso all'ignoto.

Esempio



  


  1. Simone

    Sto cercando appunti da cui attingere per un tema


Come usare