Fortunale

Materie:Appunti
Categoria:Italiano

Voto:

2.5 (2)
Download:28
Data:03.05.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
fortunale_1.zip (Dimensione: 3.28 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_fortunale.doc     21.5 Kb



Testo

Versione in prosa

Noi navighiamo in mare con le tenebre senza né fari né stelle nella notte, assieme ad un incrocio di venti e delle onde del mare, con una fine sicura in capo e certe rotte.
Il tempestoso soffio di vento cupo incalza da ogni parte e da tutte le parti investe e abbatte la nave, leva ed inghiotte in colpi e mulinelli in mar tremendo.
Il timoniere afflitto, stanco nel sapere di avere in questa fortuna buia e contraria, solo l’aiuto del debole faro, nonostante non sappia come salvarsi, a speranza persa, governa nelle immense tenebre la nave con il ricordo delle stelle.

Commento

L’autore con questa poesia vuole rendere vivo un aspetto della vita, mettendo alla luce il comportamento che uno di noi ha davanti ad una certa circostanza.
Il timoniere rappresenta ciascuno di noi e questo viene citato nella prima parte della poesia quando l’autore dice: “noi navighiamo in mare tenebroso...”.
La vita sarebbe il mare, la circostanza senza speranza nella quale viene messo il timoniere.
Questo potrebbe essere un momento della nostra vita in cui siamo senza speranza.
Però c’è sempre qualcosa che ci rassicura e ciò che rassicura più il poeta in momenti come questi, e ciò che in fondo ha sempre rassicurato ciascuno di noi, è il ricordo di qualcosa di veramente sicuro.
Il poeta paragona questo qualcosa alle stelle, alla loro posizione; sceglie questo soggetto perché le stelle sono qualcosa che rassicura fin dall’antichità i marinai, si spostano sempre ma fanno sempre gli stessi movimenti e questa è la cosa che i navigatori trovano di rassicurante nelle stelle.
Come noi potremmo benissimo trovare in qualcos’altro che c’è e ci sarà sempre, per esempio la presenza di un amico o un’esperienza già accaduta.
Questa è quella cosa che rassicura il poeta e con questa poesia vuole renderla partecipe anche a noi.
E’ come se il suo obbiettivo si fosse compiuto perché ha svelato un grande segreto della vita che molti di noi, e forse anche io, stavamo ancora cercando.

Esempio



  



Come usare