Introduzione a Java

Materie:Appunti
Categoria:Informatica

Voto:

1.5 (2)
Download:51
Data:28.09.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
introduzione-java_1.zip (Dimensione: 6.42 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_introduzione-a-java.doc     34 Kb



Testo

INTRODUZIONE A JAVA
* Java è un linguaggio fortemente orientato ad oggetti, molto simile per sintassi al C++, ma dal quale non eredita alcune caratteristiche come i puntatori, mentre ne aggiunge di nuove in quanto nasce appositamente per le applicazioni di rete.
* Il nome deriva da una varietà di caffè apprezzata dai programmatori, e java è un’isola dell’Indonesia dove viene prodotto.
* È stato inventato dalla Sun (www.sun.it) inizialmente come linguaggio per creare programmi universali per apparecchi di uso comune, ma oggi è essenzialmente utilizzato per lo sviluppo di programmi inclusi nelle pagine web (anche come script o web applet), ma anche vere e proprie applicazioni o application che sono a se stanti.
* La documentazione e il software di sviluppo con esempi vari sono gratuiti ma generalmente in lingua inglese (www.sun.com).
* Java è un linguaggio interpretato, ed il suo interprete di file compilati prende il nome di java virtual machine (JVM). Esistono varie virtual machine per vari sistemi operativi, questo rende il programma assolutamente indipendente dal SO, salvo avere una JVM compatibile.
* La JVM è generalmente inclusa anche nei principali browser internet come internet explorer (www.microsoft.com) per windows.
* In generale occorre tenere presente che l’utilizzo di script nelle proprie pagine web rende il codice in qualche modo pubblico, in quanto può essere facilmente visualizzato perché integrato nell’HTML, ma comunque anche l’implementazione di file compilati (.class ) non è sicura come quella di un eseguibile (il disassemblamento è difficile...) in quanto con un decompilatore è piuttosto facile ricavare il codice originario sorgente.
* L’aspetto forse più interessante del JAVA è che l’esecuzione del programma non richiede client, ovvero niente installazione dei programmi sulla macchina del cliente, eccetto la VM.
* Ma ecco il confronto tra un’eseguibile .exe da un listato C++ e uno .class:

Il file .class è un byte-code con istruzioni della virtual machine che dovranno essere interpretate da essa.:
Occorre inoltre, come del resto in C++, alle maiuscole e alle minuscole, in quanto il linguaggio è case-sensitive. Generalmente compilazione ed esecuzione sono manuali e seguono la seguente sintassi, dal promt del DOS:
> javac Nome.java
Ottenendo così un file .class che eseguito utilizzato nel seguente modo:
> java Nome
Lo strumento necessario per lo sviluppo dei programmi java è il JDK ora arrivato alla versione 1.3 (Java 2). È scaricabile dal sito della sun (30 MB, www.sun.com), e comprende librerie, compilatore e Virtual Machine. È inoltre possibile l’utilizzo di un IDE Windows integtato per sviluppare le applicazioni, tipo quello DOS del C++, anziché scrivere il codice in un editor di testo.
Ci sono alcuni settaggi necessari per utilizzare gli strumenti con il prompt, ovvero alcuni settaggi delle cartelle da inserire comodamente nell’autoexec.bat:
set path=%path%;\jdk1.3\bin\;
set classpath=.;..
scriviamo infine un semplice programma del tipo “Ciao Mondo” che introduca al linguaggio:
class Ciao_mondo
{

public static void main(String args[])//tipo C con linea comando
{
system.out.println(“Ciao”);//uso degli oggetti particolare
}
}
Possiamo scrivere il file in notepad e salvarlo come Ciao_mondo.java

Esempio