India

Materie:Appunti
Categoria:Geografia

Voto:

1 (2)
Download:170
Data:03.05.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
india_22.zip (Dimensione: 4.79 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_india.doc     28 Kb



Testo

INDIA

L’india è stata denominata subcontinente per la sua grandezza notevole. E diviso i 4 fasce: rilievi a settentrione con l’Hymalaia, regione fredda; pianura Gangetico-tibetana , verso sud dalle catene, pianura molto bassa,mass.270M; penisola del Deccan, dalla pianura fino alla punta meridionale dell’India, con clima che varia a seconda delle zone: tropicale con giungla, o steppe a deserto quindi aridità. L’ultima fascia è rappresentata dalle coste soprattutto nella parte orientale, meta turistica.
Clima indiano di tipo monsonico, presenta essenzialmente due stagioni: o presenza monsone invernale: dalla terra soffia verso il mare, monsone secco: dal mare verso terra, presente nella stagione estiva, portatore di pioggia e umidità.
Ci sono poi alcune zone che quando giungono i monsoni estivi sono a rischio di inondazioni.
La vegetazione: foresta equatoriale(nord-est; sud-ovest) dove vi è il monsone estivo, steppe, deserto Thar (zona nordoccidentale),(nord-ovest) zona arida.
Fiumi: l’Indo, Gange e Bramaputhra , molto lunghi e particolarmente grandi e sono molto antichi per il fatto che attraversano le catene montuose trasversalmente(in mezzo), quindi si è pensato che si fossero formati prima degli altri.
Storia: inizialmente la popolazione indiana era di origine nera, cosiddetti Dravidi che da tempo popolavano la regione. Dal 1600 a C. hanno popolato la regione alcune popolazione come gli Aria, dopo conflitti con i dravidi, e poi fondendosi con essi.
Arrivo di Alessandro Magno nel 300 a .C. che aveva conquistato la parte occidentale dell’India e non si spinse più ad est per non allontanarsi troppo dal territorio d’origine. Sotto la popolazione greca. Poi sono arrivati gli Indoeuropei, come gli Unni, che dopo molto scompiglio si sono fusi con la popolazione locale e hanno condiviso il territorio. Verso il 7 secolo dopo cristo arrivo degli arabi che non avevo conquistato ma venivano per commerciale e la attraversarono e scrutarono e introdussero la religione tuttora porticata, ovvero l’Islamismo.
Arrivano gli Europei (storia recente): Portoghesi per primi, che fondarono alcune città ma non crearono una vera e propria potenza nella regione dell’India. Giunsero gli Inglesi e Olandesi che hanno colonizzato la regione. Inizialmente gli Olandesi si erano solo stanziati nel territorio per un po’ di tempo e non hanno colonizzato la regione, mentre gli Inglesi, inizialmente non interessati alla regione, introdussero una figura di viceré che prendeva ordini direttamente dal re d’Inghilterra che amministrava la politica della regione: la politica fu sconvolta, sconvolte le usanze, il modo di coltivare, approfittando il terreno fertile per alcune piante impossibili al territorio europeo, coltivano immensamente il territorio mettendo a capo delle piantagioni i contadini abituati a piccoli terreni.
Impedirono agli Indiani di coltivare il cotone, di mandare la materie prime agli inglesi così che con avanzati macchinari potessero produrlo più velocemente e in maggior quantità. Così l’economia dell’India si abbassò. Fondano molte scuole, università, e gli studenti contrari alle idee inglesi iniziarono a fare manifestazione contro di essi: inizia il cammino verso l’indipendenza.
Storia moderna, 900, figura di rilievo maggiore: Gandhi. Era un personaggio che con la sua teoria della non violenza è riuscito a liberare l’india dal colonialismo inglese. Egli infatti sosteneva che se si è nel giusto non bisognava arrivare le armi ma manifestare pacificamente le proprie idee perché il bene avrebbe sempre prevalso sul male. Ricorreva a manifestazioni pacifiche, al digiuno. Quando stava per morire scoppia nel 1947 una nuova guerra tra i Musulmani e gli Indiani per la regione del Kashmire. Si è creato lo stato musulmano detto Pakistan e quindi c’è stata un’ondata migratoria indiani-musulmani e viceversa. Gandhi aveva ricorso al metodo del digiuno e i conflitti si erano placati per poi ricominciare dopo breve tempo. Gandhi fu ucciso nel 1948 da un fondamentalista.
Religioni: buddismo, Giainismo, islamismo, induismo(88%):adorazioni fondamentale di tre dei: Brahma(creatore), Shiva (dio del male e della morte) e Vishnu (Conservatore della vita e della pace). Almeno una volta nella vita ci si rechi nel bacino del Gange per purificarsi dei mali commessi fino ad allora. Giainismo è una religione locale, contro la violenza.
Minoranza religione Cristiana.
Caste: la religione indiana prevede la divisione in caste, ovvero classi sociali. Hanno delle rigidi regole: endogamia(possibilità di sposarsi con persone della propria casta); tutti i membri della casta devono esercitare un unico lavoro; osservanza riti religiosi; netta separazione tra le caste.
Membri delle caste: Bramini(sacerdoti), guerrieri, mercanti e commercianti, contadini, intoccabili/Paria (casta peggiore, da non dover essere toccati).
Divisione avviene alla nascita e che poi determina la permanenza dei membri nella casta per tutta la vita. Dalla politica è stata proibita la divisione in caste, però influenza molto ancora la popolazione.

Esempio