Eeugènie Grandet di Honorè de Balzac

Materie:Scheda libro
Categoria:Generale

Voto:

1.5 (2)
Download:436
Data:23.01.2002
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
eeugenie-grandet-honore-de-balzac_1.zip (Dimensione: 7 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_eeug+     29.5 Kb


Testo

Eeugènie Grandet

di Honorè de Balzac

VITA AUTORE :
Nacque a tours il 20 maggio 1799 , secondogenito di una famiglia di media borghesia .Studio al college e fin dai primi anni si notò la sua bravura nello scrivere.
Nel 1814 si trasferì a Parigi . Qui continuò gli studi e si iscrisse alla facoltà alla facoltà di giurisprudenza .
Scrisse negli anni successivi tragedie , romanzi storici ,sullo stato sociale , novelle .
Si sposo ne1850 e nello stesso anno morì.

TRAMA:
Il romanzo inizia con una descrizione accurata di un paesaggio provinciale: la cittadella di Saumur , situata sulle rive della Loira .
La cittadella è abitata da uomini legati alla terra e con uno sproporzionato desiderio di arricchirsi.
Dopo aver rappresentato il paesaggio è introdotta la figura di monsieur Grandet , padre della protagonista del romanzo. Egli in paese ha un’ ottima reputazione , per come dal nulla è riuscito ad accumulare una grande somma di denaro , di cui tutti , in paese ne parlano , ma nessuno sa a quanto ammonti realmente , tranne il buon uomo ( aggettivo usato dalla gente del posto per descrivere m. Grandet ) e il notaio.
Egli vive in una gran casa con la moglie , la figlia , e la serva Nanon ; la casa all ‘ esterno ha un grosso giardino con una panchina di legno ; all’ interno ha un aspetto freddo e abbastanza misero e trascurato .E’ descritta nei minimi particolari la sala , in cui madame e madamigelle Grandet trascorrevano molto tempo a cucire . Vi sono altre tre quattro stanze descritte :
quella d’Eugenie , della madre , lo studio del padre e la camera dove alloggerà il cugino .
La famiglia vive la vita quotidiana con molte restrizioni economiche , a causa dell avarizia del padrone di casa .
La sera del compleanno d’Eugènie , a casa Grandet arrivano tre famiglie , le quali vogliono far maritare ai propri figli la ragazza : Cruchot , Boffons e I des Grassin .Mente giocavano a tombola , arrivo da Parigi Charles , figlio del fratello di Grandet .
Egli ,era stato mandato dal padre , a casa dello zio , al quale era stata consegnata dal nipote una lettera , nella quale si spiegava che suo fratello era fallito , e aveva deciso di suicidarsi . Come suo desiderio chiedeva che suo fratello si fosse preso cura del nipote , come se fosse suo figlio e di riferigli la drammatica notizia .
Il giovane trovò molto deludente la casa dello zio , essendo abituato alla vita di città con qualsiasi privilegio.
Egli ebbe subito tutte le attenzioni da parte di Eugènie , la quale capendo l’ambiente che era abituato a frequentare , fece abbellire la sua stanza , usando anche oggetti che erano usati solo per speciali situazioni ; tutto ciò avvenne con l’aiuto della serva e parzialmente della madre.
Ella continua anche con l’aiuto della madre , di cercare di dare tutte le comodità possibili al cugino , specialmente quando egli cadde in depressione con la comunicazione da parte , dello zio , della morte del padre . Lo zio si occupò di risolvere i problemi del cugino a Parigi , ottenendo così dei soldi ; nel frattempo decise che Chiarles sarebbe dovuto partire per le indie e fare fortuna.
I due ragazzi entrarono molto in confidenza , specialmente dopo che Eugènie ebbe letto le lettere del cugino e gli diede il suo oro in cambio di uno scrigno dato in custodia dal cugino ad ella.
I due ragazzi ,prima della partenza si giurarono eterno amore.
La madre venne a sapere dello scambio e , le due donne ammiravano e commentavano quel tesoro.
La ragazza sentiva molto la mancanza del giovane e molte volte andava in giardino a piangere sulla panchina di legno.
A capodanno il padre, come tutti gli anni , voleva rivedere l’ oro della figlia ma in quell’ anno quando Eugènie gli confessò di non averlo più , e non gli volette dare informazioni su di come lo avesse investito ; l’ uomo andò in collera e ordino a sua figlia di rimanere segregata in camera sua .
LA ragazza andava a trovare la madre quando , il padre non c’ era .
Il padre la scopri , la figlia e sua moglie che guardavano lo scrigno del cugino , e intuì in quel momento lo scambio avvenuto tra i due giovani . Egli piombò sul cofanetto e , alla vista di tutto quel l’ oro aumento la sua voglia di poterne ricavare una grande quantità di soldi . La ragazza cercò di riprenderlo ma il padre de lo impedì fin quando la madre si senti male ed egli restituì subito l’ oggetto alla figlia e la perdonò e baciò .
L’ uomo divento con il passare dei giorni sempre più buono con la moglie e faceva venire ogni volta che c’era bisogno , il medico a visitarla , senza badare alle spese.
L’ avvocato fece firmare , in concordanza con il padre , l’ atto in cui Eugènie la sciava, la parte di eredità che le sarebbe dovuta aspettare , dalla morte della madre , al padre.
Dopo la morte della povera donna il rapporto padre figlia migliorò ; Eugènie con il passare del tempo venne a sapere a poco a poco l’ ammontare del reddito del padre e comincio a lavorare con lui , diventando avara quasi come lui .
Ella teneva persino la contabilità dopo la paralisi che colpì l’ uomo .
Quando suo padre mori essa rimase sola con la serva che divenne la sua amica.
Anche quest’ ultima si sposò .
Eugènie venne a sapere del tradimento del cugino attraverso una lettera , il quale dal ritorno dal viaggio dalle indie , ne tornò avido insensibile e arrampicatore sociale, e non esitò a sacrificare il vero amore con la cugina , per un matrimonio di interesse che gli frutterà un titolo di nobiltà e una carica a corte .( esso sposerà la brutta mademoiselle D’Abrion .
Senza pianti e disperazioni , essendo ormai avvezza alle delusioni , si rassegna a sposarsi con l’ anziano presidente Cruchot de Bonfons la cui corte aveva sempre rifiutato la donna .
Essa però lo sposo al patto che lei avesse potuto vivere la sua vita e il loro rapporto poteva essere una buona amicizia ; in cambio di tutto questo l’ uomo avrebbe ereditato tutti i soldi della donna .
Egli morì senza lasciare un erede e così in paese si parlava di chi poteva essere il nuovo marito della ricca vedova.

PERSONAGGI :

Mr. Grandet : chiamato da molti papà Grandet era nel 1789 , un maestro bottaio molto agiato , che sapeva leggere contare, e aveva un incredibile fiuto per gli affari .
Possedeva i più bei vigneti del circondato , un’ antica abazia e delle fattorie.
Divenne sindaco. Egli era molto avaro .portava sempre lo stesso vestito ; fisicamente era alto un metro e sessantacinque , tarchiato , massiccio sballe larghe e polpacci imponenti ; il viso era rotondo e abbronzato , butterato dasl vaiolo , il mento dritto i denti bianchi ; la sua fronte era piena di rughe .Portava grande scarpe

Mrs. Grandet : una donna devota al marito , molto credente e fragile nell’ animo .

Eugènie Grandet : una ragazza con lineamenti paragonabili ad una venere vergina.
Capelli castani .La sua carnagione molto chiara; avevava una costituzione fisica abbastanza robusta .Il suo carattere cambia nel trascorrere del tempo : all’ inizio del romanzo è devota , come quello della madre , al padre ma poi comincia a ribellarsi
trasgredendo alle regole del padre.

Nanoun : è la serva di casa . Una donna molto robusta e alta. Ha una grossa ammirazione e difende sempre il padrone di casa .
Essa dopo la morte del padre e della madre di Eugènie , diventerà l’amica di quest’ultima.

Charles : figlio del fratello di papà Grandet . Un perfetto damerino , abituato alla vita di città con tutti i suoi confort . Era inizialmente innamorato di Anne , ma dopo la scoperta del fallimento e del suicidio del padre decide di dimenticarla .
Si innamora della cugina e gli giura eterno amore.
Parte per le indie in cerca di fortuna ; tornato a Parigi un’ uomo di molta importanza e di grande fama .Egli sovrastato dalla avarizia e dal desiderio di possedere denaro dimenticherà l’ amore tra lui e la cugina e si mariterà con una duchessa solo per interesse.

COLLEGAMENTI: è stata utilizzata lo stesso schema di impostazione del romanzo , che era stato affrontato da Italo Calvino in “ I Sentieri di Ragno “ .
LA storia incomincia con la descrizione di un luogo , il quale diventa un argomento di secondo piano con l’ introduzione del la figura di papà Grandet .( nei sentieri di ragno era PIN ) ; e poi come Calvino aveva utilizzato la pistola , Balzac utilizza i soldi di Eugènie , e il distaccamento del dritto corrisponde al cugino.

MOMENTO PREFERITO: il passo di libro che mi ha più colpito è quando Eugènie ripensa alla promessa che si erano fatti lei e il cugino sulla panchina di legno in giardino .

Commento: Il libro si sofferma troppo sulle descrizioni dei luoghi e non descrive minuziosamente le situazioni decisive e il fina le è raccontato troppo a grandi linee.
Il libro a mio parere è mediocre , perchè illude a metà storia con una nascita di un amore e poi esso svanisce in nulla senza che nessuno intervenga .

Esempio



  



Come usare