Niccolò Machiavelli: Il principe

Materie:Scheda libro
Categoria:Generale

Voto:

1.5 (2)
Download:887
Data:10.12.2001
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
niccolo-machiavelli-principe_3.zip (Dimensione: 3.53 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_niccol+     16.5 Kb


Testo

IL PRINCIPE - Niccolт Machiavelli
• TIPO DI OPERA: Trattato politico in 26 capitoli.
• DATA COMPOSIZIONE : 1513
• DATA PUBBLICAZIONE: 1532 (pubblicazione postuma).
• LINGUA: Volgare.
• ARGOMENTO: "...che cosa и il principato, di quali spezie sono,
come и si acquistano, come и si mantengono,
perchй и si perdono... (dalla "Lettera a F.Vettori").
• DEDICA: Inizialmente l'opera avrebbe dovuto esserededicata
a Giuliano de' Medici (figlio minore di Lorenzo il Magnifico),
che aspirava a procurarsi un dominio nell'Italia centrale.
Essendo egli morto nel 1516, fщ dedicata a Lorenzo (figlio di
Piero e nipote del Magnifico) che tuttavia morм nel 1519.
• FINE DELL' OPERA: Dare al Principe, destinato dalla virtщ propria e dalla fortuna
a diventare capo dell'instaurazione di un nuovo ordine in Italia,
la facoltа di "poter in brevissimo tempo intendere tutto quello
che io in tanti anni e con tanti mia disagi ho conosciuto e
intesi".
• STILE: L'opera, concepita per fini didascalici e non letterari, per lo
stile sobrio e incisivo, la precisa conclusivitа di pensiero e la
plasticitа dell'espressione, puт tuttavia considerarsi uno dei
capolavori della letteratura italiana.
-STRUTTURA DELL'OPERA-
I° PARTE: I PRINCIPATI i EREDITARI
(cap.l-ll) (cap. I)
i MISTI
i NUOVI i Acquistati per virtщ
propria.(cap. VI)
i Acquistati per fortuna
altrui.(cap.VII)
i Acquistati per
scelleratezza.(cap.VIII)
i Principati civili
i ECCLESIASTICI
II° PARTE: LA MILIZIA i MERCENARIA
(cap. 12-14) (cap.Xll)
i AUSILIARIA

i PROPRIA i Consigliт l'utilizzo di una
milizia propria
i MISTA
III° PARTE: IL PRINCIPE i Non deve essere liberale, ma parsimonioso
(cap. 15-23) E LE SUE Non deve essere pietoso, ma crudele
QUALITA' (cap.XVII).
(cap.XV) Non deve mantenere la fede (cap.XVI11)
Deve evitare di essere sprezzato e odiato
Deve: 1)Armare i sudditi di tino stato nuovo.2)Non tenere
divise le terre soggette. 3)Non eliminare le opposizioni.
4) Guadagnarsi i sudditi sospetti. 5)Non edificare fortezze
contro i sudditi.Deve: l)Farsi stimare. 2)Evitare la neutralitа.
3)Promuovere il progresso iiiateriale.Deve avere segretari
valenti e fedeli. Deve fuggire agli adulatori.
COROLLARIO: i cap.24 - Per quale ragione i Principi d'Italia abbiamo
(cap.24-26) perduto gli Stati loro (ignavia dei Principi che non hanno
saputo prevedere la tempesta).
cap.25 - Quanto possa la fortuna nelle cose umane.
cap.26 - Esortazione a pigliare la Italia e liberarla dalle
mani dei barbari.
IL PRINCIPE - Niccolт Machiavelli
• TIPO DI OPERA: Trattato politico in 26 capitoli.
• DATA COMPOSIZIONE : 1513
• DATA PUBBLICAZIONE: 1532 (pubblicazione postuma).
• LINGUA: Volgare.
• ARGOMENTO: "...che cosa и il principato, di quali spezie sono,
come и si acquistano, come и si mantengono,
perchй и si perdono... (dalla "Lettera a F.Vettori").
• DEDICA: Inizialmente l'opera avrebbe dovuto esserededicata
a Giuliano de' Medici (figlio minore di Lorenzo il Magnifico),
che aspirava a procurarsi un dominio nell'Italia centrale.
Essendo egli morto nel 1516, fщ dedicata a Lorenzo (figlio di
Piero e nipote del Magnifico) che tuttavia morм nel 1519.
• FINE DELL' OPERA: Dare al Principe, destinato dalla virtщ propria e dalla fortuna
a diventare capo dell'instaurazione di un nuovo ordine in Italia,
la facoltа di "poter in brevissimo tempo intendere tutto quello
che io in tanti anni e con tanti mia disagi ho conosciuto e
intesi".
• STILE: L'opera, concepita per fini didascalici e non letterari, per lo
stile sobrio e incisivo, la precisa conclusivitа di pensiero e la
plasticitа dell'espressione, puт tuttavia considerarsi uno dei
capolavori della letteratura italiana.
-STRUTTURA DELL'OPERA-
I° PARTE: I PRINCIPATI i EREDITARI
(cap.l-ll) (cap. I)
i MISTI
i NUOVI i Acquistati per virtщ
propria.(cap. VI)
i Acquistati per fortuna
altrui.(cap.VII)
i Acquistati per
scelleratezza.(cap.VIII)
i Principati civili
i ECCLESIASTICI
II° PARTE: LA MILIZIA i MERCENARIA
(cap. 12-14) (cap.Xll)
i AUSILIARIA

i PROPRIA i Consigliт l'utilizzo di una
milizia propria
i MISTA
III° PARTE: IL PRINCIPE i Non deve essere liberale, ma parsimonioso
(cap. 15-23) E LE SUE Non deve essere pietoso, ma crudele
QUALITA' (cap.XVII).
(cap.XV) Non deve mantenere la fede (cap.XVI11)
Deve evitare di essere sprezzato e odiato
Deve: 1)Armare i sudditi di tino stato nuovo.2)Non tenere
divise le terre soggette. 3)Non eliminare le opposizioni.
4) Guadagnarsi i sudditi sospetti. 5)Non edificare fortezze
contro i sudditi.Deve: l)Farsi stimare. 2)Evitare la neutralitа.
3)Promuovere il progresso iiiateriale.Deve avere segretari
valenti e fedeli. Deve fuggire agli adulatori.
COROLLARIO: i cap.24 - Per quale ragione i Principi d'Italia abbiamo
(cap.24-26) perduto gli Stati loro (ignavia dei Principi che non hanno
saputo prevedere la tempesta).
cap.25 - Quanto possa la fortuna nelle cose umane.
cap.26 - Esortazione a pigliare la Italia e liberarla dalle
mani dei barbari.

Esempio



  



Come usare