Bruno e Campanella analogie e differenze

Materie:Appunti
Categoria:Filosofia
Download:581
Data:04.06.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
bruno-campanella-analogie-differenze_1.zip (Dimensione: 4.66 Kb)
trucheck.it_bruno-e-campanella-analogie-e-differenze.doc     30.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

BRUNO (1548) E CAMPANELLA (1568)

ANALOGIE E DIFFERENZE

Bruno e Campanella sono filosofi contemporanei del Rinascimento.
• Furono ambedue rinchiusi nel carcere romano del sant’uffizio.
• Erano ambedue originari del Regno di Napoli.
• Avevano vent’anni di differenza.
• Provenivano ambedue da famiglie popolari.
• Si formarono entrambi presso i collegi domenicani.
• Conoscevano in modo approfondito Aristotele e il tomismo, e la cultura cristiana. Attinsero anche dal platonismo e dal neoplatonismo riletti in chiave ermetica da Ficino.
• Nutrirono il loro pensiero con il naturalismo meridionale e la magia.
• Ambedue avvertirono insoddisfacente la cultura tradizionale e furono motivati a costruire un sapere nuovo.
• Ambedue non si limitano alla riflessione teorica, infatti tentano di tradurre in prassi la propria filosofia e cercano (come insegna il platonismo) di fare della filosofia strumento di formazione e di riforma anche politica della realtà. L’Europa della controriforma appare infatti bisognosa di un profondo rinnovamento morale e civile. Ambedue i filosofi cercano di definire gli aspetti di questo rinnovamento scontrandosi con ambienti e istituzioni e subendone la persecuzione. Subiscono ambedue una lunghissima carcerazione e le torture, ma si conservarono fedeli al rinnovamento auspicato.

DIVERGENZE

• L’opera di Bruno và inquadrata nel suo vagare per l’Europa,si alimenta dei più diversi orientamenti filosofici e religiosi. Gli scritti di Bruno sono polemici e dialettici. La forma è dialogica.
• L’opera di Campanella nasce invece nella solitudine e nel rigore della prigionia. Le sue idee hanno straordinaria forza costruttiva e sono elaborate in forma sistematica (Metafisica e Teologia). Diverso è il rapporto cn la filosofia e la religione cristiana. Campanella vuole ricostruire il pensiero filosofico e teologico su nuove basi, autenticamente cristiane e non aristoteliche e tomistiche.
• La filosofia di Bruno è “non cristiana”, è il più serio tentativo del rinascimento per rinnovare la cultura filosofica in senso anticristiano.

Esempio