Bacone - Filosofia

Materie:Riassunto
Categoria:Filosofia

Voto:

2.5 (2)
Download:1672
Data:19.04.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
bacone-filosofia_1.zip (Dimensione: 4.26 Kb)
trucheck.it_bacone--filosofia.doc     27 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

UN NUOVO SAPERE
- Bacone sostiene la necessità di fondare un nuovo sapere, avente carattere cumulativo e finalizzato al miglioramento delle condizioni di vita dell’uomo, attraverso l’applicazione tecnologica.
- Per fare ciò è necessario partire dall’esperienza, purificando però prima la mente da tutti i pregiudizi che possono deformare la coscienza.
- Il nuovo sapere presuppone anche un nuovo metodo che indichi le modalità di elaborazione dell’esperienza stessa.

GLI IDOLI
- Il primo passo consiste nel liberarsi dai pregiudizi, raggruppati da Bacone in quattro classi:
Idola tribus derivanti dalla natura umana in generale, idola specus, legati alle particolarità di ogni individuo; idola fori, derivanti dalle convenzioni sociali e in particolare al linguaggio; idola teatri, connessi ai diversi sistemi filosofici, considerati alla stregua di rappresentazioni sceniche.

IL NUOVO METODO
- Con una celbre metafora Bacone paragona gli scienziati alle api, che traggono dal mondo la materia prima a loro necessaria (il nettare, cioè l’esperienza), rielaborando però in modo attivo (la ragione). Essi si distinguono dagli empirici, paragonati alle formiche, che raccolgono l’esperienza senza elaborarla, e dai razionalisti che, come i ragni, ricavano da se stessi la materia dei propri ragionamenti.
- Il fine della scienza è l’individuazione della natura, o forma, delle cose, per modificarla secondo finalità pratiche.

MOMENTI DELLA RICERCA SCIENTIFICA
- Le esperienze devono essere registrate in modo sistematico e standardizzato mediante tre tipi di tabulae, relative alla presenza (le occorrenze del fenomeno), alla assenza (le circostanze in cui ci aspetteremmo il fenomeno,che però non si manifesta), e al grado ( la diversa intensità di manifestazione di un fenomeno).
- Sulla base delle analisi e della comparazione delle tavole si procede alla prima vendemmia cioè alla formulazione delle prime ipotesi, procedendo in modo induttivo, per generalizzazione delle osservazioni e dei rapporti tra fenomeni.
- Le ipotesi saranno poi sottoposte al controllo sperimentale mediante le istanze, che le rafforzeranno, o ne determineranno l’abbandono.
Alla fine si perverrà alla scoperta della natura, del fenomeno studiato, articolata nel processo latente cioè la dinamica che regola la trasformazione e nello schematismo latente, la struttura del fenomeno, da considerare quasi in senso chimico.
- Conoscendone la natura, sarà possibile modificarla per ottenere applicazioni tecnologiche che consentiranno l’utilizzazione del fenomeno a fini pratici.

L’ ENCICLOPEDIA
La scienza deve essere intesa come sistema, sarà necessario passare in rassegna tutte le conoscenze consolidate, in ambito scientifico, ordinarle in modo sistematico e individuare i settori ai quali applicare la ricerca. Ciò consentirà di articolarla, distribuendo tra persone diverse che portano avanti i progetti coordinati e stabilire un programma di ricerca comune che potrà convogliare scienziati di diverse nazionalità.

L’ UTOPIA
- La scienza può costituire il fondamento di una nuova società. Bacone tratteggia, nella Nuova Atlantide un utopia tecnologica, nella quale gli scienziati organizzano la ricerca in modo coordinato, per assicurare a tutti gli uomini la liberazione dai bisogni naturali.
- Grazie a questa organizzazione l’uomo potrà dominare la natura ponendola al proprio servizio e razionalizzare la società in modo da garantire a tutti il superamento dei conflitti, insieme al benessere materiale e alla felicità.

Esempio