La Digestione

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

1.5 (2)
Download:268
Data:24.03.2006
Numero di pagine:7
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
digestione_6.zip (Dimensione: 14.13 Kb)
trucheck.it_la-digestione.doc     72.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

➢ LA NUTRIZIONE
Nutrienti → carboidrati, lipidi, proteine, vitamine, sali minerali, acqua
o Carboidrati → importante fonte di energia, si dividono in:
• MONOSACCARIDI → fruttosio
• DISACCARIDI → lattosio
• POLISACCARIDI → amido
I carboidrati si trovano anche nella patata e nelle carote.
Nella digestione i carboidrati complessi vengono scissi in monosaccaridi
(glucosio, fruttosio e galattosio)
o Lipidi → sostanze di origine sia vegetale che animale e hanno in comune la completa
insolubilità nell’acqua. Comprendono:
• FOSFOLIPIDI → compongono le membrane cellulari
• STEROIDI → ormoni e vitamine
• TRIGLIGERIDI → fonti di energia
Alimenti che forniscono i lipidi sono: olio, margarina, lardo, burro, strutto
Durante la digestione i trigligeridi sono scomposti in acidi grassi e glicerolo

o Proteine → svolgono molteplici funzioni, vi appartengono:
• ENZIMI
• ANTICORPI
• ORMONI
Costituiscono tutte le strutture cellulari; vengono demolite negli aminoacidi che le compongono e questi ultimi diventano disponibili per la sintesi delle proteine proprie dell’organismo. Gli aminoacidi essenziali devono essere presenti in quantità sufficienti nelle proteine contenute negli alimenti.
o Vitamine → sono piccole molecole, essenziali per il normale svolgimento delle funzione
cellulari che l’organismo non è in grado di sintetizzare. Alcune vitamine sono
dette COENZIMI (la loro presenza è essenziale affinché gli enzimi svolgano la
loro funzione). La carenza di vitamine è detta AVITAMINOSI (rachitismo,
beriberi, pellagra, scorbuto). Sono divise in 2 gruppi:
• LIPOSOLUBILI → tendono ad accumularsi nel tessuto adiposo
• IDROSOLUBILI → eliminazione rapida attraverso l’urina
o Sali minerali → tendono ad essere eliminati dall’organismo attraverso l’urina e il sudore,
perciò devono essere costantemente introdotti
➢ I PROCESSI DIGESTIVI
Le sostanze ingerite devono essere demolite dagli enzimi digestivi fino a quando possono essere assorbiti dalle cellule dell’organismo.
L’apparato digerente è formato da un condotto rivestito di tessuto muscolare (tubo digerente) che presenta tratti specializzati: bocca, faringe, esofago, stomaco, intestino e ano. Insieme a questo condotto ci sono alcune ghiandole: salivari, fegato e pancreas.
Nella digestione si possono individuare 4 tipi differenti di attività:
• TRATTAMENTO MECCANICO → il cibo deve essere ridotto in piccoli frammenti in modo
da aumentare la superficie e facilitare l’azione degli
enzimi
• TRATTAMENTO CHIMICO
• ASSORBIMENTO
• TRASFORMAZIONE CHIMICA
* Dalla Bocca Allo Stomaco
Cibo introdotto sminuzzato i denti sono formati da 3 parti:
nella bocca dai denti - CORONA → emerge dalle gengive
Sono costituiti da: - RADICE → inserita nella cavità dell’osso
- DENTINA → simile al tessuto osseo, - COLLETTO → funziona da raccordo tra corona
conferisce robustezza e radice
- SMALTO → ricco in sali di calcio, è duro
e resistente nella radice è costituito da cemento
- POLPA → attraversata da vasi sanguigni e nervi
Nella bocca inizia anche il trattamento chimico grazie all’azione dell’amilasi salivare

dà inizio alla demolizione è contenuta nella saliva
dell’amido in glucosio ↓
miscela acquosa prodotta
dalle ghiandole salivari, ha il
compito di inumidire il cibo
Il boccone impastato con la la deglutizione coinvolge la lingua
saliva diventa bolo alimentare ↓
↓ organo muscolare dove sono presenti
Scivola attraverso la faringe le papille gustative

L’epiglottide chiude l’apertura il bolo entra nell’esofago
delle vie respiratorie (→struttura che porta nello stomaco)

Stomaco → dilatazione del tubo digerente. L’enzima principale è la pepsina
Il bolo viene mescolato col → demolisce le proteine
succo gastrico (→ formato da L’acido cloridrico uccide i micror
acqua, enzimi digestivi e acido ganismi e crea l’ambiente acido
cloridrico) ↓
Per noi non è dannoso xkè le pareti sono
Peristasi = contrazioni ritmiche che porta alla rivestite dal muco
formazione del chimo ↓
Se qst protezione viene meno → ulcera
* L’intestino Tenue
Attraverso lo sfintere pilorico
Il chimo entra nell’ intestino tenue lungo tubo ripiegato molte volte su se stesso

Si divide in 3 parti: gli enzimi digestivi che agiscono sono
- DUODENO secreti in parte da cellule intestinali
- DIGIUNO in parte dal pancreas
- ILEO ↓
in qst tratto è anche riversata la bile
* Il Pancreas E Il Fegato
Il pancreas produce diversi enzimi digestivi.
Il fegato è un organo di grandi dimensioni. Svolge molte funzioni:
- SECREZIONE DELLA BILE fluido contenente i sali
biliari → immagazzinata nella cistifellea → i sali
biliari demoliscono le gocce lipidiche in particelle
piccole
* L ‘Intestino Crasso
L’intestino crasso è formato da 3 parti:
- CIECO
- COLON
- RETTO
È impegnato nel riassorbimento delle sostanze utili rimaste nel chimo e dell’acqua.
Produce le feci, che sono destinate ad essere espulse attraverso l’ano

➢ Assorbimento e trasformazione chimica
L’assorbimento delle sostanze digerite avviene attraverso la superficie dell’intestino tenue → è tappezzata dalla mucosa intestinale. Questo tratto è molto lungo, la suxficie interna in un uomo adulto è lunga circa 6m.
La mucosa è tappezzata da milioni di estroflessioni, chiamati villi, che a loro volta sono ricoperti dai microvilli.
All’interno di ogni villo vi sono capillari e vasi chiliferi (→sono ramificazioni del sistema linfatico)
- acqua e ioni si diffondono nell’apparato circolatorio
- aminoacidi e zuccheri attraversano le membrane plasmatiche
- acidi e glicerolo entrano nei vasi chiliferi
- i grassi raggiungono il sangue per una via diversa
Il sangue giunge al fegato per mezzo della vena porta.
Il fegato ha il compito di filtrare dal sangue tutti i corpi estranei e svolge il ruolo di disintossicazione. Il fegato opera anche la trasformazione chimica delle molecole dei nutrienti:
- molecole di glucosio sintetizzate in glicogeno
- trasforma gli aminoacidi producendo urea → viene trasportata nei reni per essere eliminata
➢ L’eliminazione delle scorie
L’urea prodotta dal fegato è molto tossica → i reni regolano le molecole tossiche in eccesso,
filtrano il sangue e riassorbono le sostanze utili

ciò che rimane è l’urina
I reni sono costituiti da circa 2 milioni sono formati da 3 regioni distinte:
e mezzo di sottili tubuli → nefroni - TUBULO CONTORTO PROSSIMALE
dove a ogni estremità è presente una - ANSA DI HENLE
struttura a forma di calice chiamata - TUBULO CONTORTO DISTALE
capsula di Bowman all’interno della
quale c’è il glomerulo (→ groviglio
di capillari)
Il sangue viene filtrato al livello della capsula di Bowman e trasformato in urina durante il suo xcorso nel neufrone. L’urina esce dai neufroni e si riversa in un dotto collettore → essi convergono nel bacinetto renale e scaricano i propri liquidi nell’uretère → l’urina entra nella vescica → è eliminata dal corpo attraverso l’uretra

* Le Funzioni Del Rene
A livello delle pareti dei neufroni si verificano principalmente 3 attività:
- FILTRAZIONE → una certa quantità d’acqua o piccole molecole contenute nel sangue che
entra nei glomeruli, passa dai capillari alla capsula di Bowman
le cellule del sangue e le molecole più grandi rimangono nella rete di
capillari
- RIASSORBIMENTO → permette di recuperare buona parte del fluido filtrato, si compie nei
tubuli, nell’ansa di Henle e nel dotto collettore. Attraverso il tubulo
contorto prossimale le sostanze utili vengono restituite ai capillari.
Il tubulo contorto distale controlla la concentrazione di vari tipi di
molecole che vengono perse con l’urina.
Nell’ansa di Henle si verificano 2 processi: un ulteriore riassorbimento
di acqua e la concentrazione dell’urina. Gran parte dell’acqua rimasta
viene riassorbita nel dotto collettore
- SECREZIONE → Nei tubuli contorti prossimali e distali avviene il riassorbimento di alcune
sostanze come l’urea . Nella regolazione del bilancio idrico dell’organismo
intervengono 2 meccanismi:
• Regola la quantità di acqua attraverso lo stimolo della sete
• Controllo ormonale che modifica la capacità delle cellule renali di riassorbire l’acqua presente nell’urina

Esempio



  



Come usare